16.3 C
Vicenza
11 Maggio 2021
SPORTvicentino
Basket Primo Piano

La Tramarossa si aggiudica i play off

Serie B: Vicenza annichilisce Ancona 78-64 ed è matematicamente ai play-off!

 

Parziali: 17-17, 19-13 (36-30); 27-18 (63-48), 15-16
Vicenza: Cernivani 5 (2/9, 1/4), Bastone 10 (4/6), Corral 19 (8/11, 1/2), Petracca 1 (0/5, 0/2), Hidalgo 16 (8/14, 0/1); Demarchi 6 (2/2 da tre), Rigon (0/1), Piccoli 4 (2/6, 0/2), Chiti 5 (2/6, 1/4), Zampogna 12 (3/8, 2/4), Visentin, Contrino. All. Ciocca
Ancona: Alibegovic 8 (3/12, 2/6), Oboe 9 (4/11, 0/4), Caverni 9 (3/6, 1/4), Paesano 9 (3/7, 0/1), Leggio 15 (7/13, 1/4); Colombo 9 (3/5), Rossi 5 (1/8, 1/7), Anibaldi (0/2); Mancini, Centanni e Carboni NE. All. Rajola
Note. Vicenza: 31/68 al tiro, 7/21 da tre, 9/13 ai liberi. Rimbalzi 40 (Corral 7): 30 dif. + 10 off. Assist 10 (Hidalgo 3), palle rubate 12 (Hidalgo e Chiti 3), stoppate 2 (Corral e Bastone), palle perse 14 (Bastone 4). Falli 14. Ancona: 24/64 al tiro, 5/26 da tre, 11/12 ai liberi. Rimbalzi 33 (Caverni 8): 25 dif. + 8 off. Assist 7 (Caverni 4), palle rubate 8 (Oboe 5), stoppate 1 (Colombo), palle perse 17 (caverni e Leggio 5). Falli 18

 

E sono play-off! Con una prestazione sopraffina, specialmente difensiva, la Tramarossa Vicenza annichilisce la corazzata Ancona 78-64 e si guadagna l’accesso matematico alla post-season. Un successo pesante, non solo perché vale i play-off, ma anche perché ottenuto contro una diretta rivale, ora staccata di sei punti e con lo scontro diretto a favore dei biancorossi. Inoltre, Corral e soci mantengono l’imbattibilità nella fase ad orologio, con la terza vittoria in altrettante uscite. Con questo successo, Vicenza può legittimamente ambire ad un posto tra le prime quattro, vale a dire giocare il primo turno con il fattore campo a favore. Splendidi i ragazzi di Ciocca, che hanno 19 punti da Corral, 16 da Hidalgo e 12 da un ritrovato Zampogna.

Primo quarto di pallacanestro intensissima: Shaq ci mette dieci secondi a trovare il fondo della retina, tanti quanti quelli necessari a Leggio per sbloccare Ancona. Proprio il numero 33 anconetano firma il primo vantaggio ospite sul 6-4 dopo 3′. Vicenza però controbatte: bomba di Corral e canestro in penetrazione di Hidalgo, cui risponde prontamente Caverni da tre per il 10-9 ospite. Sfida elettrica: Ancona trova il +3 con l’ex di turno, Oboe, quindi Vicenza torna avanti con le incursioni di Bastone e Hidalgo. Un ispirato Zampogna, entrato dalla panchina, fornisce a Corral la schiacciata del +3, ma la Luciana Mosconi risponde e impatta con una tripla di Leggio dall’angolo. Vicenza mostra i muscoli in difesa, con Zampogna che si lancia su ogni palla vagante e Corral che stoppa Alibegovic nel pitturato, ma i marchigiani non sono da meno e impediscono ai biancorossi di chiudere avanti la prima frazione.

La Tramarossa aggredisce nel secondo quarto: Corral, Hidalgo e Piccoli producono un parziale di 6-0 che costringe Rajola al timeout sul 23-19. Il minuto non rinfresca le idee ad un’Ancona confusionaria che finisce a -8 (27-19) sull’ennesima penetrazione di Shaq, che in 13 minuti ha già infilato 12 punti. A sbloccare Ancona, dopo cinque minuti di inconsistenza offensiva, è Leggio, che nel pitturato vince il mismatch con Hidalgo. I marchigiani tentano di riacciuffare i berici prima dell’intervallo, ma le chance di recupero vengono presto frustrate da una tripla completamente senza ritmo di Chiti e da Petracca, che conquista uno sfondamento medicinale su Leggio. Un primo tempo di grande elettricità viene messo in ghiaccio da Vicenza con un canestro nel pitturato di Corral, che sigilla la prima metà sul 36-30 per la Tramarossa. All’intervallo, dei 36 punti biancorossi, 25 sono dell’accoppiata Hidalgo (14) – Corral (11). Unica pecca, per entrambe le squadre, le percentuali al tiro pesante: 2/13 per Vicenza e 2/16 per Ancona.

La fuga vicentina arriva nel secondo tempo: Corral riprende il discorso da dove l’aveva interrotto, realizzando il canestro che apre le danze nel secondo tempo, ma chi torna in campo caldissimo è Cernivani, che con cinque punti in rapida successione porta Vicenza a +7 dopo 3′ (43-36). Piccoli in difesa si spreme nel contenimento di Leggio, francobollato dal numero 18 vicentino e quando Corral infila il tap-in del +11, Rajola si vede nuovamente costretto a ricorrere al timeout. L’emorragia non finisce: Shaq ruba e segna in contropiede il canestro del +13, mentre Ancona torna a trovare il fondo della retina solo grazie a due liberi di Caverni. Vicenza vola fino a +15, quando Bastone segna nel pitturato, ma la Luciana Mosconi è squadra tosta e lo dimostra subito: in un amen, una tripla di Rossi e un gioco da tre punti di Colombo producono il nuovo -9 (53-44). Ad ammazzare psicologicamente è uno scatenato Zampogna, che prima causa l’antisportivo di Rossi, quindi piazza due bombe consecutive devastanti che cacciano Ancona a -16.

Nell’ultimo quarto Vicenza mette la freccia: mettendo energia in difesa, i biancorossi tengono gli ospiti distanti nel punteggio, mandandoli completamente fuori ritmo al tiro. Pur sbavando qualcosa, per eccesso di foga, la Tramarossa resta saldamente in controllo della sfida, senza mai lasciare niente agli ospiti. Nel finale, la ciliegina sulla torta la mette Demarchi, che infila le due triple che sigillano il match sul 78-64.

Finisce così, con la festa biancorossa, per un risultato ben al di sopra delle aspettative. Dopo otto mesi, questa Tramarossa ha una quadra e un’energia che pochissime squadre in Serie B possono vantare. Ora l’obiettivo cambia: con i play-off in ghiaccio, il prossimo traguardo da raggiungere per i biancorossi è quello di arrivare nelle prime quattro, per giocare il primo turno tra le mura del Città di Vicenza.

Con l’auspicio che ci sia il pubblico a fare da sesto uomo in campo.

Forza Vicenza!

Ti potrebbe interessare:

Nicola Galvan (Asiago 7 Comuni S.O.K.) si conferma campione italiano Pre-O

Redazione

Il PWT Italia si conferma per il quarto anno campione italiano di orienteering (staffetta)

Redazione

Riccardo Scalet (PWT Italia) si regala il titolo tricolore di orienteering per i suoi 25 anni

Redazione

Lascia un commento