30.3 C
Vicenza
6 Luglio 2022
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano Slider

I Diavoli da… 10 staccano il biglietto per le semifinali di Coppa Italia

HOCKEY IN LINE – I Diavoli staccano il biglietto per la semifinale di Coppa Italia vincendo per 10-3 contro Verona, al termine di una gara caratterizzata da un bel primo tempo ed un secondo tempo più concitato e nervoso.
I biancorossi non hanno corso particolari pericoli, ma a tratti sono calati e hanno commesso qualche leggerezza in copertura che ha permesso agli avversari di andare in rete o sotto la porta, difesa molto bene da Filippo Olando. Tante le occasione per i padroni di casa, compresi due pali, ma qualche opportunità anche per i gialloblu e per loro pure un palo colpito dall’ex Roffo.
Avvio di partita con grande determinazione dei vicentini che non volevano ripetere l’inizio di gara giocato nel girone di ritorno a Verona e, dopo sei minuti, erano già sul 4-0, reti di Delfino, Dal Sasso, in power play, Frigo e Francon. Poi per un errore in copertura Verona accorcia le distanze con Sabaini e vive un buon momento, però i Diavoli riprendono le redini dell’incontro e allungano portandosi sul 6-1, grazie al bel gol in inferiorità di capitan Ustignani e alla rete di Pace.
Nella seconda frazione di gioco qualche bella azione, ma anche tante interruzioni con una serie di penalità a scapito del gioco. I Diavoli si portano sull’8-1 grazie a Dal Sasso e Delfino (doppietta per entrambi!) poi in meno di un minuto subiscono due reti (a segno Battistella e Bernardoni) e quindi ristabiliscono le distanze con Sigmund, un nuovo palo, e il decimo gol di Nicola Frigo, doppietta anche per lui.
Al termine arriva una vittoria che regala la semifinale di Coppa Italia ai vicentini, che già pensano alla prossima avventura del Master Round, in avvio mercoledì prossimo contro Ferrara.

“Sapevamo che era una partita importante per passare i quarti, poi ricordando la prestazione non convincente quando siamo andati a Verona in campionato abbiamo cercato di impegnarci dal primo minuto fino all’ultimo – ha dichiarato a fine partita capitan Andrea Ustignani. – Una gara diversa nel primo tempo: divertente, bella, mentre nel secondo, a parere mio, piena di tempi morti che in questo sport rovinano la spettacolarità e la velocità”.
– Un secondo tempo più concitato ed anche nervoso?
“Sono cose che si sono già ripetute negli scontri contro Verona, ma noi giocatori possiamo fare ben poco. Bisogna essere un esempio per chi ci guarda, soprattutto i giovani, e dobbiamo cercare di evitare di penalizzare la bellezza del nostro sport. Poi è compito degli arbitri saper gestire certi momenti e, a parer mio, a volte bisognerebbe prendere qualche decisione, anche se rigida, però utile. Anche perché con questi risultati, con il caldo, un po’ la fatica si rischia di rovinare il gioco inutilmente”.
– A segno con un bel tiro in inferiorità numerica, una soddisfazione anche personale?

“Eh si, diciamo che è stato un bel tiro, devo dire la verità. Ogni tanto centro la porta! Questo gol lo dedico a mio padre perché mi diceva: “Tira che ce l’hai “ e così è stato”.
Da chi i gol li ha fatti a chi li ha evitati come Filippo Olando, portiere biancorosso: “I tre gol di Verona sono stati frutto di occasioni un po’ sprecate da noi con qualche errore, comunque alla fine ci sta in una partita del genere. Forse dobbiamo rivedere qualcosa dal punto di vista difensivo”.
– Un primo tempo giocato bene, con maggiore attenzione rispetto al secondo?
“La concentrazione è un po’ calata, il risultato non aveva più niente da dire e magari ci siamo un po’ adagiati sugli allori. Si poteva fare meglio, forse più a livello di testa che di gioco”.
– E fra qualche giorno si riparte con il Master Round.
“Mercoledì sarà sicuramente un’altra partita completamente diversa e adesso si comincia a fare sul serio. Dobbiamo assolutamente fare tre punti, l’obiettivo è quello, la squadra c’è e bisogna lavorare”.


Mc Control Diavoli Vicenza – Cus Verona 10-3 (6-1)
Mc Control Diavoli Vicenza
: Frigo M., Olando, Cantele, Francon, Delfino, Tabanelli, Dell’Uomo, Sigmund, Centofante, Ustignani, Trevisan, Pace, Baldan, Frigo N., Dal Sasso. All. Maran F.

Cus Verona: Gadioli, Perini, Danieli, Magnabosco, Pernigo, Carrer, Raccanelli M., Roffo, Novarese, Lupi, Battistella, Bernardoni, Gruber, Frizzera, Sabaini. All. Corso A. Arbitri: Gallo e Slaviero

RETI. PT: 1.17 Delfino (V), 4.02 Dal Sasso (V) pp, 4.39 Frigo N. (V), 6.15 Francon (V), 8.43 Sabaini (VR), 17.58 Ustignani (V) pk, 19.04 Pace (V);
ST: 22.46 Dal Sasso (V), 23.19 Delfino (V), 23.45 Battistella (VR), 24.11 Bernardoni (VR), 25.21 Sigmund (V), 31.58 Frigo N. (V) pp.

 

Ti potrebbe interessare:

Il LR Vicenza acquista il giovane centrocampista sloveno Tjaš Begić

Redazione

Dal 13 luglio il LR Vicenza in ritiro sull’Altopiano di Asiago

Redazione

Sabato la 83^ Schio – Ossario del Pasubio nel ricordo di Roberto Bagattin

Redazione

Lascia un commento