19.6 C
Vicenza
5 Luglio 2020
SPORTvicentino
ArzignanoChiampo Calcio Primo Piano

CALCIO – L’Arzignano Valchiampo perde 1 a 2 nel primo scontro play out contro l’Imolese

FC ARZIGNANO VALCHIAMPO – CALCIO IMOLESE 1919 1-2 (pt 0-2)
FC ARZIGNANO VALCHIAMPO: Tosi, Tazza, Balestrero, Lo Porto (st 13’ Barzaghi), Bonalumi, Pasqualoni, Perretta, Casini (st 23’ Hoxha), Ferrara (st 43’ Pattarello), Kouko (st 42’ Rocco), Piccioni (st 23’ Heatley). All. Colombo. A disposizione: Faccioli, Calcagno, Bigolin, Sbaffo, Maldonado, Cais
CALCIO IMOLESE 1919: Rossi, Boccardi, Chiecchi, Carini (st 35’ Della Giovanna), Tentoni, Marcucci (st 23’ Alimi), Garattoni, Ingrosso (st 35’ D’Alena), Padovan (st 15’ Artioli), Belcastro (st 23’ Sall), Chinellato. All. Cevoli. A disposizione: Libertazzi, Valeau, Scarlino, Suliani, Schiavi, Alboni, Provenzano, Maniero.
ARBITRO: Fabio Natilla di Molfetta. ASSISTENTI: Giulio Basile di Chieti e Giuseppe Di Giacinto di Teramo
RETI. Pt 5’ Chinellato (I), 25’ aut. Piccioni (I). St 45’ Barzaghi (A)
NOTE. Partita a porte chiuse. Un minuto di silenzio per le vittime del Covid-19. Espulsi: nessuno. Ammoniti: Bonalumi, Tazza, Padovan. Angoli: 4-2. Recupero: pt 2’; st 6’.

(LA DIRETTA DI PAOLA AMBROSETTI)

Due sfide per decidere una stagione e salvare la categoria, quella con la C rigorosamente maiuscola.

L’Arzignano Valchiampo scende in campo a Montorio, allo stadio Gavagnin Nocini, causa indisponibilità del Menti per giocarsi contro l’Imolese la possibilità di restare nel calcio professionistico.

Si gioca in un sabato caldo, di inizio estate, con l’incognita della lunga inattività sulle spalle o, meglio, sulle gambe. Ma la sfida é di quella che non lascia spazio a grandi considerazioni tecnico – tattiche: una partita da uomini veri l’ha definita alla vigilia il presidente Lino Chilese, che proprio oggi festeggia il suo compleanno e vorrebbe brindare con il regalo della vittoria dei suoi ragazzi.

Dopo un minuto di raccoglimento per ricordare la scomparsa del dirigente arzignanese Graziano Marana, pronti, via con la squadra di Colombo subito in avanti.

Maldonado si fa male durante il riscaldamento e viene sostituto da Carini. Al 5’ la doccia fredda: azione personale sulla fascia destra di Chinellato, che va via senza che nessun difensore riesca a contrastarlo e fa partire un diagonale che si insacca impagabilmente sotto la traversa della porta difesa da Tosi.

0-1 e gara subito in salita per i giallocelesti, che provano subito a replicare con Ferrara: blocca in presa alta Rossi.

I romagnoli mostrano a tratti un buon fraseggio palla pur non disdegnando di ricorrere alle maniere forti tra le proteste arzignanesi e dell’arbitro Natilla della sezione di Molfetta. Al 15’ bell’invito di Casini per l’inserimento di Piccioni, che però non riesce ad arrivare sul pallone. Al 17’ va via sulla sinistra Lo Porto, ma il suo cross viene a bloccato dal portiere. Al 25’ arriva invece il raddoppio dell’Imolese: su palla inattiva é Piccioni ad infilare il suo portiere Tosi. 0-2. Colombo nel time-out del “cooling break” prova a caricare i suoi giocatori invitandoli a crederci fino in fondo. Palla a centrocampo e ci prova Baestrero, ben servito da Piccioni, con la sua conclusione deviata in calcio d’angolo.

Al 37’ si accendono gli animi in campo con l’Imolese che vuole il cartellino rosso per un fallo di Tazza: l’arbitro decide per due gialli, a Tazza e a Chinellato per proteste. Nel finale ancora Arzignano. Al 42’ è Kouko a cercare di creare scompiglio in area ospite, ma la difesa rossoblu salva all’ultimo. Al 43’ cross di Piccioni, sponda di Balestrero e tiro di Perretta, bloccato in due tempi da Rossi. Dopo due minuti di recupero il primo tempo si chiude sul risultato di 0-2.

Inizia la ripresa e giallocelesti subito vicini al gol: cross di tazza, il colpo di testa di Piccioni termina di poco a lato. Immediata la replica dell’Imolese con una conclusione di Belcastro (il match-winner al Menti) deviata in corner. Nella ripresa é un monologo dell’Arzignano che reclama anche due calci di rigore (uno per presunto fallo di mano). L’inserimento di Barzaghi porta scompiglio nell’area avversaria con il suo pallone messo in mezzo che danza sulla linea di porta senza che a nessuno dei compagni riesca la deviazione vincente.

E’ quindi Balestrero ad essere anticipato davanti al portiere dal recupero di Garattoni. Spazio ai cambi da parte di entrambe le panchine. Per i giallocelesti dentro Flores Heatley é Hoxha al posto di Piccioni e Casini.

Con il passare dei minuti l’Arzignano sembra aver perso un po’ del suo ardore pur provando con insistenza a cercare quel gol che potrebbe riaprire la sfida soprattutto in vista del ritorno di martedì ad Imola. Ci provano Balestrero e Kouko, ma in qualche modo la difesa avversaria riesce sempre a liberare. Nel finale dentro anche Pattarello e Rocco per l’assalto finale. E proprio al 90’ arriva la rete di Barzaghi a riaccendere le speranze di rimonta.
Sei i minuti di recupero.

Al 49’ chance per il pareggio sulla testa di Pattarello, che però non riesce a dare forza al pallone e Rossi si salva. Il finale è un assedio gialloceleste, col colpo di testa di Heatley, ma il gol del pareggio purtroppo non arriva nonostante la generosità dei padroni di casa.

 

FOTO DI ALESSANDRO ZONTA

« 1 di 2 »

 

Ti potrebbe interessare:

ARBITRI – Massimo Biasutto è il nuovo presidente regionale

Redazione

MOTORI – Anche il Team Bassano si rimette in moto

Redazione

Scarica SPORTvicentino di venerdì 3 luglio 2020

Redazione

Lascia un commento