25.6 C
Vicenza
22 Giugno 2024
SPORTvicentino
Atletica Primo Piano Slider

Martedì 8 agosto l’atletica leggera torna regina in città con il Meeting Brazzale


ATLETICA LEGGERA – Al campo Perraro di Vicenza, martedì 8 agosto, torna il Meeting Brazzale. L’appuntamento, arrivato alla quinta edizione, è organizzato da Atletica Vicentina in collaborazione con il Comune. La manifestazione, di carattere internazionale, inserita nel World Global Tour e riservata alle categorie assolute, vedrà atleti di venti nazionalità diverse e numerosi nomi di spicco.

A darne l’annuncio sono stati Leone Zilio, assessore allo sport, Barbara Lah, presidente di Atletica Vicentina (AV), Roberto Brazzale, presidente di Brazzale Spa, Manuela Levorato, vicepresidente Fidal Veneto, Sergio Cestonaro, direttore del Meeting, e un gruppo di atleti tra cui Ottavia Cestonaro, fresca campionessa italiana nel salto triplo e nel lungo.

In campo al Perraro ci saranno i migliori esponenti azzurri, alcuni dei quali cresciuti proprio tra le file dell’AV Brazzale, e atleti di valore internazionale, grazie all’ingresso della competizione nel circuito dei Meeting Italiani Fidal, l’insieme degli appuntamenti internazionali di prima fascia in programma sul nostro territorio, riuniti nel cosiddetto “Progetto meeting”. Vicenza rappresenterà per molti un importante test in vista degli imminenti Mondiali di Budapest. Il parterre risulta già molto ricco ma potrebbero aggiungersi, nei prossimi giorni, altri nomi.

“È un onore ospitare al campo comunale Perraro di via Rosmini un evento di rilievo come il Meeting Brazzale – afferma Leone Zilio, assessore allo sport – Per la città rappresenta un imperdibile appuntamento con la grande atletica, grazie ad un programma di gara che richiama campioni nazionali, internazionali e anche giovani promesse. Il Meeting Brazzale rappresenta l’esempio dei grandi eventi sportivi che vogliamo nella nostra città: manifestazioni che sappiano valorizzare il territorio, coinvolgere appassionati e cittadini e favorire la diffusione e la crescita del brand Vicenza”.

“Un progetto molto voluto e sentito – spiega Barbara Lah, presidente di Atletica Vicentina – iniziato cinque anni fa, che ha portato ad inserire la manifestazione tra i meeting italiani più importanti rappresentando una “classica” della stagione agonistica e una tappa fissa per molti atleti di alto livello. Il Meeting vuol essere un momento di festa e di spettacolo per promuovere l’atletica sul nostro territorio, ma anche un modo per dire grazie a chi ci sostiene e ci permette di portare avanti tutta la nostra attività, ovvero la “Brazzale Spa”. Il Meeting Brazzale rientra nella nostra finalità di promozione sportiva nel territorio così come l’adesione al “Progetto Pista- Piano Sviluppo Talento” a cui abbiamo aderito quest’anno. Attendiamo un pubblico numeroso pronto a tifare gli atleti, tanti genitori con figli per far conoscere loro lo spettacolo dell’atletica e farli appassionare al nostro sport”.

Siamo felici di assistere alla rapida crescita dell’importanza nazionale del Meeting e di ciò va dato merito alla società Atletica Vicentina ed ai tanti volontari che ne garantiscono un’organizzazione impeccabile – continua Roberto Brazzale, presidente di Brazzale Spa – Un meeting importante nel nostro territorio non è solo strumento per promuovere l’atletica tra i giovani e le famiglie, ma anche un prezioso momento di confronto ed esperienza dei nostri atleti e tesserati a contatto con così grandi campioni. Il carnet di concorrenti di questa edizione testimonia il gradimento che il lavoro di Atletica Vicentina riscuote nel mondo dell’atletica e della reputazione dei suoi dirigenti ed atleti”.

Gli atleti

Oltre al programma internazionale si disputeranno delle gare giovanili, 60 metri per la categoria ragazzi e 80 per quella cadetti, dove saranno in campo gli atleti delle società collegate che fanno parte della grande famiglia dell’Atletica Vicentina.

