1.9 C
Vicenza
2 Febbraio 2023
SPORTvicentino
Primo Piano Slider Varie

Il Piano strategico dello sport si avvia alla conclusione a metà dicembre: dall’Agorà nuove proposte

Sono stati oltre i 40 rappresentanti di una trentina di associazioni sportive che hanno partecipato all’Agorà dello sport, l’appuntamento che si è tenuto sabato 6 novembre al centro polifunzionale di via Lago di Pusiano dedicato agli operatori del settore nell’ambito del percorso di redazione del Piano strategico dello sport.

L’incontro, organizzato dall’assessorato alle attività sportive in collaborazione con il Centro studi e ricerche dello Studio SG Plus Ghiretti & Partners, è stato presieduto dal sindaco Francesco Rucco, dal vicesindaco con delega alle attività sportive Matteo Celebron, dal presidente Comitato Regionale Veneto del Coni Dino Ponchio e dal docente del Master Sport dell’Università degli studi di Parma Roberto Ghiretti.

Si tratta della seconda tappa del percorso intrapreso dall’amministrazione comunale per progettare un piano strategico sportivo efficace e utile per il territorio vicentino – precisa il vicesindaco con delega alle attività sportive Matteo Celebron – Dopo le attività di indagini telefoniche e somministrazione di questionari a scuole e società sportive che si sono svolte tra fine settembre e metà ottobre. Coinvolgendo i soggetti che quotidianamente vivono e operano nel mondo sportivo contiamo di riuscire a garantire la massima aderenza del percorso alla realtà nella quale andrà a inserirsi il piano, definendo strumenti che possano rispondere alle reali necessità del mondo sportivo”.

Sono state molte le riflessioni emerse dai tavoli di lavoro organizzati sul tema dello sport in città, con particolare riferimento ad alcuni focus.

Per quanto riguarda il primo, su “I luoghi dello sport: impiantistica indoor e nuovi spazi sportivi outdoor”sono state evidenziate la necessità di implementare spazi outdoor per la pratica sportiva libera, la richiesta di sostegno per la partecipazione a bandi per la concessione di impianti sportivi e l’esigenza di un palazzetto dello sport in grado di attrarre grandi eventi sportivi nazionali ed internazionali.

Con riferimento al secondo tavolo di lavoro, “Una società a misura di territorio: la gestione di una moderna società sportiva”, i partecipanti hanno espresso la volontà delle società sportive di crescere, anche grazie ad un supporto formativo così da comprendere le nuove esigenze delle famiglie, dei praticanti e della società. Considerato, inoltre, che lo sport è una potente rete sociale, appare fondamentale migliorare la comunicazione, sia per far conoscere le realtà e i progetti sportivi, sia verso i propri interlocutori.

Infine, dal terzo tavolo di lavoro “Promozione dello sport, nuovi servizi e nuove opportunità”, è emersa la necessità di una maggiore collaborazione tra le società al fine di raggiungere tutta la popolazione che al momento non pratica sport. In questo senso è importante implementare in tutti i quartieri delle aree outdoor dedicate allo sport che possano essere gestite in collaborazione tra Comune e società sportive. Anche con le scuole serve instaurare un rapporto più stretto, sia a livello di trasporti, che per quanto riguarda i progetti nel doposcuola.

Verso metà dicembre, il Piano strategico dello sport sarà concluso e costituirà per l’amministrazione la base di lavoro per il rilancio delle politiche sportive cittadine, soprattutto dopo il pesante periodo vissuto a causa della pandemia da Covid-19.

Ti potrebbe interessare:

Da venerdì pronti a rombare in Fiera i motori di Rally Meeting 2023

Redazione

A Trento pareggio di rigore firmato Parigi per l’Arzignano Valchiampo

Redazione

Il LR Vicenza cade al Menti nella ripresa rimontato dal Novara

Redazione

Lascia un commento