7.9 C
Vicenza
1 Dicembre 2022
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano Slider

Baldini alla vigilia del derby a Padova: “Serviranno carattere, concentrazione e pazienza”

CALCIO SERIE C – Francesco Baldini alla vigilia del derby del L.R. Vicenza contro il Calcio Padova.

La strada da fare é ancora lunga. Non mi faccio certo influenzare dal nostro 6-1 casalingo e dalla contemporanea sconfitta del Padova – ha esordito il tecnico – Quindi sono molto concentrato sul messaggio che ho fatto passare ai ragazzi. Noi vogliamo creare un’identità ben precisa, in cui la squadra si riconosca come pure i tifosi e la società. Poi questa identità la possiamo modificare in tante sfaccettature, a seconda degli interpreti che saranno in campo. Abbiamo una rosa importante e dovrò essere bravo a dare il giusto spazio a tutti, anche in funzione dell’avversario di turno”.

Ma che partita sarà?

Il Padova proverà a fare la partita, come è nel dna del suo allenatore e noi dovremmo essere molto bravi ad interpretare i momenti della partita. Dovremo essere bravi soprattutto a soffrire in fase di non possesso perché le squadre di Caneo palleggiano molto bene. Vedremo due formazioni che se la giocheranno dal punto di vista tecnico, ma l’aspetto caratteriale, soprattutto la mente, la concentrazione e la pazienza faranno la differenza in questa gara. Dovremo stare molto concentrati: loro sono in fase di costruzione, hanno comunque delle ottime idee, si vede già la mano dell’allenatore: mi aspetto che facciano di tutto per vincere questa partita”.

La situazione in casa biancorossa?

“Fisicamente i ragazzi stanno bene: da valutare ancora le condizioni di Padella e Cavion, che stanno recuperando. Saranno sicuramente convocati, ma dovremo valutare le loro condizioni durante la rifinitura . Hanno saltato qualche allenamento questa settimana. Anche Cappelletti è a posto e rientra tra i convocati”.

Nervosismo?

“Il nervosismo va bandito, però voglio una squadra di carattere. Non mi stanno bene come nemmeno alla società le ammonizioni stupide, ovvero quelle per protesta, quelle inutili, però voglio una formazione che non lascia niente al caso, che non ha paura di fare un fallo tattico”.

– Sono attesi tanti tifosi biancorossi all’Euganeo?

“Ed è una cosa bellissima, ma noi dobbiamo alimentare con le nostre prestazioni ancora di più questa voglia, questa fiamma, tutti i giorni, con le prestazioni sul campo, con gli allenamenti. Abbiamo iniziato bene sotto questo punto di vista e dobbiamo continuare così: sta a noi dare tutto ogni volta che scendiamo in campo e questo i tifosi lo apprezzano. Contro la Pro Sesto la gente è stata contenta di vedere che il Vicenza non si è accontentato, ha continuato a pressare, a giocare anche sul 5-1. Ho detto ai ragazzi che il fattore campo, in una situazione del genere, si azzera o quasi perché fondamentalmente il pubblico potrebbe essere quasi 50 e 50, quindi dobbiamo considerare di giocare in campo neutro perché avremo tanti tifosi con noi”.

Cataldi e Jimenez?

“Cataldi  é uno dei pochi dubbi che ho: è in crescita, l’ha dimostrato nei minuti che è entrato sabato, ha fisicità, impatto, lo conosco da tempo, sta crescendo di condizione perché l’abbiamo dovuto fermare per un po’ dopo l’infortunio alla caviglia.
Jimenez ha ancora margini di crescita, però nei test atletici è uno dei primi tre della rosa: ha la possibilità di abbinare tecnica a una quantità di volume atletico importante. Zonta è rientrato a pieno regime, è a disposizione.  L’importante è il Vicenza, la squadra: dal collettivo viene poi fuori il valore del singolo e su questo sono stato molto chiaro con i ragazzi perchè starà a me, nell’arco della stagione, dare spazio a tutti”.

Ti potrebbe interessare:

Da Sala degli Stucchi la Rangers Pallanuoto Vicenza si “tuffa” nella serie B

Redazione

Tragedia sulle strade: Davide Rebellin travolto ed ucciso da un camion

Redazione

Nei playoff promozione sarà derby tra Tennis Comunali Vicenza e ST Bassano

Redazione

Lascia un commento