15.1 C
Vicenza
28 Maggio 2022
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano Slider

I Diavoli hanno un Michele Frigo in… paradiso: sabato l’eterna sfida contro Milano

HOCKEY IN LINE SERIE A – Mc Control Diavoli Vicenza conquista l’intera posta in palio nella sfida contro Ferrara in casa, terminata con un risultato di 3-0, maturato nel primo tempo e difeso con le unghie e con i denti e con un’ottima prestazione del portiere Michele Frigo, apparso in gran serata.
Nelle fila dei biancorossi assenti Cantele, Tabanelli e Andrea Ustignani, che ha seguito con passione la gara dagli spalti con la maglia dedicata a papà Piero, in arte Jabba, a cui è stato dedicato un minuto di silenzio e un saluto da parte di tutti, nonché la vittoria, mentre si sono uniti al gruppo Zerdin e Simsic.
Un tempo per parte, per gioco e occasioni, e forse una maggiore determinazione e voglia di riscatto per i Diavoli che avevano ben in mente la sconfitta all’overtime dell’andata, oltre ad una maggiore concretezza in fase realizzativa e una grande prova in fase difensiva, miglior giocatore in pista il golie biancorosso, hanno fatto la differenza.
Nel primo tempo, dopo qualche minuto di studio, è la penalità fischiata a Vicenza, fuori Francon, che potrebbe cambiare gli equilibri, ma a rendersi pericolosi sono i Diavoli e i tentativi degli ospiti vengono sventati da Michele Frigo che fa subito capire di essere in forma. Con le squadre in parità Ferrara attacca e colpisce il palo, Vicenza risponde con una mischia davanti porta e gol di Pace. Ci prova Francon, ma para Cipriani, e Zabbari manda alto. Nel successivo cambio di fronte, bella azione dei Diavoli con assist perfetto di Zerdin per Nicola Frigo che fa il bis e in due minuti i vicentini si portano sul doppio vantaggio.
Ferrara chiama time out e si riprende con conclusione di Pace al quale risponde Ferrara che trova sulla sua strada il golie vicentino. La partita si accende con continui capovolgimenti di azioni, lotta su ogni disco, ritmi elevati ed occasioni da entrambe le parti: Ferrara va vicinissimo al gol, i Diavoli hanno una ghiotta occasione e, dopo una conclusione di poco alta di Gaboriau, è Francon a mettere in rete su passaggio di Frigo. Vicenza va di nuovo vicino al gol con Delfino e il primo tempo si chiude sul 3-0.
Nel secondo calano i Diavoli, spinge di più Ferrara, aumentano le penalità per i biancorossi, che si trovano a giocare per 45 secondi anche in due contro quattro, ma sale sugli scudi Michele Frigo che porta alla vittoria i suoi compagni, meno in palla nella seconda frazione di gioco. Gli ospiti ci provano anche togliendo il portiere nell’ultimo minuto e mezzo, ma non c’è nulla da fare e la gara si chiuse con il 3-0 dei padroni di casa e tre punti molto pesanti per il morale, la classifica e la prossima sfida in casa, sabato prossimo contro Milano.

