7.9 C
Vicenza
1 Dicembre 2022
SPORTvicentino
Ciclismo Primo Piano Slider Varie

A 50 anni dal Mondiale Vicenza ha premiato Marino Basso


CICLISMO – Per festeggiare il 50° anniversario della vittoria di Marino Basso del Campionato del Mondo di ciclismo a Gap nel 1972, il sindaco Francesco Rucco ha consegnato al campione delle due ruote una targa della città e ospitato nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino una cerimonia in ricordo della vittoria iridata.

Il riconoscimento si è tenuto nell’ambito dei momenti conclusivi del Giro del Veneto, la classica di ciclismo per professionisti svolta oggi con partenza da Padova e arrivo a Vicenza, promossa da PP Sport Events in collaborazione con il Comune di Vicenza.

“Un grande evento sportivo – hanno commentato il sindaco Francesco Ruccoe il vicesindaco con delega allo sport Matteo Celebron – che ha portato il ciclismo in città con dei passaggi emozionanti nei luoghi storici di Vicenza con un circuito che ha dato la possibilità ai tanti appassionati di vedere da vicino i corridori. Un’emozione rinnovata dal riconoscimento dato a Marino Basso, un campione del nostro ciclismo che si è distinto non solo con la vittoria del mondiale nel 1972 ma anche con molteplici traguardi conquistati nei circuiti italiani ed esteri”.

La festa per il 50° anniversario della vittoria di Basso ha visto a Palazzo Trissino la presenza, tra gli altri, del vicesindaco con delega allo sport Matteo Celebron, dei campioni del mondo Moreno Argentin e Alessandro Ballan, delle autorità e degli organizzatori.

In sala Stucchi sono state esposte la bicicletta con cui Basso ha vinto il titolo e le due maglie originali, della nazionale e quella iridata.

Marino Basso è nato a Caldogno (Vicenza) il 1° giugno 1945. Ha cominciato a correre nel G.S. Stimamiglio Tormeno di Arcugnano. Successivamente è stato dilettante con la Polisportiva Juventina Bertesina e, da gennaio del 1966, con la Mainetti, società con cui ha esordito nel professionismo nel maggio dello stesso anno. È stato professionista per tredici stagioni. Oltre alla vittoria del Campionato del Mondo 1972, conta quindici vittorie al Giro d’Italia, sei al Tour de France e altrettante alla Vuelta. I suoi successi in pista sono due: il campionato Italiano Omnium nel 1972 e la Sei Giorni di Castelgomberto nel 1974.Grandi Giri: ha partecipato a tredici Giri d’Italia, quattro Tour de France e una Vuelta de España. Per le Classiche monumento: otto le partecipazioni alla Milano-Sanremo (tre volte terzo), quattro alla Parigi-Roubaix (un terzo posto), tre al Giro delle Fiandre (anche in questa un terzo) e due al Lombardia. Ha vestito la maglia della Nazionale per sette volte nella prova in linea del Campionato del Mondo professionisti. Ha ricevuto dal Coni due onorificenze: la medaglia d’oro al valore atletico nel 1972 e il Collare d’oro nel 2021.

Ti potrebbe interessare:

Da Sala degli Stucchi la Rangers Pallanuoto Vicenza si “tuffa” nella serie B

Redazione

Tragedia sulle strade: Davide Rebellin travolto ed ucciso da un camion

Redazione

Nei playoff promozione sarà derby tra Tennis Comunali Vicenza e ST Bassano

Redazione

Lascia un commento