2.8 C
Vicenza
28 Gennaio 2021
SPORTvicentino
Manuel Enzo portiere FC Azignano Valchiampo
Arzignano Valchiampo Calcio Primo Piano

Voglia di riscatto per Manuel Enzo il portiere dell’Arzignano Valchiampo

CALCIO – SERIE D – Ha raccolto un’eredità importante come quella di Riky Tosi quando ha scelto di venire ad Arzignano. Ma lo ha fatto convinto dei suoi mezzi e deciso di gettarsi a capofitto in una nuova sfida, rinunciando a vivere l’esperienza della Lega Pro per vestirsi di gialloceleste. Poco da fare, Manuel Enzo ha voluto fortemente diventare il portiere dell’Arzignano Valchiampo quest’anno, ed ha accettato con entusiasmo la proposta fatta dal ds Serafini. Finora il suo rendimento è stato all’altezza della situazione, riuscendo a dare grande sicurezza al reparto arretrato. Con il giovanissimo portiere abbiamo voluto parlare del ko di misura di Mestre, del prossimo impegno casalingo col Chions, e soprattutto del suo ambientamento nella nuova realtà gialloceleste.

 

Manuel Enzo, che valutazioni ti senti di fare della partita con il Mestre? Che partita è stata e come valuti il risultato finale che purtroppo non ha arriso all’Arzignano?

“La partita col Mestre è stata molto equilibrata. Abbiamo avuto un paio di occasioni importanti, soprattutto nel primo tempo. Sapevamo che avremo dovuto affrontare una squadra tosta e determinata che veniva da tre sconfitte e aveva ancora più voglia di portare a casa il risultato e riscattarsi”.

E’ stata una partita molto combattuta ed equilibrata. Sei d’accordo col fatto che è stato solo un episodio a fare la differenza?

“Dispiace per come è finita perché tornare a casa con una sconfitta fa sempre male. Dal canto nostro sappiamo che quello che abbiamo fatto a Mestre non basta, ma restando umili e determinati quali siamo, andremo ad affrontare una partita tosta anche domenica dove dobbiamo portare a casa il risultato contro una squadra organizzata. Sono convinto che se saremo in grado di restare uniti e lottare tutti assieme come una vera famiglia, come abbiamo dimostrato per diverse partite prima di ieri, saremmo in grado di portare a casa sicuramente punti determinanti per il nostro cammino. Sappiamo quello che valiamo e non è di certo una partita che ci farà abbassare la testa”.

Domenica (ore 14,30) si torna a giocare in casa con il Chions. Che partita ti aspetti? Con che spirito bisogna prepararla pensando che si affronta l’ultima della classe?

“La gara con il Chions sarà dura come qualsiasi altra partita; affrontiamo un avversario che ha fame ed è organizzato. Stanno vivendo un momento difficile e questo deve farci stare ancora più sul pezzo perché conosciamo il valore del nostro avversario”.

Come procede il tuo ambientamento nella realtà di Arzignano? Che sensazioni ti regala giocare in questo ambiente?

“Arzignano per me è diventata una seconda famiglia; personalmente sto crescendo molto in tutti gli aspetti perché sto vivendo una situazione nuova in uno spogliatoio importante come il nostro. Ringrazio tutte le persone che quotidianamente mi sono affianco a che assieme a me lottano per I propri obbiettivi e gli obbiettivi della squadra, da tutti i miei compagni al mister Bruzzichessi e a tutto lo staff. Ho scelto Arzignano e rifarei la scelta che ho fatto altre mille volte perché è una famiglia che ti dà tanto e che ti permette di lavorare in serenità, ma che allo stesso tempo richiede il massimo. In più ho lasciato alle mie spalle il Legnago promosso in Serie C per venire qui e lottare con questa società perché so quanto vale e so il progetto che il presidente e i direttori portano avanti da anni”.

Che messaggio mandiamo ai tifosi arzignanesi in vista di domenica, per spingerli a seguirci in Diretta Streaming?

“Spero di poter rivedere presto i tifosi al Dal Molin per lottare assieme a loro e al loro tifo che ci manca moltissimo, e vorrei rassicurali che noi ogni domenica metteremo, come stiamo facendo, l’anima e il corpo per vederli felici e renderli orgogliosi della maglia che indossiamo che ha un peso non indifferente”.

 

TROVI SPORTvicentino anche sui socialnetwork: AD OGNUNO IL SUO SOCIAL

 

Ti potrebbe interessare:

Nei quarti di Coppa Italia una vicentina per match: Lodi-Bassano, Forte-Trissino, Valdagno-Follonica, Sarzana-Montebello

Francesco Brasco

Diana Ziliute candidata al consiglio della Federciclismo in quota tecnici a fianco del candidato presidente Martinello

Francesco Brasco

Oro per Edo Baldo (Sci Club Cortina) nel team event dell’Alpe Cimbra (Folgaria): nell’U16 Italia batte Germania

Francesco Brasco

Lascia un commento