16.2 C
Vicenza
15 Giugno 2024
SPORTvicentino
Padel Primo Piano Slider Tennis Varie

Ad Altavilla taglio del nastro per il nuovo Centro sportivo Delta


Una struttura moderna, funzionale, dotata di materiali di ultimissima generazione, in cui lo sport si mette al servizio della comunità: per crescere e per diventare grandi assieme.

Si presenta così il nuovissimo Centro sportivo Delta Altavilla, inaugurato sabato 16 settembre con il taglio del nastro da parte del sindaco Carlo Dalla Pozza, dell’assessore allo sport Francesco Centofante, del vice presidente della Fitp Gianni Milan e, naturalmente, dal presidente del Centro Delta Enrico Zen.

Una sinergie di forze che, dal bando del 2020 all’ultimazione dei lavori, ha portato un risultato che è sotto gli occhi di tutti: 5 campi da padel panoramici di ultimissima generazione, con il tappeto in erba sintetica testurizzata, copertura in legno lamellare e a doppia membrana, due campi da tennis con copertura geodetica anche qui a doppia membrana e due campi polivalenti (calcetto e tennis).

Un investimento importante, come ha sottolineato anche il sindaco di Altavilla Vicentina Carlo Dalla Pozza, di oltre un milione e mezzo di euro che riqualifica però l’impianto, a cui si affianca anche la nuova tensostruttura comunale, che sarà a disposizione delle associazioni sportive locali.

“Lo sport è condivisione di valori e ci aiuta a far comunità” ha sottolineato l’assessore Francesco Centrofante.

Inaugurare questi nuovi impianti non può che rendermi felice– gli ha fatto eco il vice presidente nazionale della Federazione italiana tennis e padel Gianni Milan, che poi ha aggiunto – Il tennis è considerato, dopo il calcio, lo sport più popolare in Italia e a parlare sono i numeri. Negli ultimi 20 anni i praticanti sono passati da un milione a quattro milioni, i tesserati da 150.000 a 550.000, il giro d’affari di una Federazione come la nostra da 15 a 150 milioni, con proiezioni stimate verso i 180. Per fare un confronto il calcio si aggira sui 190 milioni, il basket ed il volley dai 45 ai 50. Questo ci fa capire dove sono arrivati il tennis ed il padel ed il nostro obiettivo è di diventare sempre più popolari. Il rovescio della medaglia, però, è rappresentato dalle strutture, in particolar modo quelle comunali, spesso datate o addirittura obsolete. Per questo le amministrazioni devono darci una mano e quella di Altavilla già vent’anni fa è stata lungimirante dando ai privati la possibilità di costruire un bellissimo impianto sportivo. Oggi ha confermato di voler guardare avanti e questa struttura ne è la prova. Tutto ciò, però, è stato reso possibile grazie ad Enrico Zen. Dieci anni fa era solo un maestro, oggi è un imprenditore importante nel panorama sportivo nazionale, ha portato Tennis Comunali Vicenza tra i primi 10 circoli in Italia e sono sicuro che altrettanto bene farà con il Centro sportivo Delta”.

Perfetto l’assist proprio per la persona che ha investito e creduto fermamente in questo nuovo progetto, Enrico Zen: “Essere qui oggi rappresenta un’emozione speciale perché si accende una nuova sfida, bella e coinvolgente come quando da giocatore scendevo in campo – ha dichiarato il presidente ed amministratore unico della società – Nel 2010 ho iniziato la mia attività di imprenditore con Tennis Comunali Vicenza e, a distanza di anni, posso dire, con un pizzico forse di presunzione, che i risultati raggiunti siano sotto gli occhi di tutti.

Ricominciare in una struttura che, a livello di impiantistica, può essere già considerata un’eccellenza, vuol dire guardare avanti verso traguardi sempre più ambiziosi.

Entusiasmo e passione sono gli stessi di quando sono partito, in più c’è l’esperienza di questi anni che, aggiunta alla gioventù di una nuova fantastica squadra, ci permetterà di sognare e di regalarci e regalarvi soddisfazioni, risultati e le emozioni di crescere e diventare grandi assieme”.

Applausi e poi il taglio del nastro.

Tanti gli ospiti, gli amici e gli sportivi presenti all’inaugurazione con la sorpresa dell’arrivo dell’arbitro internazionale Daniele Orsato.

E, dopo l’apertura affidata alle note dell’inno di Mameli, non è potuto mancare un brindisi inaugurale al Tie-Break Bar, il nuovo bar-ristorante in cui il “terzo tempo” dopo le partite si trasforma nel piacere di stare assieme anche una volta finito di giocare.

Da segnalare infine che il Centro Sportivo Delta Altavilla è stato scelto dalla Fitp (Federazione italiana tennis e padel) come sede per i raduni tecnici dei giocatori Under 18 del Nord est.

Ti potrebbe interessare:

Giuseppe Cuomo con la maglia del LR Vicenza fino a giugno 2026

Redazione

Sport ed inclusione sociale: una tavola rotonda venerdì 14 giugno a Palazzo Chiericati

Redazione

A Carrara il sogno promozione del LR Vicenza resta… pietrificato

Redazione

Lascia un commento