16.3 C
Vicenza
21 Aprile 2021
SPORTvicentino
Golf

Alps Tour Colli Berici – trionfa Enrico Di Nitto

EnricoDiNitto_coppeENRICO DI NITTO TRIONFA NELL’ ALPS TOUR COLLI BERICI
Il 22enne romano supera al playoff l’olandese Van Driel, terzo posto per Gregory Molteni

Brendola, 16 maggio. Enrico Di Nitto ha vinto l’Alps Tour Colli Berici, settimo torneo stagionale del circuito golfistico internazionale Alps Tour. Sul percorso vicentino del Golf Club Colli Berici il 22enne romano, al primo anno da professionista, ha superato al playoff, grazie a un birdie, l’olandese Darius Van Driel, a conclusione di un appassionante testa a testa che aveva portato i due contendenti a 202 colpi (11 sotto il par). Sul podio anche l’azzurro Gregory Molteni, terzo con 204 colpi (-9), che ha preceduto di una lunghezza l’inglese Matt Wallace. In evidenza fra gli italiani anche Federico Elli, 6° con 208 (-5) e Andrea Bolognesi, 9° con 209 (-4). La palma di miglior amateur è andata a David Blanco Hernandez, portacolori del GC Colli Berici, 25° con 213 colpi (par). Record del campo stabilito a pari merito dall’inglese Tom Shadbolt e dallo svizzero Arthur Gabella, entrambi nel primo round con 63 colpi (8 sotto il par).
Il round conclusivo era stato preceduto dal completamento delle ultime buche non giocate ieri per il sopraggiungere di un temporale. Il torneo ha avuto come anticipo la Pro Am Banca Popolare di Vicenza, vinta dal professionista Joon Kim e dai dilettanti Massimo Margiotta, Paolo Cristallini e Claudio Rivalta, tutti e tre ex calciatori del Vicenza.

Alle premiazioni erano presenti il presidente del Golf Club Colli Berici, Alberto Ferrari, il vicepresidente della Federazione Italiana Golf, Paolo Casati, il presidente del Comitato Veneto della Federazione Italiana Golf, Stefano Mazzi, la direttrice Alps Tour, Estelle Richard, il direttore del torneo Alessandro Pia e Barbara Zonchello, direttore del Comitato organizzatore Open Professionistici di Golf della Fig.

Il vincitore. Di Nitto (68 67 67 -11) – tesserato per il Parco di Roma – è al suo settimo torneo da professionista. Il suo primo successo gli frutta un assegno di 5.800 euro (40.000 euro il montepremi complessivo). Dopo il campione olimpico giovanile Renato Paratore, Roma (candidata alla Ryder Cup del 2022) propone un altro giovane dall’avvenire roseo. «È stato bellissimo – ha commentato Di Nitto – e allo stesso tempo molto difficile. Dopo il bogey alla terzultima buca, sono riuscito a recuperare con due birdie e poi ho affrontato lo spareggio con grande fiducia».

La combattutissima gara ha tenuto col fiato sospeso anche il presidente del GC Colli Berici, Alberto Ferrari che ha commentato: «È stata una giornata magnifica, con un epilogo straordinario. Con un field così forte, la vittoria di Di Nitto non era scontata. E alla fine, con due birdie consecutivi ci ha regalato grandi emozioni». A conclusione del torneo, il presidente ha fatto il punto sull’evento sportivo internazionale ospitato per la seconda volta sul percorso di Brendola, esprimendo grande soddisfazione per il successo ottenuto: «L’organizzazione di questo prestigioso torneo è stata impegnativa per tutti, compresi i volontari che hanno fatto un ottimo lavoro. La seconda giornata in particolare è stata funestata dal maltempo, ma questo non ha spento l’entusiasmo dei nostri soci cui rivolgo i miei ringraziamenti. Per il Circolo ospitare per il secondo anno una tappa dell’Alps Tour è motivo di orgoglio e abbiamo tutta l’intenzione di proseguire su questa strada. In quest’ottica, non smetteremo di migliorare il percorso».

Per l’amateur portacolori del Circolo di Brendola, David Blanco Hernandez, 27 anni, origini spagnole, ma vicentino d’adozione «è andata benissimo. Ieri il secondo round è stato molto sofferto per le condizioni atmosferiche sfavorevoli, con il vento contrario che ha creato non poche difficoltà. Ma sono molto felice del risultato raggiunto, che spero sia di buon auspicio per il futuro».

