13.1 C
Vicenza
24 Ottobre 2020
SPORTvicentino
ACI Motori Primo Piano Slider

MOTORI – Pronti al via per il 23 luglio dalla Perla delle Dolomiti  

Coppa d’Oro delle Dolomiti 2020

Belluno, 21 luglio 2020 – L’edizione 2020 della Coppa d’Oro delle Dolomiti, gara di regolarità classica valevole per il Campionato Italiano Grandi Eventi ACI Sport, grazie agli sforzi organizzativi congiunti di AC Belluno e ACI Sport, si prepara per prendere il via giovedì 23 luglio da Cortina d’Ampezzo.

Da qui infatti, nel quartier generale ancora una volta sito al Miramonti Majestic Grand Hotel, partiranno nella prima giornata le verifiche tecniche relative alle vetture, mentre i piloti potranno partecipare al briefing con il Direttore di Gara.  All’evento, patrocinato dalla Provincia di Belluno e dai comuni di Belluno e Cortina, parteciperanno gli sponsor ufficiali ACI Global Servizi, che fornirà gli automezzi per garantire la sicurezza lungo il percorso, e Sara Assicurazioni, con spazi dedicati alla scoperta dei piani assicurativi pensati per le vetture d’epoca e i soci di ACI Storico. Saranno inoltre presenti i gruppi UBI Banca, OMR Automotive, Tiemme, Camozzi e Rangers in qualità di sponsor ufficiali, Allemano sarà il timekeeper ufficiale della competizione, mentre Santa Margherita sarà fornitore di vino durante la manifestazione. L’acqua sarà offerta da Acqua Fiuggi, che, nelle parole del Direttore Generale Mirco Gabin, auspica l’inizio di una collaborazione basata su una condivisione di valori e tradizioni: “Fiuggi, storico e prezioso marchio delle acque minerali italiane, è felice di essere partner di ACI Sport per questo evento di grande prestigio. Penso che, con la Coppa d’Oro delle Dolomiti, si possa iniziare con ACI Sport una collaborazione caratterizzata dall’alto valore delle tradizioni che ci accomunano.”

La competizione entrerà nel vivo venerdì 24 luglio, con la carovana di auto storiche che prenderà il via dalla Perla delle Dolomiti per intraprendere una due giorni di marcia attraverso gli straordinari panorami offerti dalla cornice dolomitica ampezzana, in territori riconosciuti patrimonio UNESCO. La prima giornata prevede un percorso di 255 km nel bellunese, dal valico di Passo Giau in direzione Selva di Cadore, poi Forcella StaulanzaDontForno di ZoldoLongaroneSoverzene e Ponte nelle Alpi saranno le altre località toccate nel raggiungere Belluno.

Da qui si procederà ancora ancora in direzione sud, raggiungendo Feltre e Padavena, dove i partecipanti potranno godersi un meritato ristoro, prima di rimettersi al volante per iniziare la chiusura del cerchio in un percorso parallelo che prevede il rientro serale a Cortina, passando da Passo Falzarego, chiudendo così la prima giornata su strada. Tra le località toccate dal tracciato nella fase di rientro Cesio MaggioreSan Gregorio nelle AlpiAgordo e Rocca Pletore.

Nella seconda giornata di gara, sabato 25 luglio, il percorso si diramerà da Cortina verso nord, attraverso Passo Tre Croci, per poi valicare anche i passi Sant’AntonioZovoSan Pietro di Cadore e Monte Croce Comelico. La colonna di vetture d’epoca continuerà a procedere toccando San CandidoDobbiaco e altre suggestive località immerse tra le montagne e le valli di questo territorio unico al mondo, fino a raggiungere Valdaora. Da questa imponente oasi verdeggiante della Val Pusteria, nei pressi di Brunico, partirà il percorso di ritorno che, attraverso i passi Valparola e Falzarego, condurrà i partecipanti nuovamente nel cuore di Cortina, ove avranno l’opportunità di ricevere l’abbraccio festante dell’entusiasta pubblico di appassionati. Un festeggiamento ben meritato, a fronte dei 468 km percorsi nei due giorni, dove la sfida tra i piloti si svilupperà su ben 90 prove cronometrate e 6 prove di media rilevate dai numerosi ufficiali di gara che, per il secondo anno consecutivo, potranno avvalersi del prezioso ausilio dei cronografi Allemano.

La giornata di domenica 26 luglio sarà invece dedicata alla cerimonia di premiazione che, tenuta presso il Miramonti Majestic Grand Hotel, concluderà ufficialmente i giochi per l’edizione 2020 della manifestazione sportiva Coppa d’Oro delle Dolomiti. Non prima, però, di aver dato la possibilità ai partecipanti che lo desiderino, di misurarsi ancora in mattinata nel Tour dei Sestieri di Cortina, evento competitivo ancillare, esterno alla competizione principale.

La classifica della Coppa d’Oro delle Dolomiti, quale gara di regolarità valevole per il Campionato Italiano Grandi Eventi ACI Sport, revival della competizione di velocità tenutasi a partire dal 1947, consente l’accesso ai soli conducenti di vetture prodotte fino al 1971.

