11.7 C
Vicenza
4 Marzo 2021
SPORTvicentino
diavoli Vicenza ad asiago contro i Vipers
Hockey Hockey in line Primo Piano

Per i Diavoli Vicenza è record: battono Asiago Vipers e chiudono regular season a punteggio pieno!

HOCKEY IN LINE – I Diavoli si aggiudicano la vittoria nel derby ad Asiago con il punteggio di 5-2 e chiudono la regular season a punteggio pieno: 18 vittorie su 18 gare, 117 reti realizzati, miglior attacco, e 33 subite, stesso numero del Milano, e miglior differenza reti. Un cammino di successi che è solo l’inizio però per raggiungere gli obiettivi prefissi.
La vittoria del derby ha confermato ancora una volta la forza e qualità della squadra e dei singoli, anche se la sfida è stata combattuta, per lunghi tratti equilibrata, vedi le occasioni e i tiri da entrambe le parti, e ricca di emozioni come da copione, con i Diavoli determinati a mantenere il punteggio pieno e i Vipers impegnati a giocarsi il tutto per tutto per conquistare il quinto posto che, con la vittoria del Padova a Verona, poteva essere raggiunto.

 

PRIMO TEMPO

Nel primo tempo i padroni di casa fanno subito vedere la loro determinazione e ci sono da entrambe le parti occasioni che impegnano i portieri, Facchinetti sponda Vipers e Michele Frigo sponda Diavoli, rientrato a tempo pieno a difendere la porta biancorossa dopo l’infortunio di Milano.
A passare in vantaggio sono i Vipers con Panozzo che, con un tiro dalla distanza, beffa Frigo, dopo non aver approfittato di un power play a favore, penalità a Roffo. I padroni di casa hanno subito un’altra occasione con Rossetto, ma bravo Frigo a dire di no e poi sono i Diavoli a rendersi pericolosi con Baldan, prima conclusione ribattuta da Facchinetti e seconda fuori di poco, e con Delfino che colpisce il palo, ma il gol del pareggio arriva solo in doppia superiorità numerica, fuori prima Rossetto e poi Panozzo, con capitan Roffo che devia in rete passaggio di Sigmund.

 

SECONDO TEMPO

Nella seconda frazione di gioco, dopo un paio di occasioni per i biancorossi, Asiago usufruisce di un power play, fuori Sigmund, ma sono i Diavoli a portarsi in vantaggio con una grande discesa di bomber Delfino, cecchino nelle situazioni di inferiorità. La gara si fa ancora più intensa, più dura, i padroni di casa vogliono recuperare, sentendo anche i risultati dagli altri campi, e i Diavoli vogliono mantenere l’imbattibilità e allungano con Baldan che porta i suoi sul 3-1. Coach Sommadossi chiama time out e i padroni di casa ripartono impegnando Frigo, bravo anche su conclusione di Rossetto. I biancorossi ci riprovano con Baldan che dopo poco va in panca puniti lasciando ai Vipers l’occasione di recuperare. I padroni di casa però inciampano nel nervosismo e Davide Rodighiero si becca 5 minuti e penalità partita, mettendo così in difficoltà i suoi. I Diavoli non riescono a sfruttare la superiorità e con la penalità a Baldan le squadre tornano a giocare in parità, 3 contro 3 con i biancorossi che non sfruttano una ghiotta occasione con Sigmund che tira a colpo sicuro, ma ribatte Facchinetti. A poco più di quattro minuti dalla fine i Diavoli “regalano” una rete ai Vipers bravi a pressare davanti alla porta di Frigo, ma recuperano dopo una manciata di secondi con Delfino che mette la firma su un’altra doppietta. Negli ultimi minuti penalità a Basso con i padroni di casa pericolosi con Rossetto, ma biancorossi in gol grazie alla stella statunitense Sigmund.

Si chiude con la vittoria per 5-2 dei vicentini che mantengono l’imbattibilità nella regular season ed hanno la meglio nel derby vicentino.

“Asiago si giocava la possibilità di conquistare il quinto posto e l’accesso al Master Round, quindi era inevitabile che entrassero in campo motivati e decisi – ha dichiarato a fine gara l’allenatore biancorosso Angelo Roffo. – Noi abbiamo avuto occasioni anche nel primo tempo, però su questo campo in cui loro fanno molta pressione e non c’è molto spazio, sapevamo benissimo che sarebbe stato molto difficile. Sono contento della squadra che ha reagito con calma, anche nei momenti delicati, come un intervento sul portiere o l’intervento su Delfino che ha tra l’altro danneggiato molto loro. Questi aspetti mi sono piaciuti meno, ma sono contento della mia squadra che ha giocato con determinazione, decisione volendo vincere e portare a termine questa fase del campionato a punteggio pieno, battendo tutti, ma rispettando tutti. Certo la partita è stata dura, siamo stati bravi su questo campo, contro una squadra così agguerrita a portare a casa il risultato, con un punteggio non male che alla fine penso sia meritato”.


