14.6 C
Vicenza
22 Ottobre 2019
SPORTvicentino
Calcio L.R. Vicenza Virtus Primo Piano

La diretta di Vicenza-Rimini

LR VICENZA – RIMINI 2-0

LR VICENZA – Grandi, Bruscagin, Padella, Cappelletti, Barlocco, Jari, Rigoni, Cinelli, Giacomelli, Guerra, Marotta. All. Di Carlo

RIMINI – Scotti, Finizio, Ferrari, Van Ransbeeck, Nava, Zamparo, Candido, Gerardi, Palma, Silvestr, Scappi. All. Cioffi.

Arbitro: Acanfora di Castellamare

Marcatori: 33′ st Pontisso, 50′ st Saraniti

Il Menti si colora tutto di biancorosso per la sfida con il Rimini e prepara una coreografia d’eccezione in curva sud per ricordare il centenario della nascita del grande Romeo Menti.

Prima del fischio d’inizio c’era stata la cerimonia di scopertura di una targa, all’ingresso dello stadio, alla presenza tra gli altri del sindaco Francesco Rucco, del direttore generale del Vicenza Paolo Bedin, del ds Giuseppe Magalini e di Cristiano Menti, figlio di Romeo, che aveva appena sedici mesi quando il celebre papà morì nella tragedia di Superga.

Passando alla cronaca della partita, pronti via e dopo appena due minuti l’occasione più limpida capita sui piedi di Stefano Gacomelli, che si gira bene e mette il pallone nell’angolino dove però il portiere Francesco Scotti riesce  ad arrivare deviando in calcio d’angolo.

I biancorossi di Mimmo Di Carlo insistono con un  gioco palla a terra che vede un buon dinamismo di Padella e, in avanti, di Guerra, in veste anche di rifinitore per Giacomelli. All’11’ ci prova Vandeputte (al debutto al Menti come pure l’ex biancorosso Luca Rigoni) dal limite con una conclusione a fil di palo.

Al 33′ é la volta di Marotta smarcatosi davanti alla porta, ma rimpallato in corner.

Dall’altra parte il Rimini si limita a qualche sporadica sortita offensiva che non crea preoccupazioni alla difesa di casa.

Al 38′ é ancora Vandeputte la palla buona in area, ma anziché calciare si perde in un tocco di troppo e così l’azione sfuma. Al 43′ ci prova direttamente Giacomelli su calcio piazzato: pallone tra le braccia di Scotti e nulla di fatto. Si va così negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

La ripresa si apre con gli stessi schieramenti in campo, ma tra i padroni di casa inizia ad affiorare un po’ di nervosismo anche nei confronti del direttore di gara, reo di non sanzionare qualche fallo di troppo si danni dei biancorossi, in particolare su Giacomelli.

Prova a rimescolare un po’ le carte inserendo Arma al posto di Guerra. E’ però Marotta al 18′ ad avere la palla buona, ben imbeccato in area, ma non riesce a battere Scotti. Poca fortuna qualche minuto dopo per il tiro – cross di Barlocco che termina sul fondo.

Ancora cambi in casa biancorossa con Pontisso e Zonta dentro al posto di un Rigoni ancora poco incisivo e di Giacomelli. Ci prova sotto porta ancora Marotta, a cui non riesce la deviazione sotto porta.

Al 33′ invece é perfetta la girata di testa del neo-entrato Pontisso sulla punizione millimetrica di Vandeputte: 1-0 ed esplode lo stadio Menti. Galvanizzati dal vantaggio insistono i Di Carlo boys: lancio di Arma per Marotta anticipato di un soffio dall’uscita di Scotti.

Finisce con i biancorossi in attacco e, quasi allo scadere dei cinque minuti di recupero, arriva il raddoppio firmato da Saraniti, lesto a riprendere la respinta del portiere sul diagonale di Arma scattato via in contropiede sulla fascia destra. Arriva anche il triplice fischio dell’arbitro che sancisce il secondo successo casalingo della stagione. Con dedica speciale a Romeo Menti in una domenica davvero speciale per i colori del Vicenza.

 

Ti potrebbe interessare:

Dopo il ko di Supercoppa i Diavoli chiamano e Roffo risponde sì

Redazione

Crisi Roller: si salva solo capitan Pelva

Redazione

Stop casalingo per il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore

Redazione

Lascia un commento