8.2 C
Vicenza
26 Ottobre 2021
SPORTvicentino
Marisa Biba Gentilin con maglia Portorico Caffè
Basket Primo Piano

E’ morta Marisa “Biba” Gentilin campionessa del basket in AS Vicenza e in Nazionale

BASKET – “Stanotte è salita in cielo a fare canestro “BibaMarisa Gentilin (classe 1936) nazionale d’Italia tra gli anni ’50 e ’60, pluricampionessa italiana nel quinquennio 1965-69 con le maglie di Portorico Caffè e Recoaro Vicenza: per tre anni top scorer del campionato. Una pupilla di Antonio Concato, allora suo allenatore. Fenomenale per il suo gesto tecnico più famoso: gancio sinistro e palla nella retina”.

Lo comunica sui social network, dispiaciuto e frastornato dagli eventi, il dirigente sportivo e attuale general manager di AS Vicenza, Roberto Pellizzaro, autore del libro “Antonio Concato, la leggenda del basket femminile, quando Vicenza trionfava in Italia e in Europa”. Edito da SPORTeditore nel 2019.

Su Facebook si sta popolando una pagina dedicata proprio a Biba Gentilin con foto e ricordi, tra cui presto verrà presentata una intervista del nostro fondatore Gianmauro Anni realizzata nel 1987 nella sua rubrica dal titolo “Non ti abbiamo dimenticato campione”.

Di seguito il comunicato ufficiale diramato nel pomeriggio da AS Vicenza per ricordare la sua atleta.

Marisa Biba Gentilin a canestro di sinistro

Comunicato Stampa 2 febbraio 2021 – A.S.Vicenza Basket Femminile

L’A.S.Vicenza Basket femminile comunica con dolore che questa notte è venuta a mancare a Milano “Biba” Marisa Gentilin classe 1936, una delle giocatrici-simbolo della nostra società. Settanta volte nazionale, protagonista del primo glorioso ciclo anni Sessanta, è stata pluricampionessa d’Italia con le maglie del Portorico Caffè e della Recoaro Vicenza per cinque volte dal 1965 al 1969. Giocatrice unica per il senso del canestro, per tre volte vinse la classifica marcatori; con 53 punti realizzati contro la Reyer in Basilica Palladiana battè il record di punti in una partita. In 161 partite disputate ha segnato 2949 punti. Nella vita privata è stata fino all’ultimo generosa volontaria con più di trenta partecipazioni a Lourdes e assieme a molte sue compagne dedita ai bisognosi e ai più sfortunati, frequentando la casa di riposo “Salvi” per portare conforto e svolgere il compito di pettinaressa.

Ufficio Stampa

A.S.Vicenza Basket Femminile

 

SPORTvicentino anche sui socialnetwork: AD OGNUNO IL SUO SOCIAL

Ti potrebbe interessare:

Il presidente Mettifogo regala il podio alla Scuderia Palladio Historic nel Rally Città di Bassano

Redazione

Hanball Malo “risplende” in testa alla classifica dopo aver piegato l’Arcobaleno Oriago

Redazione

Tennis Comunali Vicenza troppo giovane e si “perde” nella Selva Alta

Redazione

Lascia un commento