7.6 C
Vicenza
20 Ottobre 2020
SPORTvicentino
Baseball Primo Piano Slider

Per il Ceppo Vicenza é un derby amaro: addio finalissima

La squadra Under 18 de Il Ceppo Vicenza sconfitta in semifinale dal Fossano

 

Serie C: Padova – Il Ceppo Vicenza  4 – 2

Il Ceppo Vicenza esce a testa alta dalla semifinale secca dei playoff promozione per la serie B. Il Padova con un punteggio risicato ma meritato, 4 a 2,  ha messo sotto i vicentini che solo nel finale sono riusciti ad accorciare le distanze.

Diciamo subito che il lanciatore padovano, Giovanni Faccini (ex A1), è stato sopra le righe e ha tenuto banco per tutte e 9 le riprese. Ha praticamente impedito ai berici le battute che avrebbero consentito l’avanzamento sulle basi e la segnatura dei punti. E quando il pitcher padovano ha cominciato a cedere, all’ultima ripresa, per il Ceppo Vicenza era ormai troppo tardi. Infatti gli unici punti segnati dalla squadra berica sono stati realizzati proprio nell’ultima attacco. Una partita con pochi punti segnati vuol dire che è stata una gara tesa ed equilibrata dove le difese riuscivano spesso a zittire le mazze avversarie.

Non hanno sfigurato neanche i nostri lanciatori che, ricevuti dal catcher Lance Noon, hanno registrato delle buone medie: Christian Bauit: 5.2 inning, 3 punti, 3 ER, 5 K, 4 BB, 1 HP, 4 H e Giacomo Padilla: 2.1 inning, 1 punti, 1 ER, 2 K, 1 BB, 2 HP, 1 H. Ma il pitcher padovano è stato super. Basta vedere lo scorer che segna 13 strike out per il Padova e solo 3 per i vicentini. Per Il Ceppo Vicenza, poi, un errore difensivo in più, 2 a 1 e un paio di battute valide in meno. Le 3 battute valide dei vicentini, tutte da una base sono state di Matteo Costa, Ernesto Gallo e Giacomo Padilla. Il manager vicentino Carlos Padilla riconosce il merito degli avversari ma plaude anche ai suoi che hanno espresso contro una grande squadra tutto il loro valore.

Ora c’è un’altra partita da giocare per completare la classifica per il 3°/4° posto ,però bisognerà aspettare la conclusione dell’altra semifinale perché essendo stata sospesa per oscurità sul punteggio di 12 a 12 la gara fra Alpina Trieste e Ponzano Veneto dovrà essere conclusa domenica 17 ottobre.

Otto giorni dopo, la vincente si incontrerà per la finalissima col Padova mentre la perdente ospiterà il Ceppo Vicenza per la finalina. Questo incontro del 25 ottobre sarà anche l’ultima partita stagionale outdoor del Vicenza Bsc.

 

Under 18: Alcoolital Fossano – Il Ceppo Vicenza  5-0

Nel concentramento a 4 di semifinale nazionale disputato sabato scorso al Saini di Milano la formazione Under 18 de Il Ceppo Vicenza ha dovuto alzare bandiera bianca contro il Fossano.

La squadra piemontese ha intontito i vicentini che, nonostante una partenza a razzo nella 1^ ripresa (però senza segnare punti) parevano essere all’altezza con un triplo di Lorenzo Chessari ma poi nessuno è riuscito a farlo segnare. Invece il Fossano, più ordinato in difesa e preciso, in battuta ha via via legittimato il successo segnando 5 punti e questa vittoria gli ha consentito di disputare anche l’ultima gara di qualificazione della giornata per la Final four contro l’Ares Milano.

Fra Fossano e Vicenza le statistiche si equivalgono con 3 battute valide per parte; strike out 5 a 5; corridori lasciati in base 8 a 8. Il divario risultato determinante sono stai gli errori difensivi: 3 del Ceppo e nessuno dell’Alcoolital. Restando in casa vicentina si segnalano i lanciatori: Lorenzo Chessari: 1.1 inning, 1 punti, 1 ER, 1 K, 3 BB, 0 HP, 1 H; Giacomo Padilla Giacomo: 4.2 inning, 4 punti, 1 ER, 7 K, 2 BB, 1 HP, 2 H; i ricevitori: Diego Chessari 4 inning, Tobia Zonta 2 inning. Le battute valide: Chessari 1 triplo e 1 singolo, Michele Valente 1 singolo. Il manager Carlos Padilla probabilmente si aspettava qualcosa in più, non serve recriminare per qualche assenza, è andata così sperando che quanto visto in campo sia stato accumulato nella saccoccia dell’esperienza.

Per la cronaca in gara 1 l’Ares Milano aveva battuto lo Junior Rimini per 1 a 0. Il Fossano dopo aver vinto sul Vicenza per 5 a 0 ha perso la finale con l’Ares per 11 a 1.

Sabato 17 ottobre la squadra milanese dell’Ares con le altre 3 vincenti le altrettanti semifinali nazionali (Ronchi dei Legionari, Grosseto e Torre Pedrera) si contenderanno lo scudetto tricolore sui diamanti di San Marino e Rivabella di  Rimini.

Curosità: L’Ares Milano è la squadra di Elio e Faso, frontman e bassista del gruppo “Elio e le storie tese” appassionatissimi del “batti e corri” che rivestono rispettivamente il ruolo di vice presidente e presidente-allenatore della squadra milanese.
A margine della prima partita dei vicentini, un nostro giocatore a nome della società li ha invitati per un prossimo incontro (anche culinario) a Vicenza.

Softball U18 del Bussolengo

Questa squadra che annovera fra le sue componenti numerose vicentine, 7 su 10, fra tesserate ed ex tesserate, sabato scorso ce l’ha fatta: in quel di Bollate ha prima battuto la squadra di casa per 5 a 2 e poi la piemontese La Loggia per 13 a 3 qualificandosi per la finale scudetto a 3 squadre.

Sabato 17 ottobre Il Bussolengo softball scenderà sul diamante di Casteldebole di Bologna contro il Collecchio e le Blue Girls Pianoro per tentare di cucirsi nelle casacche lo scudetto di categoria.

In bocca al lupo!

 

Carlos PadillaMichele ValenteGiacomo PadillaLorenzo ChessariGiacomo Padilla e il presidente dell'Ares Milano Faso

 

Ti potrebbe interessare:

Terza vittoria di fila per Velcofin Interlocks Vicenza: le interviste [VIDEO]

Francesco Brasco

CALCIO – Con il nuovo DCPM stop alla Terza categoria ed alle giovanili provinciali. Pitton: “Un provvedimento discriminante”

Redazione

Di Carlo vuole l’urlo dei 1000 del Menti per i tre punti

Redazione

Lascia un commento