24.6 C
Vicenza
24 Luglio 2021
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano Slider

Mc Control Diavoli Vicenza cade in casa contro Milano Quanta: mercoledì si replica per gara 2

Mc Control Diavoli Vicenza esce sconfitto da gara 1 della serie di finale play off contro Milano con il risultato di 4-2 e perde l’imbattibilità al termine di una gara equilibrata in cui i vicentini hanno giocato con meno concentrazione e sono stati meno incisivi del solito sotto porta.
Partita difficile, come ci si aspettava, contro una formazione arrivata a Vicenza con tanta determinazione e probabilmente meno pressione degli anni scorsi e i padroni di casa meno brillanti.
Grande impegno da parte di tutti i giocatori scesi in pista e gran lavoro per entrambi i portieri: tante le conclusioni da parte di entrambe le squadre, ma qualche errore in più da parte dei Diavoli.

Nel primo tempo le squadre partono studiandosi e la prima occasione è dei biancorossi con azione Baldan e MacDonald, rientrato a Vicenza la scorsa settimana dopo un lungo periodo negli States e subito in pista, con conclusione deviata fuori. Iniziano una serie di azioni e di occasioni da entrambe le parti, con Michele Frigo e Mattia Mai attenti a blindare le rispettive porte, e un power play a testa non sfruttato né dai vicentini né dai milanesi. Il risultato si sblocca al 14esimo minuto grazie a Nicola Frigo che infila una bella conclusione su assist di Delfino per il vantaggio dei berici. Milano impegna subito il golie biancorosso e Nicola Frigo ci riprova, ma trova Mai. Negli ultimi minuti però Milano insiste e trova il pareggio con Ferrari che conclude con la rete una bella azione personale e si va all’intervallo sull’1-1.

Nella seconda frazione di gioco partono bene i padroni di casa con Nicola Frigo che impegna Mai, disco bloccato in due tempi, e di nuovo bravo il golie dei milanesi a deviare fuori una conclusione di Pace. Ma è Milano ad essere più pericoloso, bravo Michele a dire di no, ma con il power play a favore gli ospiti non perdonano e con capitan Banchero si portano in vantaggio. I Diavoli ci provano con Delfino, conclusione deviata fuori, ma sono ancora gli ospiti ad allungare con il secondo gol di Ferrari (1-3). I padroni di casa reagiscono, il tiro di Pace viene ribattuto da Mai e poi è MacDonald ad andare in gol portando di nuovo a ridosso i suoi, ma il tentativo di uno/due ai biancorossi non riesce ed è di nuovo Milano, prima a sfiorare il gol, bravo Michele Frigo, e poi a segnare con Bellini che porta i suoi sul 4-2.  I Diavoli si sbilanciano, provano a recuperare e impegnano più volte Mai, ma devono stare attenti alle incursioni di Milano sempre pericoloso appena ha il disco. Nell’ultimo minuto e mezzo coach Roffo chiama fuori anche il portiere per tentare l’assalto, ma Mai e compagni sono bravi a chiudersi e a difendere bene e portano a casa la prima gara della serie.

Primo atto che va quindi al Milano, che ha interpretato bene la gara e giocato con carattere, con i Diavoli che una volta digerita la sconfitta devono già ripartire con il carattere e il cuore che li contraddistingue per far vedere il vero volto di questa squadra.

