14.6 C
Vicenza
22 Ottobre 2019
SPORTvicentino
Motori Primo Piano Rally

Chiude la Ronde Città del Palladio per mancato appoggio delle Amministrazioni e ricognizioni abusive

RALLY – Era novembre 2001 quando si corse la prima edizione del Rally Città del Palladio con la formula, molto in voga allora, del rallysprint; organizzata dalla gloriosa scuderia vicentina della quale porta il nome, la manifestazione ha successivamente aperto alle auto storiche e qualche anno dopo – era il 2010 – si è trasformata in rally ronde, diventando un classico di fine stagione.

Un appuntamento che era ben evidenziato nelle agende di molti equipaggi, soprattutto veneti, come hanno sempre testimoniato i numeri degli iscritti.

Tante soddisfazioni ed elogi per la Scuderia Palladio, in queste diciotto edizioni, ma anche tanto lavoro e cocenti delusioni come quelle sotto forma di promesse non mantenute dall’Amministrazione locale; a questo si sommano i problemi causati dalle ricognizioni abusive e al tutto si va ad aggiungere una comprensibile fisiologica “stanchezza”; elementi che sommati tra loro, hanno portato i vertici della scuderia a rinunciare a proseguire con l’organizzazione della gara.

Lo afferma, con un sentito rammarico, il Presidente Mauro Peruzzi che di comune accordo con i collaboratori di sempre, ha deciso di annullare la decima edizione della Ronde Città del Palladio, in origine a calendario il 9 e 10 novembre 2019, rivolgendo un sentito ringraziamento a tutti coloro i quali hanno collaborato con passione all’organizzazione dei nove rallysprint e alle altrettante ronde, che resteranno nella storia dell’automobilismo vicentino.

  (fonte:  Ufficio Stampa Scuderia Palladio)

Ti potrebbe interessare:

Dopo il ko di Supercoppa i Diavoli chiamano e Roffo risponde sì

Redazione

Crisi Roller: si salva solo capitan Pelva

Redazione

Stop casalingo per il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore

Redazione

Lascia un commento