16.3 C
Vicenza
11 Maggio 2021
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano Slider

Mc Control Diavoli parte con il piede giusto in semifinale: sabato gara 2 a Padova

HOCKEY IN LINE PLAYOFF – Mc Control Diavoli Vicenza parte con il piede giusto nella serie delle semifinali play off contro Padova e si aggiudica gara 1 con il risultato di 8-1. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto, in una sfida a tratti combattuta, in cui gli avversari hanno pattinato e tenuto alto ritmo e tensione fino alla fine, ma hanno trovato una squadra in gran forma, che gioca sempre più a memoria e che ha nella qualità dei singoli e l’unione del gruppo i suoi punti di forza.
Ottima prova di tutti i biancorossi, con la coppia Sigmund – Delfino sempre micidiale, anche in inferiorità, (ancora una rete del bomber in penalty killing), quattro reti per lo statunitense e due per il numero nove.

A segno anche capitan Roffo, con la prima rete in power play dopo quasi sei minuti, e Baldan a più di dieci minuti dalla fine a chiudere le marcature.
Onore agli avversari, sempre veloci e vivaci, ma i Diavoli hanno tenuto per tutti i 40 minuti le redini dell’incontro e gestito il gioco e nei contropiede o nelle incursioni dei Ghosts ci ha pensato il golie biancorosso, Michele Frigo, a chiudere la porta.

Soddisfazione, quindi, a fine partita e consapevolezza che la stagione è ancora lunga e che bisogna continuare con impegno su questa strada per ottenere i successi sperati.

“E’ stata una bella partita, a parte l’inizio un po’ così così, ma ci siamo ripresi subito e abbiamo trovato il gol e, quando vai in vantaggio di un paio di reti, con questa squadra è una certezza – ha dichiarato Michele Frigo, portiere vicentino. – Ognuno fa il suo dovere e ho visto la formazione in ottima forma. Dopo una partita contro Monleale non proprio brillante, complice il viaggio, la pista e anche il valore dell’avversario, stasera invece abbiamo giocato un bel match e sono soddisfatto, anche perché gara 1 ha sempre un certo peso nella serie ed era fondamentale portarla a casa. E con un risultato così largo è ancora meglio”.
– Un grande contributo, soprattutto in alcuni frangenti della gara, é arrivato dal portiere?
“Ci sono stati dei tiri concentrati e consecutivi in qualche secondo ed è fondamentale tenere sempre alta l’attenzione perché sappiamo che Padova è una squadra molto veloce. Sono passati alcuni minuti anche senza vedere il disco dalle mie parti e, in queste situazioni, cerco sempre di essere pronto, di parare quando arriva il disco ed è andata bene”.
– In questa stagione é diventato sempre più protagonista e riferimento per la squadra…
“Non è stato facile all’inizio trovarsi a giocare da titolare praticamente da un giorno all’altro. Piano piano mi sono ambientato e sono contento. L’obiettivo è di continuare ad allenarmi tanto, fare il meglio possibile perché così arrivano i risultati. L’obiettivo quindi è continuare a migliorare”.
– Sabato gara 2 a Padova, su una pista simile a quella vicentina: che partita sarà?
“Andiamo a casa loro quindi sarà più difficile, ma siamo abituati allo stilmat: è una buona pista e se giochiamo così non ci sono problemi”.
– Come vede la squadra dalla… porta?
“E’ un piacere vedere giocare i miei compagni. Stiamo facendo un grandissimo lavoro da inizio anno e di questo dobbiamo ringraziare anche Angelo che ci ha portato ad avere una condizione molto alta. E’ proprio un gusto osservare la squadra. Da dietro si vede tutto e, a volte, non si riesce nemmeno a capire dove riescono a farl passare il disco, è incredibile. Soprattutto Nathan, che è un giocoliere, quando vuole sa cambiare marcia e può cambiare la partita in qualsiasi momento”.

Ora si volta subito pagina e fra tre giorni l’appuntamento è sulla pista di Padova per un’altra sfida contro i Ghosts.

 

Mc Control Diavoli Vicenza – Ghost Padova (5-1) 8-1
Mc Control Diavoli Vicenza: Frigo M., Piantoni, Wennerstrom, Delfino, Dell’Uomo, Sigmund, Centofante, Tabanelli, Ustignani, Trevisan, Roffo, Pace, Baldan, Frigo N.. Allenatore: Angelo Roffo

Ghosts Padova: Laner, Morandin, Francon, Campulla L., Calore E., Masiero, Pagnoni, Carron Davide, Campulla F., Sobberi, Carron Daniele, Pietrobon, Zorzo, Zanette, Mengato, Monferone. All. R. Cantele

Arbitri: Marri e Soraperra

RETI. PT: 5.52 Roffo (V) pp, 7.45 Sigmund (V), 8.28 Sigmund (V), 13.10 Delfino (V) pk, 14.01 Carron Daniele (P) pp, 19.29 Sigmund (V) pp; ST: 23.28 Delfino (V), 24.20 Sigmund (V), 28.22 Baldan (V).

Ti potrebbe interessare:

Nicola Galvan (Asiago 7 Comuni S.O.K.) si conferma campione italiano Pre-O

Redazione

Il PWT Italia si conferma per il quarto anno campione italiano di orienteering (staffetta)

Redazione

Riccardo Scalet (PWT Italia) si regala il titolo tricolore di orienteering per i suoi 25 anni

Redazione

Lascia un commento