“La sconfitta ci sta, abbiamo vinto molto e poteva capitare prima o poi una sconfitta, peccato che sia nei play off e in casa – ha dichiarato a fine partita Angelo Roffo, allenatore dei biancorossi. – La squadra però l’ho vista bene, nonostante qualche errore. Soprattutto nel primo tempo abbiamo avuto qualche problema con la seconda linea sugli ingaggi, cosa su cui dobbiamo migliorare. Per il resto sapevamo che sarebbe stata dura ed è dura, probabilmente dovremo cambiare qualcosa e ne abbiamo già parlato quindi lunedì lavoreremo insieme proprio per trovare le soluzioni migliori. Dobbiamo tener conto che Milano è una squadra molto forte e quindi in una partita equilibrata ci sta che Milano abbia avuto la meglio. Noi dobbiamo ora pensare alla prossima partita, andare da loro e rimettere a posto il fattore campo che in questo momento se no va a loro vantaggio”.
– In pista anche MacDonald, con un rientro un po’ a sorpresa.
“MacDonald ci ha seguito da lontano per tutta la stagione e ci ha contattati chiedendo di tornare. Noi siamo stati felici di poterlo accogliere di nuovo ora che ha risolto i suoi problemi negli Stati Uniti e potrà stare con noi fino a fine stagione, per il campionato, ma anche per le coppe. Quindi è qui per aiutarci, si è già inserito abbastanza bene, ma credo che non farà altro che migliorare andando avanti. Forse potevo anch’io utilizzarlo in maniera diversa, ma ho visto alcune cose che mi porteranno a fare dei cambiamenti”.
– Cosa è mancato ai Diavoli in questa gara?
“Qualcosa abbiamo sicuramente sbagliato in alcune situazioni. Abbiamo preso un gol su un ingaggio vinto, con il disco che doveva essere nostro e invece sono andati a segnare loro, abbiamo preso un gol in contropiede con noi in possesso del disco e due giocatori pronti a ripartire, abbiamo fatto un passaggio completamente sbagliato e loro hanno segnato un altro gol, quindi ci sono stati sicuramente degli errori. Su qualche altro errore ci ha salvato Michele e su qualche errore del Milano li ha salvati Mai. Però come dico spesso le partite sono decise da episodi che a volte girano a favore a volte contro, quindi noi adesso dobbiamo semplicemente pensare alla prossima partita. Questo è quello che dobbiamo fare perché noi siamo qui perché vogliamo vincere il campionato e non si vince e non si perde la prima partita, anche se ovviamente era meglio partire con una vittoria, ma noi sapevamo che non poteva essere semplice e credo che anche Milano sappia che non sarà semplice. Dovremo combattere fino all’ultimo con molta attenzione, anche stasera entrambe le squadre sono state molto attente, solo nel finale c’è stato qualche sbilanciamento più che altro da parte nostra che dovevamo recuperare, comunque ho visto una buona intensità, una buona reazione, ho visto qualche giocatore non soddisfatto della propria prestazione, ma va bene così, sarà solo da stimolo per fare meglio la prossima gara”.
– E mercoledì gara 2 fuori casa, a Milano.
“In regular season abbiamo già giocato a Milano e abbiamo vinto. Non penso sarà molto diverso giocare fuoricasa. Nella realtà adesso non credo che il fattore campo possa essere decisivo, saranno decisive la nostra condizione, l’intensità con cui entriamo in campo e l’abilità con la quale sapremo sfruttare le situazioni a favore, con la precisione, il passaggio giusto. Il campo è marginale, abbiamo già giocato tante volte a Milano, gli americani sono abituati a giocare in un campo grande, quindi questo non mi preoccupa. E’ importante invece il nostro approccio alla partita che deve essere migliore di quello di questa gara”.

 

Mc Control Diavoli Vicenza – Milano Quanta (1-1) 2-4

Mc Control Diavoli Vicenza: Alberti, Frigo, Wennerstrom, Delfino, Tabanelli, Dell’Uomo, Sigmund, Centofante, Ustignani, Trevisan, Roffo, Baldan, Frigo N., Macdonald, Pace, Piantoni.
All. A. Roffo

Milano Quanta: Mai, Pignatti, Zagni, Barsanti, Ederle, Bellini, Battistella, Lettera, Rigoni F., Comencini, Ferrari, Belcastro, Banchero, Ronco, Spimpolo, Caletti.
All. L. Rigoni

Arbitri: Slaviero e Rigoni D.

RETI. PT: 14.03 Frigo N. (V), 18.14 Ferrari (M);
ST: 25.36 Banchero (M) pp, 30.25 Ferrari (M), 31.17 MacDonald (V), 33.19 Bellini (M).

Ti potrebbe interessare:

Sabato 7 agosto il LR Vicenza a Sassuolo in amichevole (ore 18)

Redazione

Mattina Pegoraro rinnova con Vicenza Volley

Redazione

Jari Vandeputte saluta il LR Vicenza perle il Catanzaro

Redazione

Lascia un commento