24.6 C
Vicenza
4 Agosto 2020
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano

La diretta di LR Vicenza vs Virtus Vecomp, 0-0 – FOTOGALLERY

LR VICENZA – VIRTUS VECOMP VERONA – 0-0

LR Vicenza – Grandi, Bruscagin, Pasini, Cappelletti, Barlocco, Nalini, Rigoni, Cinelli, Vandeputte, Arma, Marotta. Allenatore: Domenico Di Carlo

Virtus Vecomp – Giacomel, Daffara, Odogwu, Danti, Bentivoglio, Visentin, Cazzola, Magrassi, Pinton, Sirignano, Sammarco. Allenatore: Luigi Fresco

Spettatori: 8922 per un incasso di euro 63692.

Dopo i due pareggi con Gubbio e Vis Pesaro il Vicenza torna a giocare al Menti per quello “strano” derby con i veronesi della Virtus Vecomp del presidente – allenatore Luigi Fresco.
Prima del fischio d’inizio si ricorda Mirko Pelizzer, lo sfortunato giocatore del Telemar San Paolo Ariston (società gemellata con quella biancorossa) scomparso venerdì a soli 25 anni.
Mimmo Di Carlo ritrova a centrocampo capitan Cinelli, con Rigoni e Vandeputte: sulla fascia c’é Nalini con la coppia d’attacco composta da Arma e Marotta mentre in panchina si rivede Giacomelli.
All’11’ bella girata dal limite di Sammarco con pallone non di molto alto sopra la traversa.
La replica, al 14’, é affidata ad un rasoterra di Vandeputte: controlla in due tempi il portiere Giacomel. Insistono i padroni di casa con una conclusione in area di Arma ribattuta da un difensore.

Al 22’ bella azione manovrata partita da centrocampo con pallone che arriva dalla parte opposta a Nalini che non ci pensa su e prova il tiro che termina sul fondo. Qualche minuto più tardi, al 28’, é sempre il numero 7 a provarci con un diagonale che attraversa tutto lo specchio della porta per poi spegnersi a lato. La palla-gol più clamorosa, però, é per la Virtus: su azione di calcio d’angolo perfetto lo stacco in area dell’ex arzignanese Odogwu con il palo a salvare Grandi come era già successo con il Gubbio.

Al 35’ é il Vicenza a sprecare l’occasione per passare in vantaggio. Fallo su Vandeputte, l’arbitro Maranesi indica il dischetto del rigore su cui si presenta Marotta. Rincorsa breve, pallone indirizzato nell’angolino, ma intuisce la traiettoria Giacomel e, sulla respinta, lo stesso Marotta calcia alto tra le proteste dei biancorossi che reclamavano un presunto secondo fallo. Nulla di fatto e risultato inchiodato sullo 0-0 su cui si chiude il primo tempo.

Inizia il secondo tempo con nessuna novità nei due schieramenti che tornano in campo. Anche il copione non sembra differenziarsi molto dai primi 45’.
Al 12’ palla-gol per il Vicenza firmata dai due giocatori fini a questo momento migliori in campo: discesa sulla destra di Vandeputte e pallone messo al centro per Nalini che di potenza non inquadra però la porta vuota calciando alto sopra la traversa.
Insistono i biancorossi che vedono aprirsi più spazi nella difesa avversaria. Ancora Vandeputte, pallone per Rigoni, toccato da Marotta e colpo di testa di Arma a lato.
Triplo cambio per Di Carlo che sostituisce Arma, Marotta e Rigoni con Guerra, Saraniti e Pontisso per dare nuova spinta al reparto avanzato.

Le sostituzioni non danno però gli effetti sperati in un Vicenza spesso e volentieri troppo lezioso che non riesce a verticalizzare l’azione. In realtà al 32’ arriverebbe anche il gol con Saraniti la cui posizione é però giudicata in fuorigioco. Per l’assalto finale dentro anche Giacomelli e Scoppa per Vandeputte e Cinelli.

Al 43’ brivido per Grandi: tiro-cross di Odogwu, davanti alla porta c’é Lupoli anticipato provvidenzialmente dal portiere biancorosso.

Cinque i minuti di recupero al termine dei quali viene sancito lo 0-0 finale. Terzo pareggio consecutivo per il Vicenza atteso domenica prossima dalla trasferta a Cesena.

 

 

FOTO DI ALESSANDRO ZONTA

 

 

 

Ti potrebbe interessare:

TENNIS – Cessione per il circolo La Rotonda, nuova concessione per il CT Vicenza

Redazione

HOCKEY PISTA – Iniziata la preparazione per il Trissino

Redazione

CALCIO – Ecco “Kombat”, il pallone della Lega Serie B

Redazione

Lascia un commento