25.4 C
Vicenza
16 Agosto 2022
SPORTvicentino
Calcio a 5

Calcio a 5 femminile, Prando (Futsal Breganze) in azzurro

Gloria Prando (Futsal Breganze)
Gloria Prando (Futsal Breganze)

E’ ancora azzurro nel Futsal Breganze: Gloria Prando convocata per il raduno di San Bonifacio. Saranno 29 le ragazze attese mercoledì mattina dallo staff tecnico della nazionale. Tre giorni in terra scaligera per plasmare l’Italia in rosa. Porte sempre aperte anche per Benetti

La mattina di ieri, dopo il successo nel derby di chiusura del campionato con la Thienese, ha riservato una bella notizia a tutto il Futsal Breganze, ma soprattutto alla giovane Gloria Prando. L’atleta di Vo’ Euganeo ma da anni nel vicentino per studi è stata nuovamente chiamata in Nazionale per il prossimo raduno previsto dal 15 al 17 aprile al PalaFerroli di San Bonifacio, quartier generale per tre giorni della neonata nazionale in rosa guidata da mister Menichelli.

Saranno in tutto 29 le ragazze
con cui il commissario tecnico azzurro lavorerà in terra scaligera per proseguire quel lavoro di costruzione della prima storica nazionale di calcio a cinque femminile. Tra queste ci sarà anche Gloria Prando, che con le sue 15 reti all’attivo quest’anno è stata la miglior marcatrice della formazione biancorossa, nonostante le tre partite saltate nel girone d’andata per un problema alla caviglia ed il match non disputato a fine marzo per l’assenza del Plavan Robbio.

Il giovane talento berico ha saputo ritagliarsi, con umiltà e tanto lavoro in palestra, uno spazio di primo piano all’interno dello scacchiere messo in campo da mister Zanetti, conquistando col passare delle settimane la fiducia incondizionata delle compagne. Il traguardo della Nazionale è il legittimo coronamento di un percorso di crescita iniziato ad ottobre e sviluppatosi in maniera esponenziale nel 2015, con partite di ottima fattura su tutti i campi d’Italia e reti messe a segno contro tutte le compagini al vertice della graduatoria.

Emozione mista a grande concentrazione
per la tre giorni a San Bonifacio trapelano nelle prime parole di Prando: “L’attesa per una chiamata da parte del CT c’è stata, non lo nego, però è stato bello vedere quanto sostegno ed incoraggiamento ho ricevuto nel raggiungere questo traguardo. Sono in queste occasioni che ti rendi conto di quanti credono realmente in te. Il mio carattere poi mi ha molto aiutato nel processo di crescita, anche se un pensiero particolare va alla mia famiglia che mi ha sempre spronato a fare meglio. Infine un pensiero va a tutti coloro che hanno avuto a che fare con me nel mondo del futsal, in campo o anche fuori, perché senza di loro questo sogno non avrebbe senso”.

A Gloria la società Futsal Breganze rivolge un significativo ringraziamento per la stagione vissuta, ma soprattutto un caloroso in bocca al lupo per la prestigiosa avventura in maglia azzurra, sogno quasi timidamente rivelato dalla biancorossa, ma raggiunto grazie alle proprie indiscutibili doti di atleta, dentro e fuori dal campo.

Poteva essere doppia, a dire il vero,
la festa in casa Breganze perché del giro della Nazionale fa sempre parte anche Giorgia Benetti, già chiamata nel raduno di gennaio a Novarello. La vicentina però è stata costretta ai box per le conseguenze della frattura alla mano rimediata a Bologna due mesi fa, ma rimane comunque un elemento su cui il CT Menichelli ha posto la propria particolare attenzione: le porte della Nazionale infatti sono più che mai aperte per il capitano biancorosso.

Ti potrebbe interessare:

L’Arzignano C5 festeggia il primo successo casalingo piegando in rimonta Milano

Redazione

L’Arzignano C5 si illude a Villorba: non basta un super Pozzi per conquistare i primi punti

Redazione

L’Arzignano c5 al debutto contro il Villorba. Pablo Ranieri: “In campo a testa alta”

Redazione

Lascia un commento