11.7 C
Vicenza
4 Marzo 2021
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano Slider

Reggiana – LR Vicenza 2-1: “inutile” il gol di Zonta

Reggiana – LR Vicenza 2-1

Marcatori: 17’ Ajeti (R), 73′ Muratore (R), 94’ Zonta (V)

Reggiana – Cerofolini; Libutti, Ajeti, Rozzio, Gyamfi (85 Yao); Varone (85 Espeche), Del Pinto, Muratore; Radrezza (60 Pezzella); Kargbo (59 Mazzocchi), Ardemagni (60 Zamparo). A disp. Venturi, Voltolini, Gatti,  Muratore, Zampano, Lunetta, Cambiaghi, Kirwan. All. Alvini

LR Vicenza – Grandi; Bruscagin, Pasini, Cappelletti, Barlocco; Agazzi (57 Vandeputte), Pontisso (72 Zonta), Cinelli; Giacomelli (65 Dalmonte); Meggiorini (65 Gori), Marotta (57 Jallow). A disposizione: Perina, Zecchin, Beruatto, Padella, Valentini, Rigoni, Longo. Allenatore: Di Carlo

Arbitro: Prontera; assistenti: Perrotti, Lanotte; IV Ufficiali: Marcenaro

 

CALCIO SERIE B – Dopo i due pareggi consecutivi al menti contro Frosinone e Chievo il LR Vicenza torna in formato trasferta contro la Reggiana, squadra in crisi di risultati e che non vince da otto partite.

Cambia ancora una volta, anche per gli impegni ravvicinati che si sono susseguiti nell’arco di una settimana, Mimmo Di Carlo: in difesa ecco dunque Cappelletti-Pasini come coppia centrale, con Barlocco che rientra a sinistra e Bruscagin confermato a destra; centrocampo inedito con Agazzi che parte titolare insieme con Cinelli e il ritrovato Pontisso; Giacomelli si riprende il ruolo di trequartista davanti alla coppia d’attacco composta dal solito Meggiorini e da Marotta.

L’inizio è di studio con le due squadre che si affrontano prevalentemente a centrocampo. Al 17’ arriva, però, improvviso il vantaggio di padroni di casa, che non segnavano da un mese e mezzo: punizione dalla destra di Radrezza per il colpo di testa in area di Ajeti che batte Grandi 1-0.

La replica biancorossa è affidata al 23’ ad un altro colpo di testa, questa volta di Cappelletti, sul piazzato di Giacomelli: senza problemi controlla Cerofolini.

Provano ad insistere gli uomini di Di Carlo alla mezz’ora: azione di rimessa con Marotta che mette in mezzo per Meggiorini anticipato in corner dall’intervento di Rozzio. Sulla battuta del calcio d’angolo il pallone arriva fuori area a Cinelli, che prova la conclusione da fuori non inquadrando però lo specchio della porta.

Stessa sorte al 34’ per il tentativo di Pontisso. Al 38’ Giacomelli serve bene sulla sinistra Barlocco che effettua un cross basso sul quale Marotta non riesce ad intervenire e sul successivo cross libera la difesa di casa. Ancora Marotta al 40’ che prova a deviare sotto porta il tiro di Cinelli: pallone sul fondo.

Chiude in avanti il Vicenza, ma il primo tempo sancisce il vantaggio della Reggiana e sull’1-0 si va al riposo.

Inizia la ripresa senza nessun cambio nei due schieramenti. Al 53′ recupera un pallone a centrocampo e lancia sulla sinistra Meggiorini che effettua un traversone dalla parte opposta per Agazzi che prova la conclusione sul primo palo bassa: non si fa sorprendere Cerofolini.

Inizia a rimescolare le carte Di Carlo non soddisfatto della prova dei suoi: ecco dunque al 57′ dentro Vandeputte e Jallow per Agazzi e Marotta.

Al 65′ altro doppio cambio dalla panchina biancorossa: fuori Meggiorini e Giacomelli per Gori e Dalmonte con il Vicenza che ha “rivoluzionato” completamente il fronte d’attacco alla ricerca del pareggio.

Al 72′ entra in campo anche Zonta, ma é la Reggiana a trovare il raddoppio al 73′ con un rasoterra di Muratore che mette il pallone rasoterra nell’angolino dopo che Dalmonte e Cinelli non erano riusciti a reimpostare l’azione dalla difesa. Prova a reagire il Vicenza con un colpo di testa di Pasini sulla punizione di Dalmonte: controlla ancora una volta il portiere di casa. All’86’ un tiro-cross di Bruscagin termina fuori non di molto. Troppo poco per cercare di ristabilire la parità in campo e solo all’ultimo dei quattro minuti di recupero arriva il gol di Zonta che dal limite dell’area si coordina bene riprendendo un pallone che era sfuggito nell’uscita al portiere di casa. 2-1 e, poco dopo, il triplice fischio dell’arbitro a sancisce il ritorno alla vittoria della Reggiana e la sconfitta di un Vicenza che, come già successo con l’Entella, ha dimostrato di non far valere la sua personalità soccombendo nel gioco e nella grinta.

Da ritrovare in fretta (entrambe) in vista del derby di venerdì sera (ore 21) al Menti con il Venezia.

“È una sconfitta che brucia, perché noi non abbiamo espresso il nostro gioco – il commento a caldo di Mimmo Di Carlo – Paghiamo i nostri errori, però c’è tutto per ripartire e reagire. Se il gol di Zonta fosse arrivato 5 minuti prima, come speravo, si poteva forse riaprire la partita. Chiudiamo il girone d’andata a 21 punti, qualcuno in meno rispetto a ciò che potevamo avere: dobbiamo essere bravi nel girone di ritorno a recuperarli sul campo”.

 

Ti potrebbe interessare:

Bassano corsaro a Montebello: decisivo il gol dell’ex Galbas alla fine del primo tempo

Francesco Brasco

As Vicenza perde con onore contro le fortissime dell’Akronos Moncalieri [FOTO]

Francesco Brasco

Migross Asiago torna dal Voralberg vincitore: 3 gol di Magnabosco e uno di Rosa mettono a tappeto il Bregenzerwald

Francesco Brasco

Lascia un commento