8.2 C
Vicenza
26 Ottobre 2021
SPORTvicentino
Basket Primo Piano Slider

AS Vicenza sprecona viene rimontata da Mantova dopo un tempo supplementare

Mantova- Vicenza 75-67 (20/19, 42-34, 46-49, 63-63)

Mantova: Llorente 20, Togliani 8, Petronio 2, Bernardoni, Calzolari, Pizzolato 4, Bottazzi 8, Monica 19, Ruffo 14, Marchi, Truzzi ed Errera ne. All.Purrone

Tiri da due 23/45  da tre 5/20  Tl 14/17  Rof 12 Rdif 30 tot 42 PP 20 Pr 5.Uscita 5 falli Bernardoni.

A.S.Vicenza: Fietta ne, Tonello 8, Bellon ne., Monaco 3, Garzotto 2, Storti 2, Mioni 9, Sturma 8, Villarruel 21, Reschigian ne., Chrysanthidou 6, Tagliapietra 1O. All. Sinigaglia

Tiri da due 15/41   da tre 8/23  Tl 13/20  Roff15  Rdif 25 Rtot 40 PP 22 PR 6 .Uscita 5 falli Monaco.

Arbitri Marenna e Giudici.

 

BASKET SERIE A2 FEMMINILE – Incredibile quello che è successo nel finale della partita S. Giorgio Mantova Agricoltura – A.S.Vicenza. A 35 secondi dalla fine Vicenza è a più cinque – 63/58 – con palla in mano con Mantova in bonus, Vicenza a due falli. A questo punto la vittoria è in mano e, invece, succede quello che non ti aspetti. Mioni passa a Tonello, ma il pallone corre sotto le gambe della compagna ed esce: capita anche ai portieri di calcio più famosi. Sulla rimessa brava Mantova a liberare il cecchino Monica – migliore in campo – che indisturbata (altro grave errore berico!), segna da tre. Manca una manciata di secondi e Vicenza attacca male sprecando la palla della sicurezza. Nell’ultima azione, avanti di due punti, Il team berico, senza commettere falli possibili per frenare il gioco avversario (la squadra biancorossa non era in bonus), ha permesso ancora una penetrazione fino a sotto canestro a Togliani che va in lunetta a tre secondi dalla fine. La mano le trema, sbaglia i due tiri liberi del pareggio, ma sul successivo rimbalzo la bravissima Llorente arpiona un pallone salvifico ed impatta. Il supplementare è tutto di marca lombarda con Vicenza sfinito, incredulo e demoralizzato. Peccato davvero! Una partita già vinta buttata alle ortiche. Giusto tributare un grande elogio alle avversarie che ci hanno sempre creduto non mollando mai. In casa vicentina d’obbligo il mea culpa.

La gara è stata molto combattuta, corretta, spesso bella con ottime giocate da ambo le parti. Il primo quarto, dopo un tentativo vicentino di fuga iniziale, subito rintuzzato, si è chiuso sul 20/19 per le padrone di casa. Musica virgiliana nel secondo quarto con la squadra di Purrone sul più 10 – 39/29 – con Vicenza che si riporta sotto di cinque, ma subisce allo scadere la bomba di Monica a sancire il 42/34.

Dopo l’intervallo sale in cattedra finalmente Vicenza, ricuce lo svantaggio, comincia  a difendere come sa e chiude in vantaggio sul 49/46, costringendo Mantova a segnare solo quattro punti. Il quarto atto segue la falsariga del terzo con Villarruel e compagne sempre in testa: massimo vantaggio 60/54 con bomba siderale di Tagliapietra. Il rocambolesco finale è già stato descritto.

Alcune note: nei tiri liberi Mantova realizza 14/17, ma il suo ultimo errore vale il pareggio! Vicenza con il suo 13/20 ha da rammaricarsi. Ottimo l’8/23 sui tiri da tre, male le 22 palle perse di cui 8 solo nel primo quarto. Mantova ha giocato una partita gagliarda e nel finale, a parte i demeriti vicentini, è stata lucida e determinata vincendo con grande cuore.

Sabato il team di Sinigaglia attende a Vicenza Sanga Milano, vincitore alla grandissima della gara d’esordio con Torino per 99-42. La sconfitta  non deve lasciare strascichi: Vicenza si è dimostrata sì ingenua, ma viva, lottatrice, ottima in fatto di grinta e di generosità, con buoni aiuti difensivi che non si vedevano da tempo.

Gli incidenti inopinati capitano, la legge dello sport è inflessibile: bisogna reagire e guardare avanti, consci che c’è molto da lavorare. Rientrerà Elena Fietta, prudentemente tenuta a riposo per una infiammazione al ginocchio che la giocatrice si porta dietro dal torneo di Milano di 15 giorni fa.

Ti potrebbe interessare:

Il presidente Mettifogo regala il podio alla Scuderia Palladio Historic nel Rally Città di Bassano

Redazione

Hanball Malo “risplende” in testa alla classifica dopo aver piegato l’Arcobaleno Oriago

Redazione

Tennis Comunali Vicenza troppo giovane e si “perde” nella Selva Alta

Redazione

Lascia un commento