1.1 C
Vicenza
29 Gennaio 2023
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano Slider

Al Menti la sfida tra LR Vicenza e Parma viene decisa dal gol dell’ex Tutino

LR Vicenza – Parma 0-1

Marcatore: 32’ Tutino
CALCIO SERIE B – Il LR Vicenza torna in campo tre giorni dopo il ko di Monza per provare a rialzarsi subito: l’avversario, il Parma, é di quelli di nome, con un recente passato in serie A, a dispetto di quanto oggi indichi la sua attuale classifica, poco sopra la zona calda.

Brocchi recupera per l’occasione il suo attacco con Teodorczyk e Diaw e Da Cruz e Dalmonte a supporto.

In difesa confermato Grandi al posto dell’infortunato Contini, con Maggio e Crecco esterni e Brosco e Padella coppia centrale; a centrocampo Bikel e Cavion.

Curva sud gremita e calda a sostenere una partenza decisa dei biancorossi con al 9’ la prima conclusione di Teodorczyk che controlla Turk, chiamato a sostituire in porta Gigi Buffon.

Al 19’ replicano gli emiliani di Iachino, ex di turno, con un’incursione in fascia di Tutino e pallone messo in centro che Maggio spazza via.

Al 32’ arriva il vantaggio ospite con una deviazione sotto porta di Tutino, inizialmente segnalato in fuorigioco, ma dopo un lungo consulto con il Var considerato in posizione regolare dopo il maldestro tocco di Brosco. 0-1 e partita ancora una volta da provare a recuperare.

Dopo un minuto di recupero squadre negli spogliatoi con il coro della curva sud che invita i giocatori di casa ad onorare la maglia a tirare fuori gli attributi.

Inizia la ripresa senza nessun cambio nelle due formazioni.

Al 55’ doppia sostituzione per Brocchi: fuori Teodorczyk e Dalmonte e dentro Meggiorini e Boli. L’attaccante polacco non la prende bene e prende la via degli spogliatoi mandando a quel paese il suo allenatore. Al quarto d’ora il Vicenza trova il gol del pareggio con Diaw, ma l’urto di gioia resta strozzato in gola: posizione di fuorigioco in partenza e rete annullata.

Al 64’ ci prova Meggiorini, ma il giovane portiere Turk, classe 2003, é bravo a respingere.

Sul fronte opposto segna il nuovo entrato Nwnkwo: anche in questo caso gol annullato per offside.

Nuovo cambio con Bruscagin che prende il posto di Crecco.

l finale di gara é acceso: il primo a pagarne le conseguenze é Giuseppe Iachini, allontanato dalla sua panchina al 79.

Ci prova dalla distanza Da Cruz con una palombella a giro che dà l’illusione del gol terminando per una deviazione oltre la traversa. Per l’assalto conclusivo dentro anche Giacomelli al posto di Cavion, tra i migliori in campo soprattutto nel primo tempo.

Ed é proprio il capitano a provarci con una conclusione sul primo palo: blocca a terra il portiere.

Sette i minuti di recupero, ma il risultato non cambia più.

Finisce, dopo l’ultimo brivido affidato all’incursione in area di Padella parata da Turk, con la diciannovesima sconfitta per i biancorossi che escono dal campo tra i fischi ed un eloquente coro accompagnato dall’invito ad andare a lavorare.

A decidere é un episodio, certo é che la squadra ha dimostrato i suoi soliti limiti in fase realizzativa e quegli errori in difesa che sono una costante dall’inizio della stagione.

Domenica arriva l’Ascoli e non é permesso lasciare al Menti altri punti almeno per continuare a sperare.

Ti potrebbe interessare:

Velcofin Vicenza deve centrare la “tripla” casalinga per tornare a sperare

Redazione

Marta Giaretta d’argento nello speciale internazionale dell’ALPECIMBRA Children Cup

Redazione

I Diavoli Vicenza sabato a Monleale pensando alle finali di Coppa Italia

Redazione

Lascia un commento