7.3 C
Vicenza
27 Febbraio 2024
SPORTvicentino
Assessorato alla Formazione Primo Piano Slider Varie

Sabato a Vicenza l’Agorà dello sport: quattro tavoli di lavoro per nuove strategie

Sabato 6 novembre, dalle 9 alle 13, al centro polifunzionale di via Lago di Pusiano 3 si terrà l’Agorà dello sport, l’appuntamento dedicato agli operatori del settore sportivo e organizzato dall’assessorato alle attività sportive in collaborazione con il Centro studi e ricerche dello Studio SG Plus Ghiretti & Partners nell’ambito del percorso di redazione del Piano strategico dello sport.

L’incontro sarà un momento di confronto sullo stato attuale, le criticità e le prospettive dello sport a Vicenza, finalizzato ad avviare strategie per lo sviluppo di politiche motorie e sportive.

“Si tratta di un appuntamento per dare voce e spazio alla “Vicenza sportiva”– spiega il vicesindaco con delega alle attività sportive Matteo Celebron – pensato come un contenitore aperto ai contributi di tutti coloro che vogliono migliorare e far crescere lo sport a Vicenza e che hanno voglia di condividere esperienze, saperi, sguardi critici e progettualità per il futuro. Per progettare un piano strategico dello sport efficace e utile per il territorio è necessario, infatti, coinvolgere prima di tutto i soggetti che quotidianamente vivono e operano nel mondo sportivo. In questo modo potremo garantire la massima aderenza del percorso alla realtà nel quale andrà a inserirsi e definire strumenti che rispondano alle reali necessità del mondo sportivo”.

Programma

Dopo l’accreditamento dei partecipanti, alle 9.15 sono previsti i saluti istituzionali del vicesindaco con delega alle attività sportive Matteo Celebron e del presidente del Coni, Comitato Regionale Veneto Dino Ponchio. L’avvio dei lavori e la relazione introduttiva sui temi della giornata saranno a cura di Roberto Ghiretti, docente del Master Sport dell’Università degli studi di Parma. Roberto Lamborghini, di SG Plus Ghiretti & Partners, quindi, presenterà una sintesi dei dati emersi dalle indagini conoscitive e demoscopica.

Dalle 10.15, quindi, i partecipanti saranno suddivisi in quattro tavoli di lavoro sulle principali tematiche relative allo sport della città e assistiti ciascuno da un facilitatore.

Per quanto riguarda il primo, “I luoghi dello sport: impiantistica indoor e nuovi spazi sportivi outdoor”, si andrà a verificare lo stato dell’arte dell’impiantistica cittadina, cercando di rilevare le necessità in termini di nuove discipline sportive e abitudini che stanno facendo emergere una pratica sempre più destrutturata e libera. In tal senso si verificherà anche l’opportunità di individuare spazi cittadini (parchi, piazze, luoghi da rigenerare, …) come nuovi luoghi sportivi aperti ad una pratica autonoma.

Il secondo tavolo, “Una società a misura di territorio: la gestione di una moderna società sportiva”, partirà dalla riflessione su come il ruolo del dirigente sportivo sia sempre più difficile e complesso. Oltre alla pandemia, una società sportiva deve affrontare sempre di più trasformazioni sociali, comunicative e tecnologiche che stanno cambiando le abitudini di pratica e il rapporto con le nuove generazioni. In questo contesto appare sempre più necessaria la creazione di rapporti sinergici con gli attori del territorio (scuole, aziende, enti pubblici, famiglie) per sviluppare nuovi modelli di offerta sportivi che siano sempre più rivolti ai diversi target di riferimento.

Nel terzo tavolo, “Promozione dello sport, nuovi servizi e nuove opportunità” si partirà dall’analisi del fatto che la pandemia ha amplificato alcuni trend di pratica e domande di sport che già si stavano verificando in precedenza. Come può una società sportiva oggi riuscire ad intercettare questi nuovi bisogni di sport? È possibile attuare nuove strategie per rispondere ai bisogni del proprio target? L’obiettivo del tavolo sarà quello di verificare nuovi modi per favorire lo sport: da servizi di mobilità per facilitare l’accesso agli impianti sportivi, a servizi differenziati messi a disposizione degli spazi outdoor (come parchi e aree urbane), a momenti promozionali per favorire l’accesso allo sport, a momenti formativi per dotare i dirigenti di nuove competenze.

Infine, nell’ultimo tavolo, “Nuove sfide per il futuro dello sport”, a partire dalla considerazione che le sfide che il mondo dello sport si trova ad affrontare possono essere considerate anche come delle opportunità per individuare nuove offerte di sport, si andranno ad analizzare i nuovi bisogni dei target cittadini, cercando di comprendere le strategie migliori per rispondervi. Dai social media al mondo online (corsi online e device per la pratica casalinga), dalla cura del benessere ai servizi per le famiglie, le nuove strade sono molteplici, come possono essere immaginati nuovi servizi per una nuova offerta sportiva?

Verso le 11.30, dopo l’esposizione dei risultati del lavoro svolto da ciascun tavolo, il vicesindaco con delega alle attività sportive Matteo Celebron e Roberto Ghiretti, docente del Master Sport dell’Università degli studi di Parma faranno una sintesi dei lavori con riflessioni finali. Il saluto conclusivo dell’incontro sarà a cura del sindaco Francesco Rucco.

Ti potrebbe interessare:

Il LR Vicenza ingrana la quinta con Della Morte e Talarico

Redazione

La Velcofin Vicenza si arrende a Trieste soltanto nel finale

Redazione

Brennero chiuso: la Migross Asiago deve rinunciare alla trasferta ad Innsbruck

Redazione

Lascia un commento