14.6 C
Vicenza
22 Ottobre 2019
SPORTvicentino
lI frateli Zeo e Fabio Martini con Pietro Fratton e Lorenzo Mastella, tutti e quattro azzurri U19
Primo Piano Rafting

A Solagna (Vicenza) assegnati i titoli assoluti di specialità per Rafting e Hydrospeed

RAFTING – Si sono concluse a Solagna, in provincia di Vicenza, le gare delle specialità Slalom e Discesa Classica del 32° Campionato Italiano Rafting. La manifestazione, indetta dalla Federazione Italiana Rafting e organizzata da Ivan Team S.a.s. di Ivan Pontarollo & C. e dal Valbrenta Team A.S.D, ha impegnato una quarantina di equipaggi oltre agli atleti dell’Hydrospeed che per l’occasione disputavano la prova unica di specialità Slalom valida per l’assegnazione del titolo italiano. L’appuntamento sul Brenta metteva in palio i titoli italiani di specialità Slalom per tutte le categorie e quelli di specialità Discesa Classica per Allievi, Cadetti e Disabili. Inoltre, la Discesa Classica era valida per la Coppa Italia delle categorie Under 19, Under 23, Senior e Master.

Per la specialità Slalom, con la gara su due manche disputata sabato, i titoli per il Rafting sono andati a: Canoa Club Verona nei Cadetti,  DRD4 di Merano (Bolzano) nella Junior Femminile, Rafting Team Verona nella Under 19 Maschile, al RiverSide di Gravere (Torino) nella Senior Maschile e al Sudtirol Rafting Expeditions di Saltusio (Bolzano) negli Atleti non Agonisti. Per l’Hydrospeed, vittorie di Zeno Martini del Rafting Team Verona nella Under 19 Maschile, di Fabio Martini, sempre del Verona, nella Under 23 Maschile e di Roberto Chilosi del Sesia Rafting di Vocca (Vercelli) nei Master.

Per la specialità Discesa Classica valida per i titoli italiani assoluti di categoria: vittoria dell’equipaggio del Canoa Club Verona nella categoria Cadetti.

Nella prova di Discesa Classica valida per la Coppa Italia, vittoria del Rafting Team Verona negli Under 19. Nelle altre categorie vittorie dell’equipaggio del DRD4 di Merano (Bolzano) nella Junior Femminile e del Sudtirol Rafting Expeditions di Saltusio (Bolzano) negli Atleti non Agonisti. Nella Under 23 da segnalare la vittoria dell’equipaggio dell’ASV Sterzing di Vipiteno (Bolzano) che, oltre a imporsi nella sua categoria, ha fatto segnare il miglior tempo assoluto di tutti gli equipaggi in gara staccando di poco meno di 2 minuti il secondo miglior tempo dell’equipaggio Senior Maschile dell’Adda Viva Indomita Valtellina River 4 di Sondrio. Per il team dell’ASV Sterzing un bis, visto che, anche nella gara di Slalom di sabato, aveva fatto segnare nella sua seconda discesa il miglior  tempo assoluto di tutti gli equipaggi in gara.

Prossimo appuntamento del 32° Campionato Italiano Rafting la prova che assegna i titoli di Maratona in programma sull’Adige il 20 ottobre. Ma, prima, un appuntamento internazionale con la disputa del primo Campionato Mondiale Para Rafting indetto dalla World Rafting Federation in programma dal 10 al 13 ottobre e Kiev, Ucraina. Un appuntamento al quale l’Italia parteciperà con una squadra selezionata dalla Federazione Italiana Rafting e composta da Marco Montagna, Salvatore Cutaia, Massimo Giandinoto, Rosario Sperandini, Riccardo Novella accompagnati dal DT Paolo Benciolini e da Elena Bragastini.

 

NELLA FOTO IN COPERTINA: da sinistra Zeno Martini, Pietro Fratton, Lorenzo Mastella, Fabio Martini tesserati per il Rafting Team Verona, campioni italiani 2019 di R4 U19 e nella squadra azzurra di rafting. Zeno Martini è anche campione itlaiano di Hydrospeed

Ti potrebbe interessare:

Dopo il ko di Supercoppa i Diavoli chiamano e Roffo risponde sì

Redazione

Crisi Roller: si salva solo capitan Pelva

Redazione

Stop casalingo per il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore

Redazione

Lascia un commento