1.7 C
Vicenza
21 Gennaio 2020
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano

Hockey in line – Il Piacenza ospite di McControl Diavoli Vicenza – Intervista a Lievore

HOCKEY IN LINE – Mc Control Diavoli Vicenza torna sulla pista di casa sabato 18 gennaio contro Piacenza (inizio gara ore 18.00), dopo due sfide lontano dalla mura amiche, a Torino in Coppa e a Milano in Campionato, dove non sono arrivati i risultati sperati. Per i vicentini serve voltare subito pagina e riprendere il cammino nel modo migliore contro la formazione piacentina neo-promossa affamata di punti e di risultati.  I Diavoli arrivano da una settimana difficile: prima la sconfitta a Torino in Coppa Italia e poi la sconfitta per 7-2 a Milano dove, dopo 30 minuti giocati alla pari con i padroni di casa, hanno letteralmente perso la bussola subendo l’accelerata dei lombardi e 5 reti in cinque minuti. Ma i vicentini sono determinati e convinti a riscattare quanto prima gli ultimi risultati.
La squadra si è ritrovata in settimana per gli allenamenti e per analizzare luci e ombre della gara di Milano e si sta preparando per farsi trovare pronta.

Dalla prossima gara ritorna disponibile Simsic, il difensore sloveno che ha scontato la squalifica e che potrà dare il suo importantissimo contributo ai compagni. Le premesse per far tornare il sorriso in casa Diavoli ci sono, anche se la partita con Piacenza non deve essere presa sottogamba: gli avversari hanno ottenuto una sola vittoria, contro Ferrara, ma ogni partita fa storia a sé e i biancorossi dovranno soprattutto giocare come sanno per riprendere la fascia positiva.

“Non dobbiamo sottovalutare e non ho nessuna intenzione di sminuire gli avversari, ma sabato dobbiamo pensare ad entrare in pista e fare la nostra partita – dichiara Fabio Lievore, attaccante biancorosso. – Dobbiamo giocare come sappiamo e fare bene. Avremo nuovamente Simsic e la gara con Piacenza può essere un buon test per provare qualche cambiamento che inevitabilmente ci sarà a livello di linee”.
– La ripresa degli allenamenti dopo Milano com’è andata? Che è successo nel big match della scorsa settimana?
“Gli allenamenti stanno andando bene. Abbiamo rivisto in parte la gara per capire bene dove abbiamo sbagliato ed è sicuramente servito. La scorsa settimana abbiamo giocato un buon primo tempo, alla pari del Milano, ma non siamo riusciti a concretizzare e poi abbiamo avuto cinque minuti di black out in cui siamo stati pesantemente puniti. Penso che sia una questione di testa, di gestione della pressione, di capacità di gestire certi momenti, di evitare le penalità”.
– Tu hai giocato per tre anni a Milano che lettura dai alla gara della scorsa settimana? E’ veramente una squadra imbattibile?
“Non penso, ma loro hanno l’esperienza di saper gestire le partite che contano nel migliore dei modi e anche i momenti che contano. Sanno gestire le pressioni, i momenti di nervosismo, il discorso delle penalità, hanno una mentalità vincente e non hanno mai smesso di lottare, come noi, ma hanno avuto la pazienza di aspettare il momento giusto per accelerare e per approfittarne. Noi invece abbiamo avuto probabilmente troppa foga e fretta, dobbiamo ancora migliorare sotto questo punto di vista e crescere”.

– Dopo Piacenza, mercoledì 22 spareggio di Coppa Italia con Padova.
“Bel banco di prova perché han dimostrato benissimo di poter stare fra le prime quattro, sappiamo il valore del Padova e il peso di questa gara. Dobbiamo affrontarla come fosse una finale. E’ una partita importantissima, ma per una squadra come la nostra che è ancora un po’ in rodaggio servirà di sicuro”.

– Personalmente come stai vivendo questa stagione?
“Personalmente molto bene, mi trovo bene perché c’è un bel gruppo, bel clima di spogliatoio, ci conosciamo tutti, anche se si può sempre migliorare e penso che abbiamo tutti, compreso il sottoscritto, margini di miglioramento”.

– Ti sei dato degli obiettivi anche personali ad inizio stagione?
“Beh sia a livello di squadra che personale vogliamo fare bene in tutte le competizioni e arrivare il più in alto possibile. Diciamo però che se proprio devo pensare a dare una priorità forse lo scudetto ha un valore maggiore, perché è il completamento di una stagione e con i play off viene fuori veramente il più forte”.
– Ma i tuoi compagni non ti hanno detto che al sorteggio delle Coppe, potevi fare di meglio? In Coppa Italia spareggio con Padova e in Coppa Fisr semifinale con Milano.
“Diciamo che qualche raccomandazione me l’avevano fatta, ma se vogliamo vincere qualcosa di importante bisogna passare per Milano di sicuro. Dispiace per la Coppa FISR incontrarli in semifinale, ma non dobbiamo preoccuparci perché se vogliamo arrivare in alto non possiamo fare calcoli”.

 

In attesa della prossime sfide di Coppa, massima concentrazione per la gara di sabato con Piacenza al pattinodromo di Viale Ferrarin che speriamo gremito di tifosi per sostenere i colori biancorossi.

E sabato, proprio per ritrovare il clima di casa e la carica che può arrivare dall’ambiente, sarà anche l’occasione per vedere in pista tutti i Diavoli del settore giovanile, fino ai più piccolini che stanno facendo i primi passi sui roller. Tutti i diavoletti sono ufficialmente invitati dagli atleti della serie A al match contro Piacenza e durante l’intervallo e a fine partita potranno scendere in pista accanto ai loro beniamini per fare qualche scambio e pattinare fianco a fianco.

 

 

 

Ti potrebbe interessare:

CALCIO – Arzignano recupera la prima gionata a Piacenza

Redazione

La Champions League Pulcini incorona Alto Academy e Calidonense

Redazione

HOCKEY IN LINE – I Diavoli di Vicenza vincono contro il Piacenza

Redazione

Lascia un commento