15.7 C
Vicenza
29 Settembre 2022
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano Slider

Diavoli “on fire”: sabato c’è Ferrara e domenica la Supercoppa con Milano

HOCKEY IN LINE – Mc Control Diavoli Vicenza affronterà un week end impegnativo con due test che potranno dare qualche segnale sulla stagione appena iniziata.

Sabato (inizio gara ore 18) al pattinodromo di viale Ferrarin arriva il Ferrara, per la terza giornata di regular season, mentre domenica (inizio gara ore 17) in palio il primo titolo della stagione, la Supercoppa, contro Milano, trofeo che i vicentini non sono ancora riusciti ad aggiudicarsi, sconfitti nelle precedenti sfide proprio da Milano.

Ma andiamo con ordine. I biancorossi, dopo i primi due impegni in campionato, Asiago e Verona, superati con due belle vittorie, anche se con qualche errore, devono confermarsi sabato in casa contro una formazione fra le più quotate e che nella scorsa stagione ha creato non poche difficoltà. I Diavoli sono cambiati dall’anno scorso e devono ancora crescere, soprattutto nella sintonia in pista e nella condizione della squadra, ma la qualità dei singoli può fare la differenza in qualsiasi momento. A Ferrara incontreranno l’ex capitano biancorosso Andrea Ustignani, tornato a “casa”, dove è cresciuto, dopo cinque anni a Vicenza.

Per i vicentini sarà importante restare concentrati su Ferrara e non pensare all’impegno che li aspetta domenica con il match contro Milano.

Non sarà facile, visto che domenica i biancorossi si giocano il primo titolo stagionale, contro i rivali di sempre del Milano, orfani di Vendrame e Hodge, passati proprio al Vicenza, di Belcastro, andato ad Asiago, ma rinforzati dai nuovi arrivi dall’Italia e dall’estero, e guidati quest’anno da Gianluca Tomasello, grande esperto di sfide al vertice anche a livello internazionale.
Sarà una gara da 1×2, con tanti stimoli e tante aspettative da entrambe le parti e tanta fame di vittoria da parte dei vicentini che vogliono riscattare la stagione passata.

 

Protagonista, lo scorso anno con Milano e quest’anno con Vicenza, Tobia Vendrame, considerato uno dei migliori giocatori italiani e internazionali, premiato nei mondiali dello scorso anno come miglior giocatore, colpo del mercato estivo dei biancorossi.
– Partiamo da sabato contro Ferrara.
“Ferrara ha sicuramente dimostrato anche nelle prime due partite di essere competitiva, ha subito zero gol quindi speriamo di riuscire noi ad entrare nella loro difesa e segnare qualche gol. Poi dobbiamo pensare anche a domenica. Chiaro dobbiamo giocare una partita alla volta, ma il pensiero per domenica c’è, è in palio la Coppa. La società ci tiene molto a portarla a casa perché è un trofeo che manca a Vicenza, quindi cercherò di fare il meglio e cercheremo di fare tutto il possibile”.
– C’è il rischio di avere la testa già a domenica.
“Si, però ci siamo già passati, sappiamo che dobbiamo pensare una partita alla volta. Quindi stiamo concentrati su sabato, poi passata la partita stacchiamo un po’ la testa e pensiamo a domenica”.
– Queste due prime gare cosa hanno detto sullo stato di forma dei Diavoli? Siete pronti per le prossime sfide?
“Mi sembra che stiamo giocando abbastanza bene, creiamo molte occasioni, dobbiamo stare più attenti in difesa, però è normale quando c’è tanto talento si è propensi più ad attaccare che a difendere. Comunque credo che nelle partite più importante si giochi più difensivi. Diciamo che siamo a buon punto, ma abbiamo ancora molto da lavorare”.
– Lo scorso anno hai vinto tutti i titoli con Milano, quest’anno proverai a batterli. Qualche segreto da svelare ai tuo compagni?
“Segreti non ne ho. So che loro scendono sempre in campo per vincere, soprattutto nelle partite che contano e hanno la mentalità vincente. Quindi dobbiamo stare molto attenti, non sottovalutare la gara, anche perché sono degli avversari molto forti e hanno preso dei giocatori pesanti e quindi sarà difficile”.
– Rispetto allo scorso anno anche Milano è cambiata. Sulla carta chi è il più forte fra Milano e Vicenza?
“Secondo me sulla carta sono più forti loro, però le partite vanno giocate, entriamo in campo quattro conto quattro e quindi vedremo alla fine cosa dirà il risultato”.
– In veste di ex sarà una partita particolare?
“Sicuramente la vivo da ex, mi dispiace anche come sono andate le cose per il mio amico Corey, però io voglio bene a tutti i ragazzi, abbiamo passato insieme una bellissima stagione quindi gli auguro il meglio….naturalmente sempre un po’ meno di quello che auguro a noi”.
– Torniamo su sabato e Ferrara, a proposito di ex i Diavoli ritroveranno da avversario Ustignani.
“Usti sarà un pilastro della squadra soprattutto a livello difensivo. So che poi hanno due innesti stranieri quindi bisognerà vedere in campo. A vedere i risultati difendono molto bene, quindi son tutti da temere”.
–  E nel Milano chi bisogna tener d’occhio maggiormente?
“Nel Milano ci sono sette, otto giocatori che sono tutti da nazionale, quindi sarà una bella sfida”.
– Il fattore campo potrà essere decisivo?
“Sicuramente sarebbe più bello giocare in casa, però entrambi entreremo in campo con la testa per vincere, non importa dove, non importa quando. Quindi conta, ma fino ad un certo punto”.

 

Ti potrebbe interessare:

Nuovo “look” ed attrezzature per la palestra di ginnastica del palasport di Vicenza

Redazione

A Villa Cordellina brillano le “stelle” dello sport della Provincia di Vicenza

Redazione

Calcio d’inizio ufficiale per la nuova stagione della Rangers Rugby Vicenza

Redazione

Lascia un commento