1.4 C
Vicenza
6 Dicembre 2019
SPORTvicentino
Hockey Hockey in line Primo Piano Slider

MC Control Diavoli Vicenza: tre punti importanti contro Padova

MC CONTROL DIAVOLI VICENZA: TRE PUNTI IMPORTANTI CONTRO PADOVA

Mc Control Diavoli Vicenza conquista altre tre punti sulla pista di casa contro Ghosts Padova, con il risultato di 4-3, al termine di una gara bella e combattuta fino a circa 15 minuti dal termine e poi troppo nervosa e tirata a discapito del gioco. Avversari ostici e mai domi, anche senza sloveni, e biancorossi , senza Simsic, ancora fuori per squalifica, e Munari influenzato, che non sempre hanno saputo concretizzare le occasioni avute.

Nel primo tempo gran ritmo, belle azioni da entrambe le parti

I portieri Alberti per Vicenza e Laner per Padova, chiamati a dimostrare la loro qualità, occasioni e anche errori sotto porta sia dei Diavoli che dei Ghosts e nei momenti decisivi superiorità dei padroni di casa, bravi a portarsi in vantaggio grazie ad una terza linea molto vivace e protagonista in tutti e due  i gol.
Pronti e via e un tiro per parte nei primi due minuti, poi Loncar e Roffo non riescono a superare Laner ed è Alberti a chiudere la porta su pericolosa conclusione di Padova con l’uomo smarcato davanti al portiere vicentino. I Ghosts non segnano e sono i Diavoli ad approfittarne: Dal Ben tira da fuori e Laner ribatte, ma arriva Lievore che con un diagonale gonfia la rete per il vantaggio vicentino. Padova chiama time out e riprende il gioco facendosi pericolosa, ma poco dopo è Laner a salire in cattedra e dire di no a Loncar. Alberti ribatte tiro di Rossi e poi Laner la conclusione di Zerdin. Grande Alberti a ribattere la conclusione di Elia Calore, che fa un grande slalom fino alla porta biancorossa, e poi a bloccare il disco sulla linea e sul primo palo. Padova ancora in attacco scheggia la traversa e non approfitta della superiorità grazie ad Alberti e un ottimo Baldan in fase di gestione del disco. Per Vicenza ci prova Testa, ma c’è Laner e poi ancora Padova ad impegnare il golie biancorosso. Palo anche per i vicentini, con dal Ben, ma niente da fare nel power play a favore dei Diavoli un po’ imprecisi in fase conclusiva e di nuovo fermati da Laner che ribatte i tiri di Baldan e Frigo. Ma Vicenza insiste e ancora la terza linea protagonista con Lievore che smarca bene al centro Tabanelli pronto e freddo ad infilare Laner per il 2-0 dei Diavoli e per il primo gol stagionale.
Negli ultimi minuti ci provano Zerdin e poi Baldan che cerca il gol dell’ex, ma Padova non molla e impegna Alberti anche negli ultimi secondi.

Nella seconda frazione di gioco di nuovo staffetta per i portieri in casa Vicenza

Entra Frigo e fuori Alberti, ma la musica non cambia. Alla reazione e pressione di Padova, risponde Vicenza con Ustignani che non trova la conclusione vincente sotto porta. Alla penalità fischiata a Lievore è bravo capitan Roffo a difendere il disco e scatta la penalità anche per Padova, ma poco dopo viene spedito in panca puniti anche Testa e Padova non ne approfitta. Gli ospiti chiamano time out e alla nuova penalità fischiata ai vicentini, fuori anche Loncar, non approfittano della doppia superiorità, ma vanno in rete in 4 contro 3 con Francon accorciando le distanze. E’ Vicenza a chiamare time out, alla ripresa penalità per Padova e grande salvataggio di Laner che evita l’allungo, ma il gol è nell’aria e arriva grazie all’accoppiata Delfino-Zerdin al 34.27. Salva Frigo tiro da fuori e poi Dal Ben, su assist di Frigo, porta i suoi sul 4-1.
Padova cerca di reagire e di pressare i Diavoli che,  attaccati con aggressività, incorrono in una serie di penalità anche pesanti (5 minuti + 2 a Nicola Frigo che si becca anche la penalità partita e 10 minuti per cattiva condotta a Zerdin) che alterano gli equilibri e riaprono la strada agli ospiti: Pace segna il 4-2 e alla nuova penalità di Vicenza, fuori Loncar, segna Elia Calore il 4-3
Rossetto, ex nelle fila del Padova, viene mandato in panca puniti e sull’attacco vicentino è Laner a superarsi  e a far passare indenne il power play ai suoi. Negli ultimissimi minuti: penalità a Lievore, Calore manda di poco a lato l’occasione per il pareggio e assalto del Padova che toglie anche il portiere, ma senza fortuna.

