15.7 C
Vicenza
29 Settembre 2022
SPORTvicentino
Hockey Hockey pista Primo Piano Slider

L’Hockey Trissino mercoledì sera in casa per allungare nella serie tricolore con Lodi

HOCKEY PISTA FINALE SCUDETTO – La vittoria in gara 1 non significa nulla e niente, in una serie da cinque puntate. Però è davvero un gran vantaggio che si è costruito il team di Alessandro Bertolucci con quel “fotonico” secondo tempo che ha ribaltato un match che sembrava poter condurre l’Amatori Lodi davanti al suo numeroso pubblico.
Per raggiungere le tre vittorie per cucirsi sul petto lo scudetto ora il Trissino potrà contare in quattro gare su una strada in discesa: proprio in uno dei match più importanti della stagione, il vincitore della stagione regolare ci ha messo lo zampino. Un timbro che sarà indelebile in questa corsa allo Scudetto, che però presenta anche dei chiari-scuri tra i blucelesti.

Forti del miglior attacco stagionale e della miglior difesa, non sono stati esenti da critiche, soprattutto nel primo tempo, quando la squadra è stata sin troppo in balìa della velocità dei lombardi. Diversi contropiede che sono stati messi a segno che hanno portato in vantaggio un Lodi quanto mai cinico e preciso, dimostrando nei fatti il percorso fatto in tutti questi mesi con il duro lavoro e la cura dei dettagli. Però nella ripresa tutto il “bel” Lodi che si era visto si è sciolto sotto i colpi del gioco vicentino, apparso nettamente ad un altro ritmo. Non solo Giulio Cocco, che nel primo tempo ha sciorinato “numeri” davanti al suo ex pubblico. Il Trissino ha dimostrato che le velocissime rotazioni del primo tempo hanno lasciato una squadra molto più tonica e lucida nella “sauna” lombarda che hanno fatto la differenza con il passare dei minuti.

Sul pareggio di Malagoli e sul tapin di Faccin,c’è proprio la fatica di tenere il ritmo bluceleste, non assillante ma sicuramente più tonico. Ma sul 3-2 Lodi è ritornata per un attimo a giocare come nel primo tempo ed ad impensierire non poco il Trissino che, a sua volta, con grande confidenza ha poi gestito più che ottimamente il resto del match, allungando fino al 5-2 con le reti di Malagoli (doppietta) e Faccin. I padroni di casa hanno dato tanto in pista dopo quel 3-2, forse lasciando un po’ troppo presto il match agli avversari che poi hanno sfruttato la poca lucidità altrui.
Poche le ore per preparare un match così importante, tuttavia sotto l’aspetto motivazionale l’Amatori può ancora dare qualcosa che non si è visto in gara 1. Non solo Jordi Mendez, al suo quinto incontro stagionale senza gol, su 35 partite: una statistica incredibile per costanza di rendimento e micidiale per le sorti dei giallorossi dopo i primi 50 minuti.

Dalle ore 20.30 in diretta MS Sport e MS Channel, l’attesa è tutta ancora per l’Amatori Lodi per pareggiare la serie e rilanciare per gara 4, ma per il Trissino, la fiducia nei propri mezzi ormai è ai massimi livelli e dovrà continuare su questa strada che ha già solcato per tutto l’arco della stagione (16 vittorie consecutive!) per arrivare al raddoppio e puntare tutto sulla terza sfida domenica alle ore 18.

Arbitri dell’incontro i due arbitri viareggini Massimiliano Carmazzi e Franco Ferrari.

 

Nella foto di copertina Romeo D’Anna (Amatori Wasken Lodi) e Davide Gavioli (GSH Trissino) – Photo Credit: Alberto Vanelli

Ti potrebbe interessare:

Venerdì 30 settembre trasferta difficile in Ungheria per la Migross Asiago

Redazione

Nuovo “look” ed attrezzature per la palestra di ginnastica del palasport di Vicenza

Redazione

A Villa Cordellina brillano le “stelle” dello sport della Provincia di Vicenza

Redazione

Lascia un commento