Matteo Zurlo con la maglia rossa del Giro del Veneto

CICLISMO U23 – E’ una Zalf Euromobil Désirée Fior “a valanga” quella che anche ieri venerdì 5 luglio 2019 ha ben figurato al Giro del Veneto: la frazione, scattata da Montegrotto Terme (Pd) e conclusasi a Vicenza, sulle rampe che conducono al santuario di Monte Berico, ha visto assoluti protagonisti i ragazzi dei patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior.

E’ sfuggita la vittoria di tappa ma il secondo posto ottenuto da Matteo Zurlo è valso al ragazzo di Tezze sul Brenta (Vi) la maglia rossa di leader della classifica generale ad una sola tappa dalla conclusione del Giro del Veneto 2019.

Ma non è finita qui: al terzo posto è giunto Marco Landi e al settimo Edoardo Francesco Faresin. Per l’effetto del risultato odierno, oltre alla leadership di Matteo Zurlo, Edoardo Francesco Faresin occupa la terza piazza in classifica generale e Marco Landi la quinta. Inoltre, Marco Frigo continua a vestire le insegne del primato nella classifica riservata ai giovani e Matteo Zurlo si è preso anche la maglia ciclamino di leader della classifica a punti.

“Anche oggi la squadra ha lavorato in maniera impeccabile. L’obiettivo era quello di conquistare la maglia di leader per poterci giocare al meglio le nostre carte domani sul traguardo posto sull’Alpe del Nevegal” ha commentato il ds Gianni Faresin. “E’ sfuggita la vittoria di tappa perchè sulla nostra strada abbiamo incontrato uno straordinario Riccardo Lucca ma va bene così. Domani si scriverà l’ultima pagina di questo giro a tappe e speriamo che ci sia favorevole come lo sono state queste prime tre giornate di gara”.

Sorriso sulle labbra per Matteo Zurlo“Sono felicissimo per aver conquistato questa maglia rossa: domani ci sarà da faticare ma abbiamo una squadra forte e sono certo che potremo dire la nostra anche sul Nevegal. Mi spiace non essere riuscito a riprendere Lucca nel finale: è la seconda medaglia d’argento che raccolgo in due giorni, ma oggi va bene così.”

Lascia un commento