Ha superato il taglio, anche l’altro amateur del GC Colli Berici, Alessandro Radig, che ha concluso in 42esima posizione con 218 colpi (+5).

Per il Golf Club Colli Berici si è trattato del secondo appuntamento con il torneo internazionale. Un’occasione importante per valorizzare il Circolo ma anche tutto il territorio vicentino e veneto. L’evento, infatti, ha contribuito ad accendere i riflettori sui Colli Berici, sulle bellezze del territorio, la sua offerta enogastronomica e l’importante realtà industriale.

Il percorso. Progettato dall’Architetto Marco Croze, il percorso è stato inaugurato nel 1988. Il campo, ad elevato contenuto tecnico, è caratterizzato dalle differenze di quota e dalle ondulazioni. Per tenere bassi gli score occorrono precisione e strategia di gioco. L’altezza di 300 metri sul livello del mare regala ai giocatori panorami mozzafiato che variano dalle Prealpi e le Piccole Dolomiti alla Pianura Padana verso Verona, passando per i Colli Berici, la suggestiva Rocca di Brendola e i Castelli di Giulietta e Romeo.

Sceso il sipario sull’Alps Tour Colli Berici, domani la settimana di gare si conclude con la Pro Am Kids Colli Berici, evento collaterale organizzato dal Circolo di Brendola, in collaborazione con l’Italian Pro Tour e il Comitato Veneto della Federazione Italiana Golf. La competizione, che è la prima Pro Am Kids del 2015 associata a un torneo professionistico italiano, si aprirà alle 12 e vedrà sfidarsi su un percorso di 9 buche, i migliori 27 giovani Under 16 e Under 14 del ranking zonale 3 (che comprende Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige), e 9 tra i professionisti più forti dell’Alps Tour. Nove le squadre, capitanate dai “pro”, che vedranno ciascuna la partecipazione di tre giovani dilettanti, nominati dal Comitato Veneto della Federazione Italiana Golf. La formula di gara è Louisiana a 4 giocatori.

Gli Sponsor. Per l’intera stagione, l’Italian Pro Tour avrà il sostegno di Colmar, Unopiù, Frosecchi, Martin Argenti e Konica Minolta. Media Partner: Sky; Charity Partner: Fondazione Maria Letizia Verga. Sponsor istituzionali: Federazione Italiana Golf, Alps Tour, Italian Pro Tour. Per il secondo anno consecutivo, inoltre, sarà a disposizione dei giocatori il servizio di Physio Team, con uno staff di fisioterapisti esperti nella prevenzione e riabilitazione post infortunio dei golfisti. L’Alps Tour Colli Berici ha il sostegno dei seguenti sponsor: Banca Popolare di Vicenza, Brenntag, Caffè del Doge, De Facci, Dimatico, Eismann, Elettromeccanica Zamberlan, Emerson, Fav, Fincimec, Hospes Italy, Hotel Castelli, Icom, Inser, Isp, Mercedes Trivellato, Morato Pane, Omal, Nodari, Ponente, Process Service, Rhenus Logistic, Roberto Coin, Santa Margherita, Sas Automation, Seneca, Sico, Sorelle Ramonda, Tirapelle, Xacus.

Il Calendario dell’Italian Pro Tour. L’Italian Pro Tour ha in agenda altri 6 tornei internazionali. Dopo l’Alps Tour Colli Berici, il circuito resta in Italia con il FRASSANELLE OPEN presented by LYONESS (20-22 maggio). La successiva tappa italiana sarà il Memorial Giorgio Bordoni (17-19 giugno – La Pinetina Golf Club). Si prosegue poi con il Servizitalia Open (15-17 luglio – Golf Club Lignano). Dal 17 al 20 settembre andrà in scena il massimo evento italiano di golf: il 72° Open d’Italia, in programma al Golf Club Milano. L’Italia ospiterà anche quest’anno una gara del Challenge Tour, che tornerà per la seconda stagione consecutiva all’Olgiata Golf Club dall’1 al 4 ottobre. La tappa conclusiva dell’Italian Pro Tour sarà il 2° Abruzzo Open (Alps Tour), che verrà disputato nuovamente al Miglianico Golf & Country Club dal 16 al 18 ottobre.

Ti potrebbe interessare:

50 Golf Club della penisola a Padova per il futuro del Golf Italiano

Redazione

Al Panathlon il golf diventa protagonista nei racconti e in… buca

Redazione

Golf, ad Asolo la prima edizione del “Trofeo del Veterano Sportivo”

Redazione

Lascia un commento