5.5 C
Vicenza
16 Gennaio 2022
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano Slider

Ad Ascoli arriva la decima sconfitta del LR Vicenza condannato dai “soliti” errori

Ascoli – LR Vicenza 2-1

Ascoli – Leali; Salvi, Botteghin, Avlonitis, D’Orazio (dal 81’ Quaranta); Eramo, Saric, Maistro (dal 48’ Caligara); Sabiri (dal 68’ Collocolo); Dionisi (dal 68’ Bidaoui), Iliev (dal 81’ De Paoli). A disposizione: Guarna, Baschirotto, Tavcar, Franzolini, Fabbrini, Barone, Petrelli. Allenatore: Andrea Sottil.

LR Vicenza – Grandi; Ierardi (dal 34’ Brosco), Pasini, Sandon (dal 73’ Calderoni); Bruscagin, Zonta (dal 81’ Mancini), Taugourdeau (dal 46’ Pontisso), Ranocchia, Dalmonte (dal 73’ Giacomelli); Diaw, Meggiorini. A disposizione: Pizzignacco, Confente, Padella, Proia, Ongaro, Crecco, Giacomelli, Favero, Mancini. Allenatore: Cristian Brocchi.

Arbitro: Daniele Paterna di Teramo, assistenti Marcello Rossi di Novara e Claudio Gualtieri di Asti, quarto uomo Francesco D’Eusanio di Faenza. VAR: Eugenio Abbattista di Molfetta e Pasquale Capaldo di Napoli

Marcatori: 20’ Dionisi (A), 43’ aut. Brosco (LRV), 62’ Diaw (LRV)

NOTE – Ammoniti: Ierardi (LRV), Bruscagin (LRV), Pasini (LRV), Caligara (A), Iliev (A). Spettatori: 3.306 di cui 114 ospiti, incasso pari a 29.662 euro. Terreno in buone condizioni

 

CALCIO SERIE B – Ahi Ahia ahiai Vicenza. Se nel calcio, come nella vita, “errare è umano, ma perseverare diabolico”, ecco che la caduta inarrestabile si arricchisce (o impoverisce dipende dai punti di vista!) di un altro triste capitolo, andato in scena ad Ascoli dove è arrivata la decima sconfitta stagionale.

Fatale il primo tempo dove i padroni di casa, che non vincevano da sei partite, hanno dominato il campo segnando due gol, vedendosene un altro annullato dalla Var, colpendo un palo e creando almeno altre tre limpide occasioni da rete non finalizzate.

Dall’altra parte il gol annullato a Pasini “pescato” in fuorigioco quando colpisce di testa.

E i numeri, anche se non siamo amanti delle statistiche, difficilmente mentono.

Un altro dato incontrovertibile: le reti avversarie arrivano sempre da errori dei giocatori biancorossi, nello specifico Ierardi che non chiude al centro della difesa consentendo l’imbucata di Dionisi e Brosco, appena entrato al posto dello stesso Ierardi, che devia in rete un tiro dell’attaccante bianconero.

Qualcuno potrebbe replicare che sempre i gol arrivano da qualche incertezza perché altrimenti la partita perfetta terminerebbe sullo 0-0.

Sta di fatto che la squadra di Brocchi ha pagato caro l’atteggiamento con cui è scesa in campo, con troppe incertezze e pochi uomini in grado di incidere. Meglio nella ripresa con l’entrata in campo di Pontisso e con il primo gol in biancorosso di Diaw che sembrava potesse riaccendere le speranze di rimonta.

Di tempo per recuperare ce n’era, Meggiorini e baby Mancini hanno provato qualcosa, ma in realtà si è dovuti arrivare al 92’ per recriminare su un contatto sospetto in area che l’arbitro però ha valutato come regolare.

Troppo poco per poter sperare di risalire una china che si annuncia sempre più impervia.

Certo, adesso c’è la sosta con una settimana in più per lavorare e trovare quel qualcosa in grado di invertire la tendenza.
Guardandola dal di fuori ci sembra una situazione “scottante” in quanto non si riescono ad individuare gli uomini in grado di fare la differenza.

Brocchi alla vigilia della trasferta di Ascoli parlava di “attributi” da tirar fuori in questo momento invece, al di là dei limiti tecnici di alcuni elementi, la squadra appare un’incompiuta in cui vecchi e nuovi non sono riusciti a creare quel gruppo indispensabile per fare i risultati e, soprattutto, quadrato quando le cose non vanno bene.

Già perché il calcio è fatto di equilibri e questo Vicenza appare tutto tranne che… equilibrato come del resto attesta il record di ammonizioni per la serie B.

Aspetti su cui riflettere sperando di trovare presto una soluzione perché per il mercato di gennaio bisognerà aspettare ancora e la classifica, purtroppo, non permette un’attesa così lunga.

Ti potrebbe interessare:

I rigori decidono per i Diavoli Vicenza l’infuocato big-match contro Milano

Redazione

Due nuovi casi positivi nel LR Vicenza, ma quattro giocatori si negativizzano

Redazione

Nicola Pasini con la maglia del LR Vicenza fino al 30 giugno 2024

Redazione

Lascia un commento