Nei 100 si preannuncia una gara di alto livello con atleti con un primato sotto i 10”40 tra i quali il keniano Mark Odhiambo, accreditato di 10”05, il giamaicano Wendell Miller (10”35), lo spagnolo Pablo Montalvo (10”34), e l’ugandese Benson Okot (10”38). Al femminile sono annunciate le gemelle giamaicane Tina, capace di corre in 10”95 e due volte campionessa mondiale U20 nella distanza, e Tia Clayton (11”23), due volte oro iridato nella staffetta 4×100 corsa con la sorella, e la spagnola Maria Isabel Perez (Spagna), che si presenta con 11”07.

Il programma gare prevede l’inserimento dei 400 metri ostacoli con il beniamino di casa Michele Bertoldo, quinto agli Europei U23 e secondo ai tricolori assoluti di Molfetta, pronto a ritagliarsi un ruolo da protagonista. Con lui ci saranno Mattia Contini e il brasiliano Arturo Terezan che vanta un personale di 49”18. Al femminile la slovena Vika Rutar che si presenta con 57”92.

Negli 800 si vedrà in azione il campione italiano assoluto dei 1500, Pietro Arese, quarto agli Europei,  in una gara che si prospetta di spessore con il canadese Stephen Evans, sceso quest’anno a 1’47”02, e l’ucraino Yevhen Hutsol che ha già corso il doppio giro di pista in 1’46”56. Potrebbe tornare a correre nuovamente a Vicenza il bosniaco Amel Tuka, più volte medagliato alle rassegne iridate. Tra le donne si inserisce nel parterre la slovena Anita Horvat che quest’anno si è portata fino a 1’58”73. In gara anche le azzurre Eleonora Vandi e Serena Troiani.

Nel lungo ci sarà il francese, campione europeo nel 2014, Benjamin Compaoré, che vanta un primato di 8.02,  Antonino Trio mentre è costretto a dare forfait per infortunio lo sloveno Tan Cernigoj, vittorioso nella passata edizione del Meeting. A questi potrebbe aggiungersi Filippo Randazzo, fresco vincitore dei tricolori assoluti di Molfetta.

Nella pedana dell’alto si vedranno in azione i migliori specialisti azzurri, tra cui l’atleta di casa, Manuel Lando che quest’anno è salito fino a 2.25, Marco Fassinotti, Eugenio Meloni, e il greco Antonios Merlos, che vanta nel suo palmares un oro ai mondiali U20 e una miglior misura di 2.23.

Da seguire con attenzione anche la gara del triplo dove ci sarà la beniamina di casa, Ottavia Cestonaro, protagonista a Molfetta con due titoli assoluti nel triplo e nel lungo. Lo scorso anno vinse con 14.05 ma ottenne anche un 14.26 ventoso. Rinnova la sua presenza a questo meeting la tedesca Maria Purtsa, terza nel 2022. Prima volta a Vicenza per la francese  Sokhna Galle.

Nell’asta le migliori due esponenti italiane dell’asta, la primatista italiana Roberta Bruni e la veneta Elisa Molinarolo, vincitrice lo scorso anno. La pedana del Campo Perraro ha sempre portato fortuna a Leonardo Fabbri, vincitore delle ultime quattro edizioni del Meeting Brazzale, reduce dal titolo assoluto con 21.80 precedendo il compagno di allenamenti Zane Weir, campione europeo in sala e secondo agli assoluti con 21.69. Tra gli avversari dei due azzurri il norvegese Marcus Thomsen che ha ottenuto quest’anno il personale di 21.12.

Presente, nel disco femminile, il podio dell’edizione 2022 composto dalle azzurre Daisy Osakue, Stefania Strumillo, Diletta Fortuna e, nel martello, ritorna Sara Fantini ed è annunciata Rachele Mori, oro iridato junior. Al maschile, in pedana, il campione italiano assoluto Simone Falloni con gli altri due medagliati di Molfetta, Giorgio Olivieri e Giacomo Proserpio con l’inossidabile Marco Lingua, primo nel 2022 con una misura a ridosso dei 70 metri, e l’atleta arancione Catalin Bodean, sesto ai tricolori assoluti.

Ti potrebbe interessare:

Domenica 23 giugno l’atletica giovanile protagonista ad Arzignano

Redazione

Il LR Vicenza in ritiro sull’Altopiano di Piné dal 21 luglio al 3 agosto

Redazione

Per la Giornata internazionale dello yoga venerdì a Carrè c’è “Respiro”

Redazione

Lascia un commento