11 C
Vicenza
1 Marzo 2021
SPORTvicentino
Massimo Panighel federciclismo MTB
Ciclismo Primo Piano

Elezioni Federciclismo – Con Martinello anche Massimo Panighel: idee nuove al servizio del fuoristrada

Padova, 19 gennaio 2021 – Tra i candidati al ruolo di consigliere federale in vista delle elezioni della Federciclismo per il quadriennio 2021/2024, in programma il 20 e 21 febbraio prossimi a Roma, spicca il nome di un organizzatore di grandi eventi di MTB come Massimo Panighel che ha deciso di mettersi in gioco in favore del movimento nazionale.

Una candidatura fortemente voluta da Silvio Martinello che intende puntare proprio sull’esperienza maturata dal trevigiano con l’associazione Pedali di Marca per mettere in campo delle idee concrete per lo sviluppo del fuoristrada: “Il fuoristrada è un settore sempre più numeroso all’interno della FCI: negli ultimi anni ha raccolto il 50% dei tesserati della nostra federazione ma non è stato ricambiato con le dovute attenzioni. Oggi c’è bisogno di un deciso cambio di passo per consentire a tutte le discipline che vanno dalla MTB alla BMX, passando per l’enduro e il ciclocross senza dimenticare il mondo delle gravel e delle E-bike, di svilupparsi in maniera organica e di diventare un fiore all’occhiello della nuova federazione” ha spiegato Silvio Martinello. “In questi mesi ho avuto modo di confrontarmi in maniera profonda con Massimo Panighel con cui condividiamo la visione di una FCI che sappia trovare nel fuoristrada non solo un importante bacino di atleti di alto livello ma anche un autentico punto di forza per incontrare enti e istituzioni, per scoprire nuovi territori e promuovere nuove forme di turismo. Sono felice che abbia accettato la mia proposta di entrare a far parte della mia squadra e spero di avere l’opportunità di lavorare insieme nel prossimo quadriennio”.

Da parte sua, Massimo Panighel, che nell’ultimo decennio ha organizzato cinque Campionati Italiani, un Campionato Europeo e due Campionati del Mondo per la specialità MTB Marathon, è un vulcano di idee e di proposte: “Dal 2002 ad oggi la FCI è rimasta immobile mentre il resto del mondo è andato avanti. Oggi quando si parla di Federciclismo sembra che riguardi solo la strada. E’ ormai assolutamente necessario dare una svolta a questo sistema per far sì che la nostra Federazione torni ad essere la casa di tutte le specialità delle due ruote e che sappia diventare attrattiva proponendo strutture, figure professionali adeguate e attività capaci di creare un indotto e una economia utili a potenziare tutto il movimento ciclistico” ha anticipato Panighel. “Ho apprezzato la decisione di Silvio di candidarsi alla presidenza e ho condiviso sin da subito il suo stile e l’idea di cambiamento che ha portato. Quando mi è arrivata la sua proposta non ci ho pensato due volte, sono felice ed onorato di far parte della sua squadra: so che quando Silvio si pone un obiettivo lo raggiunge e mi auguro che anche questa nostra iniziativa vada a buon fine. Da parte mia sono pronto a mettere a disposizione le mie esperienze, attingendo idee e suggerimenti anche da altre discipline sportive, per far si che la FCI possa dare delle risposte convincenti a tutti coloro che, da qualsiasi specialità, si avvicinano alle due ruote”.

Massimo Panighel sarà uno degli ospiti in collegamento nel corso dell’ormai consueta diretta del venerdì sera di Silvio Martinello per presentare ad appassionati e addetti ai lavori alcuni dei progetti dedicati al mondo del fuoristrada già pronti per il prossimo quadriennio. Anche la diretta di venerdì 22 gennaio, andrà in onda a partire dalle 20.30, sulle pagine Facebook di Silvio Martinello, sul canale YouTube dedicato e sul sito www.silviomartinello.it

 

CHI E’ MASSIMO PANIGHEL

Trevigiano di Casale sul Sile, classe 1968, quadro direttivo bancario, sposato, padre di tre figli, negli anni si è distinto oltre che come grande appassionato delle ruote grasse anche come organizzatore di grandi eventi dedicati alla MTB, con l’associazione Pedali di Marca, di cui è presidente, ha allestito i Campionati del Mondo Marathon del 2011 a Montebelluna (Tv) e del 2018 ad Auronzo di Cadore (Bl) a cui vanno aggiunti il Campionato Europeo Marathon del 2010 a Montebelluna (Tv) e ben cinque edizioni dei Campionati Italiani.

La sua lungimiranza e la sua capacità organizzativa gli hanno permesso di dare vita ad alcune delle manifestazioni più prestigiose e affascinanti del calendario del fuoristrada riservate alla MTB come la Gran Fondo del Montello, la Terre Rosse, la 3Epic e la nuova Mythos Primiero Dolomiti.

 

TROVI SPORTvicentino anche sui socialnetwork: AD OGNUNO IL SUO SOCIAL

Ti potrebbe interessare:

Fiducia, determinazione ed equilibrio le parole d’ordine di Mimmo Di Carlo per la sfida tra LR Vicenza e Cremonese

Redazione

Coppa Italia amara per le quattro vicentine dell’hockey pista: mercoledì il derby Montebello – Bassano

Redazione

Il Bardiani CSF Faizanè in sella nel Trofeo Laigueglia e nell’Umag Trophy

Redazione

Lascia un commento