1.8 C
Vicenza
7 Dicembre 2021
SPORTvicentino
Pallavolo Primo Piano Slider

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio cade in casa con S. Giovanni in Marignano: 0-3

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Omag S.Giovanni in Marignano 0-3 (23-25, 23-25, 21-25)

RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Scacchetti 1, Battista 11, Mangani 1, Cagnin 11, Monaco, Imperiali (L), Canton, Rosso, Covino 6, Bovo 5, Bartolini 7. Ne. Brandi, Bastianello. All.: Simone.
SAN GIOVANNI IN MARIGNANO: Cosi 4, Peonia 9, Fiore 15, Ceron 7, Conceicao 10, Bonvicini (L), Berasi 2, Fedrigo 3, Aluigi, De Bellis, Urbinati. Ne. Penna (L2), Saguatti, Spadoni. All.: Saja.

Arbitri: Luca Cecconato e Massimiliano Giardini

 

VOLLEY SERIE A2- Niente da fare per Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, che cade in casa contro la Omag San Giovanni in Marignano, che sale così in quarta posizione in classifica.

Il 3-0 ottenuto dalle ospiti non rende l’equilibrio che si è manifestato per l’intero incontro, con le padrone di casa che inseguono per lunghi tratti, condizionate da basse percentuali in ricezione, ma che arrivano a giocarsi tutti i parziali fino in fondo, salvo poi pagare dazio alle più efficaci avversarie.

L’Omag schiera Berasi al palleggio con Fiore opposto, Cosi e Ceron al centro, Fedrigo e Conceicao in banda e Bonvicini libero. Montecchio risponde con Scacchetti al palleggio e Covino opposto, Bartolini e Brandi al centro, Cgnin e Battista in posto 4 e Imperiali libero.

Il primo parziale inizia con una situazione di parità, ma Montecchio è in partita con Cagnin che trova una buona parallela (4-3). Due ace consecutivi di Berasi portano avanti la Consolini (5-6). Il tandem Bovo-Covino mura Conceicao per il vantaggio (7-6). L’Omag si porta avanti 8-11 e mister Simone chiama time out. Battista è incisiva con un attacco che passa in mezzo al muro e riconquista la parità (14-14). Bartolini ferma l’attacco avversario con un muro a uno ed è 17-17. San Giovanni in Marignano prova a scappare ma le castellane si rifanno sotto e ritrovando nuovamente la parità 23-23. Ceron chiude il primo set 23-35.

Parte subito forte l’Omag (3-0) con le rossonere che inseguono e cercano il pareggio con un ace di Cagnin (3-2). Bartolini mette palla a terra (6-7) e Montecchio trova il riaggancio (8-8) con un attacco di Bovo. Primo vantaggio delle padrone di casa (10-9) ma Peonia, subentrata a Fedrigo, con un ace ribalta la situazione 10-12. Marignano incrementa il vantaggio 12-15 ed è time out per mister Simone. Entra Mangani per Covino che infila il muro di Fiore per il 16-16. Sul 20-21 un pallone vagante per il campo causa un infortunio alla stessa Mangani che è costretta a lasciare il campo lasciando nuovamente il posto a Covino. Un po’ di confusione tra le fila della formazione di casa spinge nuovamente mister Simone a fermare il gioco (20-23). Canton entra per Bovo in battuta (21-23) ma la Consolini si porta a casa anche il secondo parziale 23-25.

E’ Marignano a condurre il gioco anche nel terzo set (1-4) ma Montecchio non demorde ed è 3-4. Allunga ancora San Giovanni (3-6), tuttavia le rossonere riagganciano le avversarie 9-9 per poi passare in vantaggio con un attacco di Covino 10-9. Il Sorelle Ramonda Ipag rimane sempre in partita (16-17), però Peonia porta la sua formazione a +3 (16-19). Scacchetti mette a segno un ace e mister Saia chiama time out (18-19). Entra Canton in battuta ed è 20-22, ma Marignano chiude set e partita 21-25.

Queste le dichiarazioni di coach Simone a fine gara: “Continuare a perdere set 23-25 forse non si può più considerare un caso, questo ricalca i nostri limiti e le nostre imperfezioni nel gioco, soprattutto a fine set. Quando l’avversario ti concede di giocare non bisognerebbe mai perdere l’occasione di proporre il proprio gioco. C’è un grosso rammarico soprattutto guardando i numeri e le statistiche, dove capiamo che la ricezione non è andata bene e da questo ne deriva che il nostro gioco non può andare avanti. Di fronte avevamo un’avversaria che batteva molto bene e ovviamente ci ha messo in difficoltà più del dovuto, pagando quindi tanto. Questa settimana sembrava che ci fossimo allenate bene, soprattutto in ricezione, però poi le cose in partita vanno sempre diversamente. Usciamo dalla partita, come sempre, non avendo la sensazione di aver giocato male, ma purtroppo senza punti, e la rincorsa per la salvezza deve venire anche da questo girone e dai punti che riusciamo a guadagnare ora.”

Ti potrebbe interessare:

Dal 9 dicembre una cartolina per ricordare Paolo Rossi

Redazione

Il Vicenza Calcio femminile vince il derby con il Venezia

Redazione

Crema “amara” per Tennis Comunali Vicenza che saluta la serie A1

Redazione

Lascia un commento