1.8 C
Vicenza
7 Dicembre 2021
SPORTvicentino
Calcio Calcio a 5 Primo Piano Slider

L’Arzignano C5 si illude a Villorba: non basta un super Pozzi per conquistare i primi punti

ARZIGNANO-VILLORBA 2-3
ARZIGNANO: Pozzi, Gabriel, Tres, Maltauro, Salamone, Zarantonello, Tibaldo, Marcio, Mateus, Portinari, De Gori, Fongaro. All. Ranieri.
FUTSAL VILLORBA: Venier, Vailati, Del Gaudio, Del Piero, Hasaj, Madu, Bortolin, Gastaldello, Nicolati, Bardini, Verdicchio. All. De Martin.
RETI: pt 3’09” Gabriel (A), 7’31” Tres (A). St 8’18” Del Gaudio (V), 11’09” e 13’30” Del Piero (V).
NOTE: espulso Tres (A). Ammoniti Salamone, Gabriel, Maltauro e Marcio (A), Vailati e Bortolin (V).
ARBITRI: Fior di Castelfranco Veneto e Piccolo di Padova

 

Inizia con una rimonta al passivo la stagione in A2 dell’Arzignano che cede in casa del Futsal Villorba per 3 a 2 dopo aver tenuto nel migliore dei modi per tre quarti di gara.

Una battuta d’arresto su cui lavorare per una squadra che ha giocato bene per larghi tratti, ma che ha peccato, vuoi per mancanza di freschezza atletica vuoi per scarsa lucidità, nel momento topico del match. Rammarico per mister Ranieri che stava cullando l’idea di portare a casa i primi tre punti dal recupero della terza giornata, punti sfumati sul più bello nonostante il solito super Pozzi che ha anche parata un calcio di rigore al capitano avversario Del Piero sforando una serie di parate importanti.

Per l’Arzignano comunque buone indicazioni sono arrivate dai nuovi che, dopo un avvio di studio, hanno creato grattacapi a Venier e soci: applausi per Salamone migliore in campo in assoluto, che ha messo in mostra carisma in fase difensiva e ottime idee in fase offensiva con tiri precisi e assist perfetti.

Ora c’è attesa per la prossima sfida dove mancherà di sicuro Tres, immolatosi sulla linea di porta per salvare un gol fatto, ma espulso per un tocco di mano volontario che lo costringerà alla tribuna quando l’Arzignano tornerà in campo per la seconda sfida.
CRONACA. Partenza perfetta per i biancorossi che al 3’ sono in vantaggio con uno splendido gol di Gabriel che al volo insacca su assist di Salamone. Il Villorba tenta di reagir,e ma è Venier a salvare i suoi al settimo, pochi istanti prima di capitolare nuovamente con Tres che tocca morbido e manda in rete la palla del 2 a 0 vicentino. Grande occasione trevigiana sul piede di Madu che colpisce in pieno l’incrocio prima del riposo. Nella ripresa le emozioni aumentano con Gabriel che sfiora il tris in avvio sparando fuori di poco al 3’ e, pochi istanti dopo, altro no deciso di Venier su girata pivot di Maltauro. Al 7’ il rigore che Pozzi para a Del Piero immolandosi poi sulla ribattuta e deviando in corner.

La spinta del Villorba aumenta e, in superiorità numerica, all’ottavo minuto l’ex Del Gaudio accorcia le distanze dando vigore ai suoi che pareggiano pochi minuti più tardi con capitan Del Piero lasciato libero in area su servizio perfetto di Bortolin. I biancorossi accusano il colpo e vengono puniti in modo impeccabile dai ragazzi di De Martin che firmano il sorpasso con il capitano trevigiano che, servito da Gastaldello, insacca dal secondo palo con precisione. Ranieri prova Gabriel come portiere di movimento, ma Venier si fa vedere con un paio di interventi che sanno di miracolo.

Nel finale Pozzi dice no dal dischetto del tiro libero a Madu e nel corner finale l’Arzignano spreca l’occasione di un pari che sarebbe stato sicuramente giusto. Per i biancorossi esordi per Tibaldo e Zarantonello che si sono ben difesi in campo: Marcio non al meglio della condizione dopo l’intervento subito ha giocato con il contagocce senza strafare così come Mateus tornato a pieno regime dopo la lunga quarantena. Per entrambi serviranno allenamenti per ritrovare lo smalto migliore e dare vigore alla manovra arzignanese a tratti perfetti ma in alcune circostanze troppo frettolosa.

Ti potrebbe interessare:

Dal 9 dicembre una cartolina per ricordare Paolo Rossi

Redazione

Il Vicenza Calcio femminile vince il derby con il Venezia

Redazione

Crema “amara” per Tennis Comunali Vicenza che saluta la serie A1

Redazione

Lascia un commento