16.3 C
Vicenza
11 Maggio 2021
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano

LR Vicenza – Lecce: 1-2 “Le sconfitte si accettano, le rese mai. Lottate per questi colori!”

L.R. Vicenza (4-3-1-2): Grandi; Cappelletti, Pasini, Padella, Beruatto; Zonta, Rigoni, Cinelli; Giacomelli; Gori, Jallow. A disposizione: Perina, Zecchin, Ierardi, Valentini, Bruscagin, Barlocco, Da Riva, Pontisso, Agazzi, Vandeputte, Longo, Mancini. Allenatore: Di Carlo

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo; Majer, Hjulmand, Björkengren; Henderson; Coda, Pettinari (dal 74’ Rodriguez). A disposizione: Bleve, Vigorito, Pisacane, Calderoni, Paganini, Yalçin, Stepinski, Dermaku, Zuta, Tachtsidis. Allenatore: Corini

Marcatori: 50’ Pettinari (L), 63’ Jallow (LRV), 67’ Henderson (L)

Arbitro: Antonio Giua della sezione di Olbia

Note: giornata soleggiata ma ventosa, terreno in ottime condizioni

“Le sconfitte si accettano, le rese mai. Lottate per questi colori!”.
Così recita lo striscione esposto fuori dallo stadio Menri.
Dopo le battute d’arresto con Ascoli e Reggina, il Lr Vicenza ritrova l’erba del Menti per la sfida contro il Lecce secondo in classifica.
Di Carlo deve ancora rinunciare al suo tridente d’attacco composto da Meggiorini, Lanzafame e Dalmonte ancora ai box.
Ecco allora in avanti la coppia Gori-Jallow con Giacomelli che torna a fare il trequartista.
Qualche novità anche in difesa con il ritorno di Cappelletti a destra e di Pasini al centro a far coppia con Padella; a centrocampo spazio a Cinelli con Rigoni e Zonta.
Si scende in campo in ricordo di Piermario Morosini, di cui é ricorso in settimana il nono anniversario della scomparsa. Poi si inizia a giocare ed é subito Lecce. Tra gli ex ritorno di Christian Maggio che proprio da qui aveva iniziato la sua carriera verso il grande calcio.
La cronaca. Al 4’ é Hjulman a provare la conclusione da dentro l’area con pallone a lato.
Al 7’ é invece Pasini a salvare miracolosamente sulla linea di porta il tiro a botta sicura di Pettinari con Grandi battuto.

Provano a riorganizzarsi i biancorossi al 14′ con cross di Giacomelli, spizzata di testa di Gori, la palla che giunge a Cappelletti che colpisce l’incrocio dei pali. In realtà l’arbitro aveva già fischiato una posizione di fuorigioco. Subito dopo é invece Jallow a mettere il pallone all’indietro per Rigoni, che calcia a lato non di molto.

Al 29’ Vicenza vicinissimo al vantaggio: punizione di Giacomelli dalla sinistra, in area Padella salta più in alto di tutti ma é solo la traversa a negargli la gioia del gol.

Risponde il Lecce al 37’ con un’azione manovrata e conclusione di Hjulmand deviata da Padella in calcio d’angolo. Nel finale ci prova su punizione Henderson, ma Grandi non si fa sorprendere. Le squadre vanno così al riposo sullo 0-0.

Inizia la ripresa e dopo cinque minuti arriva il vantaggio del Lecce. Discesa sulla fascia di Maggio, cross basso di Majer al centro per Pettinari che anticipa il difensore e batte Grandi. Subito dopo é il portiere biancorosso a dire di no a Coda.

Arriva come un fulmine il pareggio biancorosso al 63’ con un eurogol di Jallow che mette il pallone imparabilmente sotto la traversa, complice la deviazione di Meccariello. Esplode la gioia dell’attaccante che tanto aveva atteso di tornare a segnare. Subito dopo primi cambi per Di Carlo che sostituisce Cinelli e Zonta con Pontisso e Vandeputte. Ma é proprio da un errore in attacco di quest’ultimo che parte il contropiede del raddoppio di Henderson al 67’. Dentro anche Da Riva e Mancini per Rigoni e Giacomelli.

Prova la carta Longo Di Carlo che sostituisce Gori, autore comunque di una buona prova, a 5’ dalla fine

Nel finale con il Vicenza sbilanciato in avanti il Lecce prova a pungere ancora con il neo-entrato Pablo Rodriguez, che costringe anche al fallo da ammonizione Padella che, diffidato, salterà la trasferta contro l’Entella come Rigoni.

Cinque i minuti di recupero, ma il risultato non cambia più e i biancorossi devono incassare così la terza sconfitta consecutiva anche se a livello di prestazione hanno tenuto bene il campo contro la seconda della classe.

 

FOTO DI ALESSANDRO ZONTA

GiacomelliIl ricordo di MorosiniCartellone sotto la curva sudIl 25 di MorosiniIl saluto del Vicenza e Lecceph. Alessandro ZontaMimmo Di Carlo (ph. Alessandro Zonta)LR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-LecceLR Vicenza-Lecce

 

Ti potrebbe interessare:

Nicola Galvan (Asiago 7 Comuni S.O.K.) si conferma campione italiano Pre-O

Redazione

Il PWT Italia si conferma per il quarto anno campione italiano di orienteering (staffetta)

Redazione

Riccardo Scalet (PWT Italia) si regala il titolo tricolore di orienteering per i suoi 25 anni

Redazione

Lascia un commento