La possibilità di provare il brivido competitivo del tracciato dolomitico è tuttavia riconfermata anche quest’anno per le vetture storiche di particolare pregio costruite dal 1972 al 1990, che si sfideranno nella classifica separata Coppa d’Oro delle Dolomiti Legend.

Infine, una terza classifica, denominata Tributo Coppa d’Oro delle Dolomiti, sarà poi dedicata alle vetture Gran Turismo stradali costruite a partire dal 1991.

In attesa dell’ormai imminente start di una delle competizioni più affascinanti e longeve del panorama motoristico internazionale, i concorrenti possono già scaricare i file inerenti al percorso e la tabella tempi e distanze dalla sezione loro dedicata del sito ufficiale.

 

Ecco gli iscritti

 

ACI Global Servizi. Al fianco degli automobilisti.

ACI Global Servizi rappresenta da oltre 60 anni un solido riferimento per i Soci ACI e tutti gli automobilisti italiani per il soccorso stradale, è partner consolidato di Costruttori Automobilistici, Società di Noleggio, Compagnie di Assicurazioni ed altre Aziende. Con il suo servizio Soccorso Stradale 803.116 è leader in Italia su strade e autostrade, attiva 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, la Centrale Operativa gestisce oltre 2.500.000 di chiamate e circa 700.000 interventi di assistenza annui.

Sara Assicurazioni. L’assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia.

Sara Assicurazioni, primo esempio europeo di joint venture tra un’associazione di consumatori, l’ACI, e una compagnia di assicurazioni, è nata nel 1946 con l’obiettivo di mettere a disposizione degli automobilisti un’ampia gamma di servizi assicurativi. Sara Assicurazioni è ad oggi la Compagnia Assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia ed è punto di riferimento per le famiglie italiane e per tutte le esigenze legate alla sicurezza personale, patrimoniale e del tenore di vita.

 

Allemano. Measure your time.

Fondata da Giuseppe Allemano sul finire dell’800, la fabbrica si dedica inizialmente alla carpenteria pesante, producendo rulli a vapore per lavorazioni stradali. Qualche anno più tardi la produzione comincerà a orientarsi verso i primi strumenti di misura, legandosi a doppio filo alla storia dell’automobile. La Fiat 501 detta Torpedo, la prima auto ad essere prodotta in serie, monta il manometro Allemano del 1919. Proprio da questo indelebile pezzo di storia arriva l’ispirazione per i Misuratori del Tempo prodotti ai giorni nostri, in riscoperta dei valori del passato.

 

UBI Banca. All’equipaggio primo classificato il Trofeo UBI Banca.

UBI Banca, Unione di Banche Italiane, nasce nel 2007. Il Gruppo, vanta una copertura multiregionale, con 1.566 filiali in Italia, e una presenza internazionale essenzialmente mirata alle esigenze della clientela. Da sempre sostegno di iniziative legate al mondo dello sport, della cultura e della solidarietà, UBI Banca metterà in palio per l’equipaggio primo classificato alla Coppa d’Oro delle Dolomiti 2020 un Trofeo dedicato.

 

Santa Margherita. Esploratori del Gusto.

La storia di una famiglia, il sogno di un uomo, il fondatore Gaetano Marzotto, la sua visione del territorio come fondamenta del vino, la passione e il lavoro degli uomini che ci hanno creduto con lui. Santa Margherita, brand dell’omonimo Gruppo Vinicolo, rappresenta la tensione a innovare, a esplorare, a creare e a comprendere i mutamenti del gusto che hanno contraddistinto gli ultimi sessant’anni del vino italiano, l’intuizione di tracciare sempre nuove rotte del gusto e del piacere enologico. Perché la tradizione del vino italiano non sarebbe così grande se non avesse avuto il coraggio di guardare avanti.

Acqua Fiuggi. L’acqua della salute.

Fiuggi, regina delle città termali, è conosciuta fin dal Medioevo per la sua acqua oligominerale. Personaggi illustri come Papa Bonifacio VIII, che la definì “l’acqua della salute”, e come Michelangelo, che scrisse a suo nipote Lionardo “l’acqua che rompe la pietra, i cui effetti sono miracolosi”, ne trassero un grande giovamento. Il nome della piccola città è anche quello dell’acqua che da secoli fa bene alla salute degli italiani. Fiuggi, infatti, è acqua ma anche terme, con un percorso dedicato alle cure idropiniche e un impianto storico; campi da golf e tour operator, per rilassarsi, fare sport, ammirare il borgo medievale di Fiuggi e ritrovare il proprio benessere.

Ti potrebbe interessare:

Team Bassano: 2 Valli e Maremma in vista

Redazione

AS Vicenza si prepara all’insidiosa partita di Udine

Redazione

Campionati Giovanili Nazionali di hockey su ghiaccio sospesi con effetto immediato fino al prossimo 15 novembre

Redazione

Lascia un commento