“Mi rendo conto, e non lo faccio spesso, ma questa volta posso dirlo, di aver fatto tanto per la squadra – ha dichiarato uno stanco, ma soddisfatto Michele Frigo, portierone biancorosso eroe di questa sfida. – Sapevo che sarebbe stata dura perché arrivavamo da una partita, contro Verona, giocata male, anche se poi andata bene come risultato. Dovevamo dare una svolta, ho cercato di aiutare i miei compagni e penso di esserci riuscito, quindi sono molto contento di questa vittoria”.
Ha fatto gli straordinari con il merito di non aver subito reti, anche in doppia inferiorità… 
“Stavolta posso ammettere che, anche in due contro quattro, abbiamo fatto un bel lavoro difensivo e mi sono reso conto della mia buona prestazione. Speriamo una delle tante”.
– Tre punti pesanti in vista del big match della prossima settimana contro Milano.
“Dopo la brutta prestazione contro Verona sapevamo di avere due partite difficili ed importanti: quella con Ferrara e poi contro Milano. Già questa è stata una grande battaglia perché alla fine il risultato non è stato così largo, però dobbiamo continuare a lavorare cercando di creare una buona chimica in squadra, proprio in vista della prossima sfida che sicuramente sarà molto importante per la classifica perché si giochiamo la possibilità di arrivare a pari punti. Quindi godiamoci ora la vittoria e poi subito testa a sabato quando si annuncia come sempre battaglia”.
– La sosta ha interrotto il cammino della squadra che deve ritrovare ritmo partita e condizione ottimale. A che punto siete?
“Stiamo lavorando tanto e sicuramente non è un bel periodo perché la scomparsa di Jabba (Piero Ustignani) ha colpito tutti, quindi questa vittoria la dedico a lui, un tifosissimo dei Diavoli e in generale un grande appassionato di hockey, quindi questa vittoria è tutta dedicata a lui, a nome di tutti i Diavoli, a lui e soprattutto a Usti che sta passando un momento difficile, però cerchiamo di tirargli su il morale e di stargli vicini”.
Il gruppo e il cuore dei Diavoli si vedono soprattutto in questi momenti?
“Siamo un bel gruppo, molto solido. Stiamo passando un momento brutto tutti, ma stasera abbiamo risposto bene, quindi speriamo di lasciarci alle spalle questo periodo delicato guardando avanti”.

– Cosa teme di più del Milano?
“Secondo me possiamo giocarcela alla pari. Nella partita dell’andata è girato tutto storto, siamo entrati con la mentalità sbagliata e non siamo mai stati in grado di reagire. Anche dopo l’interruzione a metà secondo tempo per lo scontro fra Pace e Ronco, pensavo ci potesse essere una svolta, uno scatto di orgoglio, uno o due gol per provare a reagire, invece è andata veramente male. Per quanto riguarda la partita di sabato prossimo arriviamo con una squadra più amalgamata, più consapevole delle proprie qualità, dei propri mezzi e sicuramente bisognerà stare molto molto attenti in difesa dove a volte manchiamo un po’  cercando di non sbagliare. Sono pericolosissimi soprattutto con Fiale e Banchero che sono due “snipers”, in particolare Fiala che sta segnando una marea di gol, quindi dovremo tener d’occhio lui, anche se sappiamo che Milano è tutta una squadra forte. Però possiamo giocarcela alla pari e, alla fine, sarà la pista a dare il suo responso”.
– Il fattore campo, questa volta a favore, potrà fare la differenza?
“A Milano è sempre difficile: è un campo grande, hanno un gran tifo, ci sono gli ultras che sostengono tanto la loro squadra e questo può dare un aiuto, quindi è tutto l’insieme che rende difficile giocare a Milano. In casa nostra sarà diverso: sabato con Ferrata c’è stato un gran tifo ed è stato bello. Il pubblico ci ha sostenuto e si è visto soprattutto nei momenti di difficoltà che ci è stato vicino e ci ha dato una mano, quindi sicuramente sarà un’altra partita”.


Mc Control Diavoli Vicenza – Warriors Ferrara (3-0) 3-0

Mc Control Diavoli Vicenza: Frigo M., Olando, Francon, Delfino, Dell’Uomo, Sigmund, Centofante, Trevisan, Pace, Baldan, Zerdin, Frigo N., Simsic, Dal Sasso. All. Maran F.

Warriors Ferrara: Cipriano, Artioli, Duchemin, Ballarin, Crivellari, Veronese, Dell’Antico, Bellini A., Lettera N., Zabbari, Bellini M., Gaboriau, Lettera A. All. Bellini A.

Arbitri: Gallo e Rigoni M.

RETI. PT: 5.36 Pace (V), 7.38 Frigo N. (V), 16.08 Francon (V).

Ti potrebbe interessare:

La coppia italo – argentina Comesana – Darderi vince gli Internazionali Città di Vicenza

Redazione

Tragedia al Rally Campagnolo: muore per un malore il pilota Michele Bortignon

Redazione

Sabato sfida senza appello tra Treviso e AS Vicenza nella gara che vale la salvezza

Redazione

Lascia un commento