22.3 C
Vicenza
22 Luglio 2024
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano Slider

Per i Diavoli Vicenza sarà ancora finale scudetto contro Milano

HOCKEY IN LINE – Mc Control Diavoli Vicenza conquista gara 3 con una grande prestazione e un risultato di 14-2 che dimostra tutta la qualità e la determinazione dei biancorossi, decisi a chiudere la serie e staccare subito il biglietto per la finale, dove troveranno, come da pronostico, Milano che ha avuto ragione dell’Asiago.
Gara tutta diversa da quella di mercoledì, grazie al fattore pista, e alla volontà dei vicentini di mettere al più presto al sicuro la partita e il risultato. Partiti subito in quarta hanno fatto vedere un gran gioco e una grande coesione di squadra, oltre al grande valore dei singoli.
Onore alle armi a Verona, che, nonostante il risultato finale, ha dato il massimo, non ha mollato fino all’ultimo, e può contare su tanti giovani di talento che hanno cercato, soprattutto in gara 1 e 2, di mettere il bastone fra le ruote ai biancorossi.

Nel primo tempo i Diavoli sono partiti subito bene, con alcune occasioni fermate da Gadioli e ci sono voluti quasi quattro minuti per sbloccare il risultato grazie ad un diagonale micidiale di Sigmund, del tutto recuperato e in forma dal rientro. Verona non sta a guardare, reagisce e impegna Michele Frigo, attento a chiudere la porta, e poi l’accoppiata a stelle e strisce biancorossa sigla l’allungo: assist di Sigmund e gol di Hodge che impegna subito dopo Gadioli, così come fa Sigmund poco dopo. I Diavoli sono lanciati e sulla ribattuta di Gadioli, su conclusione di Dal Sasso, è Nicola Frigo a segnare il 3-0. Verona chiama time out , ma appena si riprende ancora Hodge infila il portiere avversario. Alla prima penalità chiamata ai gialloplu, fuori Marco Raccanelli, in rete va Vendrame, poi palo colpito da Lorenzo Campulla, e bis di Vendrame nuovamente in power play per il 6-0 dei vicentini. Gli avversari impegnano Michele Frigo e botta e risposta da entrambe le parti con i portieri chiamati in causa più volte. A sei minuti e mezzo dall’intervallo grande assist filtrante di Hodge per Delfino che non perdona: 7-0. Verona cambia portiere, fuori Gadioli e dentro Pierobon, ed accorcia andando in rete con Pietrobon, ma sono di nuovo i Diavoli a prendere le redini della gara e ad allungare con Dal Sasso, bravo a concludere in rete cadendo e raccogliendo una ribattuta del portiere, e con Delfino. Il primo tempo si chiude sul 9-1 e con due penalità: prima fuori Delfino e dopo poco Sabaini.
Nella seconda frazione di gioco dentro Filippo Olando a difendere la porta vicentina. Dopo quasi due minuti  10-1 siglato da Lorenzo Campulla e dopo tre minuti undicesima rete con Hodge, tripletta per lui. Ci prova di nuovo Dal Sasso: scheggia il 7 della porta, poi a fermarlo è Pierobon e alla penalità fischiata a Carrer è proprio Dal Sasso a segnare, deviando il tiro di Sigmund. Poi bravo Olando su incursione del Verona, ma in meno di un minuto prima Delfino, tripletta anche per lui, e poi Pace portano a 14 le reti dei Diavoli. Bravo Olando su Dal Ben e poi Magnabosco segna il secondo gol degli ospiti che sul finale, penalità fischiata a Francesco Campulla, impegnano di nuovo il portiere vicentino fino al fischio della sirena che sancisce la vittoria dei biancorossi.
– Dopo due gare un po’ più sofferte i Diavoli hanno subito preso il largo. Come ha visto la gara?
“Molto bene, ma io mi trovo perfettamente in questa squadra e soprattutto con i miei compagni di linea, quindi poi diventa tutto più semplice – ha dichiarato a fine gara Corey Hodge autore di una grande prestazione sia in difesa che in attacco, e anche di una tripletta – Si è creata una bella chimica fra di noi e, quindi, indipendentemente dall’avversario, giocare diventa semplice. Sicuramente nelle sfide precedenti, per esempio in gara 2, il fattore pista ha influito sulla prestazione, però avendo giocatori come Nathan, Tobia e Delfino, in linea impostare il gioco risulta più agevole. E, con certi compagni, anche segnare è più facile e grazie a loro si possono creare più spazi di andare in rete anche per me”.
– Adesso la finalissima con Milano…

“Ci sarà da divertirsi, perché è la parte più importante della stagione, saranno delle gare toste, ma anche quelle più stimolanti e che ci si diverte di più a giocare”.

Ed è quindi finale, come da obiettivo di inizio stagione, contro i rivali di sempre del Milano. Una sfida a distanza per tutto il campionato in attesa della fase decisiva che deciderà i vincitori dello scudetto.
L’appuntamento con gara 1, della serie al meglio delle cinque della finale, è per mercoledì 17 maggio alle 20.30 al pattinodromo di Vicenza.


Mc Control Diavoli Vicenza – Cus Verona 14-2 (9-1)

Mc Contro Diavoli Vicenza: Frigo, Olando, Delfino, Frigo N., Vendrame, Campulla L., Campulla F., Dell’Uomo, Chiamenti, Montolli, Pace, Hodge, Sigmund, Dal Sasso, Trevisan. All. Sommadossi D.

Cus Verona: Gadioli, Pierobon, Pietrobon, Magnabosco, Perini, Raccanelli M., Novarese, Lupi, Pernigo, Carrer, Raccanelli A., Dal Ben, Masiero, Sabaini. All. Amadei M.

Arbitri: Slaviero e Rigoni D.

RETI. PT: 3.34 Sigmund (VI), 5.52 Hodge (VI), 7.28 Frigo N. (VI), 7.38 Hodge (VI), 9.41 Vendrame (VI) pp, 11.33 Vendrame (VI) pp, 13.28 Delfino (VI), 14.06 Pietrobon (VR), 16.32 Dal Sasso (VI), 17.01 Delfino (VI);
ST: 21.56 Campulla L. (VI), 24.41 Hodge (VI), 26.54 Dal Sasso (VI) pp, 28.10 Delfino (VI), 28.49 Pace (VI), 34.41 Magnabosco (VR).

 

La fotogallery di Vito de Romeo

Ti potrebbe interessare:

Luca Zamparo il “dottore del gol” mette le sue frecce per l’attacco del LR Vicenza

Redazione

Mario Ierardi ceduto dal LR Vicenza al Catania

Redazione

Dal Cittadella il giovane difensore Riccardo De Zen per l’Arzignano Valchiampo

Redazione

Lascia un commento