16.3 C
Vicenza
21 Aprile 2021
SPORTvicentino
Ciclismo Primo Piano Slider

Filippo Fiorelli (Bardiani CSF Faizanè) sul podio del Rhodes GP

CICLISMO – Dopo 186 km di gara il Rhodes GP si chiude con uno sprint ristretto a una ventina di atleti e con il podio di Filippo Fiorelli, bravo a conquistare un altro buon secondo posto. 

Dopo il successo al Porec Trophy e il secondo posto al GP Adria Mobil continua il buon momento dell’atleta siciliano che nel giro di un mese ha collezionato 1 vittoria e 2 secondi posti.

Si aggiorna a 4 vittorie, 7 podi e 9 top10 il bilancio invece della Bardiani CSF Faizanè in questo ottimo inizio di stagione.

La corsa è stata caratterizzata da una fuga di giornata di 7 atleti, partita sulla prima asperità di giornata, nella quale è stato abile a inserirsi Giovanni Carboni.  A gruppo compatto parte un primo contrattacco di alcuni atleti tra i quali il vincitore di giornata Tord Gudmestad. Sull’ultima salita è quindi la Bardiani CSF Faizanè a imporre il proprio ritmo facendo molta selezione grazie al lavoro svolto da Carboni, Savini e Zana e scremando il gruppo che rinviene sui contraccanti. È quindi volata ristretta sullo stradone finale con vento a favore, con tutti i principali velocisti puri “saltati” ad eccezione di Tord Gudmestad abile  in precedenza ad anticipare la salita rispetto al gruppo. Filippo Fiorelli chiude così al secondo posto di giornata.

“Un’altra vittoria sfiorata dove resta il rammarico solo perché la squadra ha lavorato in maniera spettacolare – il commento a caldo – Nel finale abbiamo preso la corsa in mano e reso la salita finale così dura da restare in 15 uomini, con 3 dei nostri dentro. Purtroppo però il vincitore di giornata è stato ben supportato dalla squadra per restare nel gruppetto e batterlo era complicato. L’arrivo era su uno stradone con vento laterale a favore, abbiamo raggiunto i 70km/h, io ero alla sua ruota ma non ho avuto colpo di pedale per batterlo. Non è la mia tipologia di volata, per questo rammarico sì ma rimpianti no. Abbiamo lavorato di squadra facendo una tattica e un lavoro pressocché perfetto per provare a conquistare un arrivo che se affrontato a ranghi compatti non si addiceva sulla carta alle nostre caratteristiche. Complimenti al vincitore e un grazie enorme ai miei compagni per averci provato fino in fondo.”

Terminata la gara inaugurale, la squadra rimarrà a Rodi per il Tour of Rhodes al via giovedì 8 aprile e che terminerà domenica 11 aprile.

Ti potrebbe interessare:

Per lo Squash Pegaso a Riccione un secondo posto e tanti buoni piazzamenti

Redazione

Sabato 24 aprile Sportvicentino in edicola: la copertina é per Laura Strati!

Redazione

A Lubiana l’overtime é ancora fatale alla Migross Asiago: giovedì sera all’Odegar si replica

Redazione

Lascia un commento