26.1 C
Vicenza
14 Aprile 2024
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano Slider uncategorized

Al Menti la sfida tra LR Vicenza e Lecce finisce 2-1: venerdì ad Alessandria per l’impresa

L.R. Vicenza – Contini (dal 74’ Grandi); Brosco, De Maio, Bruscagin (dal 74’ Giacomelli); Maggio, Zonta (dal 61’ Meggiorini), Cavion (dal 90’+5′ Dalmonte), Lukaku (dal 74’ Crecco); Ranocchia, Da Cruz; Diaw. A disposizione: Grandi, Pasini, Padella, Bikel, Boli, Cappelletti, Cester, Alessio. All. Francesco Baldini.

Lecce – Gabriel; Gendrey (dal 90’+7′ Calabresi), Lucioni, Dermaku, Gallo; Hjulmand, Blin (dal 35’ Helgason (dal 90’+7′ Rodriguez)), Gargiulo; Strefezza (dal 82′ Ragusa), Coda, Di Mariano (dal 82′ Listkowski ). A disposizione: Bleve, Plizzari, Tuia, Bjorkengren, Barreca, Majer, Asencio. All. Marco Baroni.

Arbitro: sig. Maurizio Mariani di Aprilia, assistenti Luca Mondin di Trevisom e Stefano Del Giovane di Albano Laziale, quarto ufficiale Nicolò Marini di Trieste. VAR: Davide Ghersini, assistente Marco Bresmes

Marcatori: 69’ Strefezza (L), 90’+4’ Diaw (LRV) su rig., 90’+13′ Ranocchia (LRV)

Ammoniti: Lucioni (B), Diaw (LRV)

Spettatori: 10.019 di cui 1281 ospiti, incasso 81.825 euro

Note: terreno in ottime condizioni, temperatura mite

 

CALCIO SERIE B – Emozionante! Le parole per una volta non riescono a descrivere l’atmosfera che si respira al Menti per la penultima di campionato tra LR Vicenza e Lecce.

A far vibrare il cuore le due curve, la sud rigorosamente biancorossa a cercare di spingere, con un solo urlo, vincere, i biancorossi alla ricerca della salvezza; dall’altra la nord, tutta giallorossa, pronta a festeggiare il ritorno in serie A dei suoi beniamini.

Per quanto riguarda la formazione Baldini conferma sostanzialmente quella vista a Como con l’inserimento di Da Cruz in attacco dal primo minuto sulla sinistra, Ranocchia a destra e Diaw punta centrale; a centrocampo spazio a Zonta chiamato a supportare Cavion e con Lukaku di spinta o, quando serve, in aiuto della difesa che, davanti a Contini, schiera Brosco e Maggio esterni e De Maio e Bruscagin coppia centrale.

Buona partenza dei padroni di casa che, dopo un’incursione di Da Cruz, sono pericolosi al 10’ con Diaw che, pescato bene in area, calcia addosso a Lucioni.

Al 16’ replica il Lecce con Strefezza e Contini si fa trovare pronto a deviare in angolo.

Ci prova ancora Strafezza al 22’ e, sul capovolgimento di fronte, Da Cruz calcia alto sopra la traversa. Al 32’ l’occasione forse più clamorosa con un contropiede di Diaw che smarca perfettamente Lukaku dalla parte opposta: la propensione per il gol non é però quella del celebre fratello e il pallone potente non inquadra lo specchio della porta.

Al 37’ Diaw viene fermato fallosamente da Lucioni mentre era lanciato verso la porta: cartellino giallo per il capitano ospite con i biancorossi a chiedere invece il rosso per la chiara occasione da rete.

Niente di fatto e primo tempo che si chiude sullo 0-0.

Inizia la ripresa e subito un’incursione di Di Mariano viene fermata in corner dal recupero di De Maio.

Al 55’ capolista vicino al vantaggio: Coda su punizione colpisce la base del palo.

I pugliesi sembrano essere tornati in campo con un piglio decisamente più offensivo e, due minuti più tardi, Strefezza conclude sul fondo di un niente. Ed é lo stesso giocatore a riprovarci, su un capovolgimento di fronte, calciando fuori a porta vuota.
Decide di cambiare Baldini puntando su una formazione ancora più offensiva: fuori Zonta e dentro Meggiorini.

Ma sono ancora gli ospiti ad andare vicinissimi al gol sempre con Strefezza il cui tiro é deviato in angolo.

Il Vicenza prova a prendere coraggio: la conclusione di Ranocchia al 63’ é troppo centrale per sorprendere Gabriel.

All’ennesimo tentativo arriva però il vantaggio del Lecce con, neanche a dirlo, il solito Strefezza che batte Contini complice una deviazione.

A questo punto esplode la curva nord con tanto di lancio di petardi che cadono in campo: ad avere la peggio é proprio il portiere biancorosso, che resta a terra ed é costretto ad uscire dal campo in barella. E qui la partita si ferma per diversi minuti con animi piuttosto accesi .

Si riprende finalmente a giocare e, oltre a Grandi al posto di Contini, entrano anche Crecco e Giacomelli per Bruscagin e Lukaku.

Sembra però una gara avviata verso l’ennesima sconfitta e, invece, allo scadere dei tempi regolamentari l’arbitro Mariani, dopo il consulto con la Var, assegna il calcio di rigore per un fallo su Meggiorini. Dal dischetto batte lo stesso attaccante: il tiro rasoterra centrale viene bloccato da Gabriel. Esultanza Lecce, ma il direttore di gara fa ripetere e questa volta Diaw non sbaglia: 1-1.

Sono 14 i minuti di recupero e per l’assalto finale dentro anche Dalmonte al posto di Cavion.

E proprio quando manca un minuto alla fine ecco che Filippo Ranocchia estrae dal suo cilindro una prodezza balistica che s’insacca imparabilmente in rete. E la prima rete in biancorosso del centrocampista é quella che vale anche il successo più importante.

Al Menti finisce 2-1 ed esplode la gioia come non succedeva da tempo: venerdì ad Alessandria c’è però la battaglia decisiva, quella che non si può sbagliare, per non vanificare quanto fatto in queste ultime due giornate. Ma intanto, per una sera, si può essere felici, almeno un po’, dopo essere stati sull’orlo del baratro ed essersi rialzati. E, allora, tu chiamale se vuoi… emozioni!

 

 

Ti potrebbe interessare:

Nelle prove della Salita del Costo Merli rilancia la sfida a Faggioli

Redazione

La Civitus Allianz Vicenza domenica a Ravenna cercando il bis salvezza

Redazione

La Velcofin Vicenza domenica contro Vigarano nell’ultima casalinga di regular season

Redazione

Lascia un commento