12.4 C
Vicenza
23 Aprile 2021
SPORTvicentino
Atletica

Atletica Vicentina chiude un primo semestre da record

Si chiude un primo semestre da record in casa Atletica Vicentina Despar.
Ottavia Cestonaro

Non che il sodalizio guidato da Paolo Noaro abbia poca confidenza con i vertici dell’atletica nazionale, ma la crescita di alcuni atleti sulla scena internazionale non è mai stata così importante. Emblema di questa progressione che guarda oltre i confini nazionali è Ottavia Cestonaro (Atletica Vicentina Despar – Carabineri) che, dopo una trentina di titoli nazionali in ogni categoria di età tra lungo, triplo, staffette e prove multiple, approda nell’élite delle tripliste internazionali con la medaglia d’argento colta ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona che le ha consentito di violare la fatidica soglia dei 14 metri. 14m05 la misura che ha onorato il suo debutto con la maglia della nazionale maggiore a 23 anni, ininterrottamente seguita dal padre allenatore Sergio, che si è avvalso nel tempo della collaborazione di due nomi storici della specialità azzurra quali Paolo Camossi e Barbara Lah. Sempre a Tarragona nella 4×400 oro per un sempre più ritrovato Matteo Galvan (AV Despar – Fiamme Gialle) che contribuisce così al ricchissimo bottino della nazionale italiana nella maggior rassegna internazionale in vista degli Europei di Berlino di agosto. Nel lungo si è registrato il sesto posto della cassolese Laura Strati (AV Despar) che sta ritrovando la condizione dopo un inverno difficile dal punto di vista fisico.

Quattro medaglie ai Giochi del Mediterraneo Under 23 grazie a Beria, Bellò, Lonedo e Kouakou

Sempre in chiave internazionale i Giochi del Mediterraneo Under 23 di Jesolo, svoltisi ai primi di giugno, hanno regalato forti emozioni ai colori arancioni. Delle 37 medaglie complessive conquistate dalla selezione azzurra ben quattro portano la firma di AV Despar. Negli 800 Elena Bellò (Fiamme azzurre/AV Despar) conduce una gara di testa e va ad aggiudicarsi l’oro in 2’04”31. Poco dopo Matteo Beria (AV Despar) va a collezionare un altro successo per l’Italia nei 400 hs con un grande finale che lo vede scendere a 50”52, nuovo record dei campionati del Mediterraneo. Nonostante il caldo del pomeriggio Rebecca Lonedo (AV Despar) si mette al collo uno splendido argento nei 10000 metri con il tempo di 35’59’51 dietro alla connazionale Nicole Reina.
Moillet Kouakou (AV Despar), assieme alle altre junior Aurora Berton, Alessia Carpinteri e Vittoria Fontana, conquista l’argento con il crono di 44”40 che rappresenta il nuovo limite italiano di categoria migliorando il 44”52 fatto segnare da un altro quartetto azzurro nel 2011 a Tallin.
Nella prima giornata Margherita Zuecco (AV Despar) aveva sfiorato il bronzo nei 100 giungendo quarta nella finale dei 100 con il suo secondo miglior tempo di sempre nei 100 di 11”62. Quinto posto nel lungo per Beatrice Fiorese (AV Despar), in non perfette condizioni fisiche con 5m84.

Ai societari assoluti AV Despar quinta d’Italia tra le donne. Uomini super tornano in A. Record per la 4×100 junior

Dopo l’ultima doppia finale congiunta nel 2016 AV Despar presenzierà con entrambe le formazioni assolute, maschile e femminile, alla finale scudetto dei campionati di società del 2019. A Modena, dove si sono assegnati i verdetti tricolori 2018, AV Despar si riconferma come quinta forza nazionale a livello femminile arrivando a soli cinque punti dal podio tricolore.
Per la quarta volta nella sua storia la squadra arancione si piazza al quinto posto dopo le edizioni di Milano (2014), Cinisello Balsamo (2016) e Modena (2017). Grande protagonista Ottavia Cestonaro, che fa incetta di punti tra lungo e triplo e la 4×100 (composta da atlete junior) che stabilisce il record italiano Under 20.
Francesca Todescato, Moillet Kouakou, Alice Muraro e Margherita Zuecco riscrivono il limite nazionale con un roboante 45”95, migliorando di ben 36 centtesimi il primato prcedente (1995 Snam Milano).
Ai tricolori Under 20 e Under 23 pioggia di medaglie con 6 ori e 2 argenti.
Sorprende la Kouakou che trionfa nei 200, fa argento nei 100 dietro ad una super Zuecco e vince l’oro della 4×100.
Trasferta trionfale per AV Despar ad Agropoli, sede dell’edzione 2018 dei campionati italiani Under 20 e Under 23, svoltisi nel primo week-end di giugno, che si afferma come miglior società nazionale per titoli conquistati con i 5 ori individuali e quello della 4x 100 junior donne.

Soddisfazione dello staff dirigenziale e tecnico arancione per i complimenti al lavoro svolto dalla società dai vertici nazionali

Per AV Despar sei è il nuovo record di medaglie conquistate ad una rassegna nazionale conquistate da atleti vicentini e da nessun atleta militare. Gli atleti berici si sono presentati all’appuntamento ben preparati e concentrati e i numerosi primati personali ne sono la dimostrazione. Il bottino dei tre giorni in quel di Agropoli ammonta a 6 ori, 2 argenti, 14 nuovi primati personali e 19 piazzamenti nella top ten.
Nella prima giornata il mondo la velocità incorona le sue regine arancioni. Zuecco la spunta sulla compagna Kouakou nei metri finali: per entrambe ampiamente violato il limite dei 12 secondi. Zuecco poi ai box a titolo precauzionale e Kouakou che si scatena con l’oro nella 4×100 e la roboante vittoria sui 200 metri. Entrambe saranno protagoniste ai mondiali Junior a Tampere.

Ti potrebbe interessare:

10.000 METRI, TITOLI VENETI A ESPOSITO E CELATO

Redazione

L’atletica veneta lancia la nuova stagione: oltre 80 le gare in programma

Redazione

PESISTICA – Federica Vacca conquista il titolo regionale nella categoria 64KG

Redazione

Lascia un commento