5 C
Vicenza
1 Dicembre 2021
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano

I Diavoli “corsari” a Milano consolidano nel big-match il loro primato in classifica

HOCKEY IN LINE SERIE A – I Diavoli conquistano a Milano tre punti pesantissimi, importanti non solo per la classifica, bensì per il confronto fra le due squadre favorite nel contendersi i trofei di questa stagione, Ferrara & C. permettendo.

Gara equilibrata, con alcune grandi giocate da entrambe la parti, ma anche con qualche errore, con i Diavoli più cinici sotto porta e con un grande Michele Frigo a sostenerli nei momenti di difficoltà. E proprio il golie vicentino, dopo un’ottima prestazione, è stato vittima di un brutto infortunio negli ultimi minuti, durante un’azione di attacco dei milanesi, che l’ha costretto ad abbandonare la pista in barella ed essere trasportato all’ospedale Niguarda per accertamenti e per i punti di sutura: botta alla testa contro il palo e taglio sul retro della nuca per lui. Per fortuna, dopo i controlli, il giocatore è stato dimesso ed è tornato con la squadra che ha atteso fino a tarda serata la decisione dei medici.
In pista, negli ultimi due minuti e mezzo si è rivisto Andrea Alberti, tornato dopo una lunga assenza e subito in mischia con sicurezza a dare il suo contributo per la vittoria.

Passando alla cronaca, primo tempo equilibrato con alcune belle occasioni da entrambe le parti, ma con i biancorossi più incisivi in attacco. Dopo aver passato indenni un primo power play a sfavore, i vicentini passano in vantaggio grazie ad una bella conclusione di Nicola Frigo che, su assist di Wennerstrom, infila Mai. Milano non sta a guardare, però in alcune conclusioni è impreciso e, in altre, trova sulla strada un ottimo Michele Frigo. Nuova penalità fischiata a Vicenza che riesce a tenere grazie proprio al suo golie che si supera per due volte di fila salvando la porta e il vantaggio. Poi i Diavoli raddoppiano grazie ad una splendida discesa di talento e di forza di bomber Delfino che infila Mai sotto i gambali per il 2-0 dei biancorossi.
Nel finale fallo di Bellini su Delfino, nuovamente pericoloso sotto porta, e secondo tempo che inizia con il power play di cui i nostri non approfittano. Con le squadre in parità è Milano ad accorciare le distanze con una bella azione di Bellini che serve Lettera per la conclusione vincente. I Diavoli reagiscono subito e su conclusione di Ustignani, ribattuta da Mai, raccoglie Wennerstrom che va in gol. Vicenza potrebbe allungare ancora, ma la conclusione di Sigmund colpisce il palo alla sinistra di Mai e alla penalità dello statunitense è ancora bravo Michele Frigo a chiudere la porta. Nuova penalità fischiata ai biancorossi, fuori Roffo, ma i vicentini riescono a chiudere ogni spazio. Con le squadre in parità bella occasione per Delfino, servito egregiamente da Sigmund: sulla sua conclusione c’è Mai, di nuovo protagonista sempre su conclusione al volo del numero 9 biancorosso. Vicenza incappa in un’altra penalità (fuori Baldan) e questa volta i padroni di casa trovano quasi subito la rete con Barsanti su assist di Lettera. Ancora Barsanti si invola verso la porta e frana su Frigo che sbatte contro il palo e resta a terra. Attimi di spavento con il golie vicentino  fermo a terra e intervento del medico. Viene chiamata l’ambulanza e, dopo una lunga pausa, arrivano i medici e ci vuole un po’ per portare via in sicurezza Frigo, che come detto sarà ricoverato al Niguarda per un controllo e per una serie di punti.
Si riprende a giocare con in porta Alberti. Ultimi minuti di assalto dei milanesi che tolgono anche il portiere Mai per tentare il tutto per tutto, ma la determinazione dei Diavoli e la prontezza di Alberti sanciscono la vittoria.