– Regular season a punteggio pieno e un cammino di successi per i Diavoli, anche se è solo il primo passo.
“Con i Master Round si riparte, ma con un vantaggio importante che ci mette in condizione di mantenere, se non facciamo errori madornali, il primo posto e avere il vantaggio del fattore campo in vista dei play off. Dobbiamo però lavorare tanto, migliorare sicuramente il power play che non mi soddisfa molto, ma abbiamo il tempo, essendo arrivati primi, di poter provare qualche soluzione e fare qualche esperimento anche durante le partite per trovare la quadratura giusta, perché abbiamo un grande penalty killing, ma un power play non così fantastico, almeno al momento”.


– Ora un week end di sosta e poi si riparte. Come sta la squadra sul piano della condizione fisica?
“La squadra ha un’ottima condizione fisica ora, siamo in grado di giocare a due linee senza difficoltà, sono tutti ben allenati. Su questo campo la condizione atletica si vede meno e alcuni giocatori nostri fanno fatica ad esprimersi, ma la forma è buona, dobbiamo mantenerla lavorando su qualche particolare. Importante il fattore campo e potercela giocare in casa dove ci esprimiamo molto bene, quindi sarà fondamentale arrivare primi anche a fine Master Round. Aver fatto 54 punti nella regular season ci mette in condizione di essere vicini a questo risultato”.


– Questi Diavoli possono arrivare lontano?
“Noi non ci siamo mai nascosti. Se prendi giocatori stranieri, se prendi altri giocatori lo fai perché vuoi vincere e noi vogliamo vincere. Abbiamo la possibilità e l’abbiamo dimostrato, poi resta a noi ottenere il risultato sapendo che gli avversari sono forti e agguerriti. Noi rispettiamo in particolar modo Milano perché è una grande squadra e da otto/nove anni vince tutto, a parte la Coppa Italia di tre stagioni fa che siamo riusciti a vincere, ma per il resto ha vinto tutto. Ci sono però anche le altre squadre, a partire da Ferrara, Padova, io ritengo anche i Vipers pericolosissimi, e sono convinto che il Torino sia una squadra pericolosa Ma anche tutti gli altri, compreso Verona dove abbiamo visto che fatica abbiamo fatto, e lo stesso Monleale. Quindi avere il vantaggio del fattore campo può dare qualcosa in più. Noi comunque puntiamo a vincere perché abbiamo fatto una regular season di questo tipo e perché abbiamo costruito una squadra per vincere. Poi tra provarci e riuscirci ci sono di mezzo gli avversari, ma noi puntiamo a quello e ritengo che abbiamo buone possibilità”.

 

TABELLINO


Asiago Vipers  – Mc Control Diavoli Vicenza (1-1) 2-5
Asiago Vipers
: Facchinetti, Olando, Rossi, Panozzo, Frigo Marco, Martello, Stella S., Schivo, Rossetto, Lievore, Spiller, Rodeghiero, Rigoni, Basso.
All. D. Sommadossi

Mc Control Diavoli Vicenza: Alberti, Frigo Michele, Wennerstrom, Delfino, Tabanelli, Dell’Uomo, Sigmund, Centofante, Ustignani, Trevisan, Roffo, Pace, Testa, Baldan, Frigo N.
All. A. Roffo

Arbitri: Rigoni Daniele e Rigoni Matteo

RETI
PT
: 12.31 Panozzo (A), 17.06 Roffo (V) pp;
ST: 22.30 Delfino (V) pk, 24.42 Baldan (V), 35.53 Frigo Marco (A), 36.16 Delfino (V), 38.39 Sigmund (V) pp.

Ti potrebbe interessare:

Bassano corsaro a Montebello: decisivo il gol dell’ex Galbas alla fine del primo tempo

Francesco Brasco

As Vicenza perde con onore contro le fortissime dell’Akronos Moncalieri [FOTO]

Francesco Brasco

Migross Asiago torna dal Voralberg vincitore: 3 gol di Magnabosco e uno di Rosa mettono a tappeto il Bregenzerwald

Francesco Brasco

Lascia un commento