Il fischio della sirena sancisce la vittoria dei Diavoli e pone fine ad un periodo di grandi tensioni in cui i vicentini per lunghi tratti hanno giocato in inferiorità, anche doppia, spendendo tante forze, ma riuscendo a tenere fino alla fine nonostante gli attacchi degli avversari.
“E’ stata una partita molto tirata e molto combattuta, come ci aspettavamo – ha dichiarato al termine l’allenatore dei Diavoli, Angelo Roffo. – Questo era uno degli incontri difficili, anche se quest’anno ce ne sono tanti perché c’è un grande equilibrio in questo campionato. Quindi molto bene essere riusciti a vincere questa gara, pur avendo fatto qualche piccolo errore, soprattutto nel primo tempo con tante situazioni di contropiede non gestite al meglio. Nel secondo tempo, invece,  un po’ di nervosismo e abbiamo giocato per lunghi tratti in inferiorità e in alcuni momenti anche in doppia inferiorità, prendendo complessivamente 37 minuti di penalità e contro una squadra come il Padova si possono pagare. Però è andata bene”.
– In una gara come questa, con un secondo tempo tirato e con molti power play, i portieri sono stati ancora una volta protagonisti, da entrambe le parti.
“All’inizio del secondo tempo abbiamo ripreso bene, portando il vantaggio sul 4-1, con la squadra ancora in crescita, ma siamo incappati in una serie di penalità per cui abbiamo dovuto tener duro, soprattutto nelle situazioni di doppia inferiorità. Per questo devo fare i complimenti ai ragazzi e in particolare ai portieri perché in queste situazioni diventano determinanti. Abbiamo avuto una terza linea che ha fatto una gran partita: segnato, creato occasioni, ha giocato bene, ma con i power play ci siamo affidati ai giocatori di maggior esperienza dovendo per forza di cose rinunciare al gioco soprattutto in 2 contro 4. Abbiamo così perso il ritmo e la partita, a quel punto, l’hanno fatta gli avversari, ma credo di dover fare i complimenti ai portieri, alla tenacia di tutti i ragazzi che si sono spesi e sacrificati per resistere anche nelle difficoltà dimostrando una gran voglia di vincere, anche se c’è stata troppa tensione. Quando l’arbitro fischia una penalità nessun giocatore pensa che sia giusta, ma non serve correre a protestare o farsi sentire. Se l’arbitro fischia, si prende la penalità e basta, si va in panca, tanto non si può tornare indietro”.
– Diavoli sempre a bottino pieno e il prossimo sabato a Torino.
“Sarà un’altra partita difficile. Andiamo a Torino senza Simsic, che sarà assente fino a gennaio per la squalifica, e probabilmente senza Nicola Frigo che in seguito alla penalità partita prenderà una squalifica. Speriamo di recuperare Munari, oggi fuori perché ammalato, ma che la prossima settimana penso proprio potrà rientrare”.

 

Tabellino

Mc Control Diavoli Vicenza – Ghosts Padova (2-0) 4-3

MC Control Diavoli Vicenza: Alberti, Frigo M., Testa, Loncar, Baldan, Frigo N., Ustignani,  Zerdin, Delfino, Roffo, Dal Ben, Lievore, Tabanelli.
All.: Angelo Roffo

Ghosts Padova: Laner, Facchinetti, Francon, Calore E., Calore C., Rossi, Pagnoni, Raccanelli, Grancara, Campulla, Carron, Valente, Zorzo, Rossetto, Pace, Virzì.
All.: Riccardo Marobin

Arbitri: Ferrini e Colcuc

RETI
PT: 6.01 Lievore (V), 20.26 Tabanelli (V);
ST: 33.21 Virzì (P) pp, 34.27 Delfino (V) pp, 35.59 Dal Ben (V), 39.27 Pace (P) pp, 42.45 Calore E. (P).

Ti potrebbe interessare:

La prima pagina in edicola venerdì 6 dicembre

Redazione

Triangolare di basket giovanile domenica 8/12 a Vicenza

Francesco Brasco

Velcofin Interlock gioca in trasferta a Carugate

Francesco Brasco

Lascia un commento