“Michele era lucidissimo, stava bene, ma ha preso una botta e aveva un taglio sulla parte posteriore destra della testa, quindi lo hanno portato in ospedale – ha spiegato a fine gara coach Angelo Roffo – Siamo dispiaciuti, ma speriamo che recuperi presto”

– Cosa dire della partita e della vittoria?
“Siamo soddisfatti perché loro sono forti e in casa poi ancora di più. Io poi sono contento per due motivi: intanto perché c’è un gap di punti importante sulla seconda e, quindi, avremo in casa le gare del master round e anche perchè siamo primi avendo battuto tutti. La società ha sempre fatto scelte adeguate, rispettando le regole e abbiamo lavorato molto per arrivare fin qui. Quindi complimenti a società, alla squadra e a tutti. Quest’anno abbiamo deciso di puntare su due linee, abbiamo Nathan, abbiamo Wennerstrom e alcuni dei nostri sono cresciuti, però abbiamo tanti giocatori in meno dallo scorso anno. Siamo cresciuti tantissimo e abbiamo avuto buonissimi segnali da entrambe le linee, sono quindi soddisfatto della prestazione. Certo, Milano è sempre la squadra da battere perché per vincere abbiamo dovuto dare il 110 per cento, ma sono contento perché ora sappiamo che possiamo andare a Milano a vincere, anche sul piano del gioco”.
– La vittoria fa guadagnare maggior fiducia e consapevolezza?
“Questa gara ci dà maggior consapevolezza delle nostre qualità e delle nostre capacità: vincere è stato importante per poter acquisire sicurezza. Sono contento di entrambe le linee, di tutti giocatori, ma non dobbiamo dimenticare che ci siamo rinforzati, seppur con meno elementi in rosa. E contro un avversario di tale qualità e fuori casa non era certo facile. Questo ci rassicura perché vincere qui dopo praticamente quattro stagioni dall’ultimo successo su questa pista non è cosa da poco. Abbiamo due grandi portieri e tutti i ragazzi sono cresciuti molto grazie ad un lavoro duro e grazie anche al fatto che gli stranieri sono qui durante tutta la settimana potendoci così allebare insieme. Abbiamo avuto una buona tenuta atletica  e abbiamo preso un solo gol con sei penalità. Quindi sicuramente grande soddisfazione, ma è una partita vinta, da lunedì si torna a lavorare duramente perché sabato abbiamo un’altra sfida e vogliamo arrivare a vincere alla fine. Questi tre punti ci devono dare l’entusiasmo per lavorare ancora meglio, contenti di aver dato autorità al nostro primo posto e, nello stesso tempo, consapevoli che dobbiamo cercare di vincere anche nelle partite che conteranno”.

 

Milano Quanta – Mc Control Diavoli Vicenza (0-2) 1-3
Milano Quanta: Mai, Pignatti, Zagni, Barsanti, Ederle, Bellini, Battistella, Lettera, Rigoni F., Comencini, Ferrari, Belcastro, Banchero, Ronco. Allenatore: Luca Rigoni

Mc Control Diavoli Vicenza: Alberti, Frigo M., Wennerstrom, Delfino, Tabanelli, Dell’Uomo, Sigmund, Centofante, Ustignani, Trevisan. Roffo, Baldan, Frigo N. Allenatore: Angelo Roffo

Arbitri: Grandini e Marri

RETI: PT: 7.41 Frigo N. (V), 16.37 Delfino (V); ST: 21.48 Lettera (M), 22.46 Wennerstrom (V),36.46 Barsanti (M) pp.

Ti potrebbe interessare:

Vicenza – Benevento

Redazione

L’Arzignano Valchiampo vola a suon di gol anche a Cattolica

Redazione

Anthea Vicenza Volley chiude l’andata centrando il tris vincente contro Soverato

Redazione

Lascia un commento