14 C
Vicenza
27 Settembre 2022
SPORTvicentino
Ciclismo Primo Piano Slider

La Gran fondo Liotto fa il pieno di consensi e ricorda Giuseppe Calearo

Domenica 1° Maggio si è svolta la 22^ Edizione della Gran Fondo Liotto fra l’entusiasmo dei ciclisti accorsi a Vicenza per trascorrere, insieme con la famiglia Liotto, una domenica di bel ciclismo e sano divertimento.

L’apertura delle danze è avvenuta già durante il pomeriggio del sabato pre-gara, con la consegna, nel quartier generale della manifestazione in Campo Marzo, della fulgida Nuova Aquila Aero a Edita Pucinskaite, come segno di stima e di profonda amicizia fra la famiglia Liotto e l’ex professionista lituana, campionessa del mondo in linea nel 1999 a Verona.

Siamo qui anche per festeggiare la storia di un secolo di Cicli Liotto, fatta di passione sportiva e di artigianalità made in Italy – ha dichiarato la campionessa – La collaborazione con la famiglia Liotto prosegue a gonfie vele e io mi sento onorata ed orgogliosa di pedalare su una bici Liotto. Elegante ed affidabile, è ormai parte di me e domani sarà la mia compagna fidata per questa nuova, straordinaria avventura.”

Ma la grande attesa era tutta concentrata su domenica 1° Maggio. Pronti per vivere le emozioni di una gara dai ritmi serrati al fianco dei granfondisti, hanno risposto all’appello della famiglia Liotto: Edita Pucinskaite, Marco Canola, Simone Bevilacqua, Angelo Furlan e Filippo Pozzato.

Prima della partenza, Pierangelo, Luigina e Doretta Liotto hanno invitato tutti i presenti ad osservare un minuto di silenzio nel ricordo del compianto Giuseppe Calearo, anima del ciclismo amatoriale vicentino, e per rendere omaggio al vicepresidente nazionale Acsi Emiliano Borgna, assente perché colpito recentemente da un grave lutto familiare: “Il nostro 22° start è dedicato ad Emiliano Borgna, punto di riferimento del movimento amatoriale e grande amico, che ci ha sempre guidati nella creazione e organizzazione delle gare e che ora sta vivendo un momento di grande dolore. Ci manca, il dorsale numero 1 è il suo.”

Dopo il saluto ufficiale delle autorità presenti, il via alla gara è stato dato puntualmente alle 8.15 dal travolgente countdown dello speaker Daniel Guidi.

I nuovi percorsi, ridisegnati in toto da Pierangelo Liotto, impegnativi al punto giusto per divertire e testare la propria preparazione atletica, hanno riscosso il plauso dei corridori per la loro tecnicità e varietà, meritando la definizione, coniata per la gara dal professionista Canola, di “Piccola Fiandre”. I partecipanti hanno lodato, in particolare, le strade pulite, la professionalità degli addetti alla sicurezza e l’ottima segnaletica.

Per il medio maschile, ha trionfato Luca Fantozzi della ASD H3O Race Team, solo al comando durante tutta la gara, secondo Samuel Perini del DT Racing Team SC, terzo Alessandro Bianchin della Spezzotto Bike Team. Per il podio femminile del medio, ha conquistato il primo posto Alessia Bortoli della ASD Capitani Minuterie Metalliche, seconda Silvia Tabacco del Team Armistizio Zerolite, terza Barbara Menegon, UC Limana.

Per il lungo maschile, il team Vivo-MG.K Vis-Dal Colle ha fatto bis con Federico Pozzetto, primo dopo una formidabile fuga che lo ha imposto sul compagno Giulio Scaia arrivato secondo, mentre terzo posto per Fabio Cini della ASD Capitani Minuterie Metalliche. Vittoria femminile nel lungo firmata KTM ASD Scatenati con una straordinaria Michela Giuseppina Bergozza, seguita da Ivana Furlan del Team Ciclocolor ASD e da Giulia Medri del Bikeconcept Team ASD.

Per quanto riguarda le prima tre squadre con più chilometri pedalati, in testa la Pasino Luxury Team (1890 km), seconda l’ASD Gianluca Faenza Team (1500 km) e terzo il Team Borghi Racing (1320 km).

La maglia di Campione Triveneto è stata conquistata da:

Ivana Furlan (Cat. DA), Silvia Tabacco (Cat. DB), Barbara Bovolenta (Cat. DC), Martino Pinto (DEBM), Renato Sinico (Cat. GEN A), Enrico Lazzaro (Cat. GEN B), Giovanni Pietribiasi (Cat. Jun), Oscar Zanni (Cat. SEN A), Guido Girardi (Cat. SEN B), Giuseppe Roman (Cat. SGA), Alfio Maracani (Cat. SGB), Remo Seganfreddo (Cat. SGC), Riccardo Sartori (Cat. VET A), Eros Dalla Mutta (Cat. VET B).

 

Le classifiche complete sono consultabili sul sito www.winningtime.it

Ti potrebbe interessare:

Diavoli “on fire”: sabato c’è Ferrara e domenica la Supercoppa con Milano

Redazione

Sabato per la Rangers Rugby Vicenza la presentazione ufficiale ed il 7° Trofeo Canova

Redazione

La rappresentativa del Veneto U14 al Trofeo Coni con 195 atleti di 40 Federazioni

Redazione

Lascia un commento