2 C
Vicenza
2 Dicembre 2020
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano Slider

Il Vicenza saluta la Coppa. Di Carlo: “Si sono viste delle cose buone”

Gabriele Gori, dopo il gol sfiorato contro la Spal, é andato a segno nel finale di gara a Udine

 

Udinese – Scuffet; Larsen (dal 70′ Molina), Bonifazi, Samir (dal 64′ Becao), Zeegelaar; Makengo, De Paul (dal 77′ Arslan); Deulofeu (dal 64′ Coulibaly), Forestieri, Pussetto (dal 77′ Cristo Gonzalez); Nestorovski. A disposizione: Nicolas, Gasparini, Ouwejan, De Maio, Pereyra, Ter Avest, Lasagna. Allenatore: Gotti.

LR Vicenza – Perina; Zonta, Pasini, Bizzotto, Barlocco (dal 70′ Beruatto); Vandeputte (dal 60′ Fantoni), Cinelli (dall’88’ Tronchin), Da Riva, Giacomelli (dal 70′ Gori); Longo (dal 46′ Jallow), Guerra. A disposizione: Grandi, Gerardi, Padella, Rigoni. Allenatore: Di Carlo.

Arbitro: Rapuano. Assistenti: Vivenzi, Marchi. IV Uomo: Berenzoni

Reti: 21 Forestieri (U), 60 Deulofeu (U), 64 Pussetto (U), 88 Gori (LRV)

Ammoniti: Barlocco (LRV), Fantoni (LRV), Da Riva (LRV), Forestieri (U)

 

Il Vicenza saluta la Coppa Italia, sconfitto per 3-1 dall’Udinese, e si rituffa nel campionato che sabato pomeriggio ha in programma la delicata sfida casalinga con il Pisa (ore 16).

Mimmo Di Carlo, però, é soddisfatto a metà della prestazione dei suoi alla Dacia Arena.

Più spirito battagliero, maggiore determinazione, più concreti e meno bellini: é questa la ricetta del tecnico biancorosso per ottenere quei risultati che finora sono mancati.

Non però le prestazioni: “Contro un’Udinese che ha schierato quasi tutti titolari – commenta a caldo – abbiamo fatto bene, creando le nostre occasioni nel primo tempo, due volte con Barlocco e con qualche cross che poteva essere finalizzato meglio. L’atteggiamento della squadra é stato propositivo.

Dopo il due a zero la partita é stata in discesa per i friulani, però non abbiamo mai mollato e abbiamo trovato anche il gol che avremmo meritato molto prima. Certo, perdere non piace a nessuno, tuttavia adesso ci concentreremo chiaramente sulla gara con il Pisa, una partita per noi fondamentale per trovare la prima vittoria”.

Tra le note liete della trasferta il gol di Gori, la prestazione di Da Riva, di capitano Bizzotto come pure della difesa e di Pasini. “In attacco, invece, Longo ha fatto vedere alcune cose interessanti, ma é ancora lontana la condizione – prosegue Di Carlo – come pure per Jallow. Zonta è stata adattato come terzino destro e, pur avendo di fronte un uomo non facile da marcare per la sua velocità e dribbling, é riuscito a contenerlo e ha riattaccato e questo per me è stato molto  positivo perché Loris é un giocatore duttile. Il gol di Gori è stato importante per il ragazzo dopo quello sbagliato a Ferrara. Noi le occasioni le creiamo, ma bisogna essere più cattivi nella continuità e anche dietro, dove si possono commettere errori in uscita”.

La rete biancorossa porta la firma di Gabriele Gori: “Sabato non è girato nulla per il verso giusto sia personalmente con il palo colpito che a tutta la squadra, però comunque dobbiamo ripartire dal gol di oggi perché abbiamo dimostrato che, contro una squadra di serie A, non abbiamo mai mollato. Dobbiamo avere l’atteggiamento giusto e, alla fine, riusciremo a dare il meglio di noi: sono convinto che, pur pagando lo scotto del passaggio nella nuova categoria, riusciremo ad ottenere grandissimi risultati e tante vittorie. Certo, dispiace non aver passato il turno, ma adesso la testa é già al campionato e al Pisa”.

Ti potrebbe interessare:

Mercoledì al palasport il recupero tra As Vicenza e Castelnuovo Scrivia per un posto al… sole

Redazione

La serie D cambia: domenica si gioca il recupero dell’Arzignano Valchiampo a Feltre (e non il derby)

Redazione

Nel LR Vicenza possono tornare ad allenarsi Bruscagin, Padella e Rigoni

Redazione

Lascia un commento