18.6 C
Vicenza
21 Settembre 2021
SPORTvicentino
Calcio

Serie D: ArzignanoChiampo, vittoria e quinto posto

Federico Marchetti (ArzignanoChiampo)
Federico Marchetti (ArzignanoChiampo)

Sotto di un gol con l’uomo in meno l’Arzignanochiampo rimonta l’Union ripa e vola a quota 51 punti in zona playoff

Impresa gialloceleste, perchè di impresa si tratta. Primo tempo con poche emozioni e ripresa scoppiettante con l’Union Ripa che va in vantaggio al primo vero pericolo e poi ArzignanoChiampo che con l’uomo in meno, doppio giallo a Draghetti troppo generoso, ribalta il risultato con un rigore sacrosanto piazzato di Trinchieri e col gol vittoria di Marchetti che fa esultare il Dal Molin. Tre punti d’oro che portano i vicentini a quota 51, bottino su cui pochi avrebbero scommesso ad inizio anno e che invece in molti oggi devono tenere bene in considerazione. Continua la marcia gialloceleste che ora da domani penserà al derby berico con l’Altovicentino, in palio altri punti pesanti e perchè no qualche pensiero concreto di mettere le radici in zona play off. ArzignanoChiampo sotto la tribuna a ricevere il meritato applauso, cartolina da un soleggiato Dal Molin.

La cronaca del match

Poche emozioni nel primo tempo dove l’ArzignanoChiampo fatica a trovare gli spazi giusti in avvio coi neroverdi che cercano di pungere in contropiede. I veri pericoli arrivano nel finale di tempo con un paio di punizioni di Carlotto e un angolo del numero 7 gialloceleste che sbatte sul legno prima di essere smanacciato fuori area dal portiere ospite. Il primo brivido al 15′, fallo netto non dato a Trinchieri e Union Ripa che riparte in contropiede, bravo Dall’Amico a uscire fuori area e sventare il pericolo. Al 18′ i giallocelesti premono sull’acceleratore, Fracaro imbecca Draghetti che serve a Bolcato che non riesce nel tap in dentro l’area. Al 22′ incursione di Ponik ma il portierone di casa alza il muro davanti la sua porta. Un minuto dopo la prima vera occasione del match col numero nove neroverde che da due passi si fa ipnotizzare da Dall’Amico.

Al 30′ Vignaga fa sportellate a fondo campo, mette un pallone sul secondo palo dove Trinchieri di testa non da la giusta forza alla sfera e palla che finisce comoda tra le mani di De Carli. Al 36′ il brivido del palo da corner di Carlotto, la palla resta li ma la difesa ospite sventa il pericolo. Nel finale come detto le punizioni di Carlotto vivacizzano il finale: al 38′ il tiro sbatte sulla barriera e sul proseguimento Fracaro prova due volte a mettere la sfera in mezzo. Due minuti più tardi dal vertice sinistro dell’area tiro preciso verso il primo palo dove De Carli in due tempi blocca. Prima del fischio finale, al 44′, Carlotto mette in mezzo da palla inattiva verso Trinchieri che colpisce senza cattiveria.

Parte forte l’ArzignanoChiampo nella ripresa, Carlotto prova il tiro che viene deviato in angolo, palla poca sopra la traversa. Al 3′ è però l’Union Ripa a sbloccare il risultato con Malacarne che crede fino all’ultimo al cross basso di Ponik che sfrutta una difesa poco attenta, nulla può Dall’Amico sulla stoccata del difensore neroverde. Al 5′ risponde Carlotto che si incunea dentro l’area e fa partire un tiro cross che deviato assume una traiettoria strana verso il secondo palo, li Trinchieri manca l’appoggio in rete con la palla che passa sopra la sua testa. Al 12′ i giallocelesti restano con l’uomo in meno, secondo giallo per Draghetti che si becca il secondo giallo dall’arbitro che lo manda sotto la doccia in anticipo, un giallo per simulazione troppo frettoloso in una condizione di gara da rivedere per Nehrir di Cagliari. Al 16′ rimpallo in area palla per Tibolla che calcia di prima centrale, Dall’Amico in presa sicura.

Sulla ripartenza Fracaro steso in area da Frangu: rigore netto che Trinchieri realizza con freddezza spiazzando il portiere ospite per l’1 a 1 che rimette la sfida sui binari giusti. Al 29′ resta strozzato in gola l’urlo gol ai tifosi giallocelesti con Trinchieri che ruba palla al limite al marcatore e cerca di piazzare un mezzo pallonetto che esce di poco a lato, il bomber argentino si dispera e per lui l’applauso di incoraggiamento del suo Dal Molin. L’urlo esplode però al 34′ con Marchetti che buca la porta neroverde con una serpentina in area e un destro rasoterra che batte De Carli: il Dal Molin tutto in piedi. Brivido al 40′ con Antoniol che calcia dalla distanza palla che sorvola la traversa. Ultimo brivido con cinque minuti di recupero e il meritato applauso gialloceleste.

ARZIGNANOCHIAMPO-UNION RIPA LA FENADORA 2-1
ARZIGNANOCHIAMPO: Dall’Amico, Vignaga, Vanzo, Urbani, Pregnolato, Bolcato, Carlotto (19′ Marchetti), Tecchio, Trinchieri (49′ st Marchesini), Draghetti, Fracaro (41′ st Beccaro). All. Beggio.
UNION RIPA LA FENADORA: De Carli, Malacarne, Frangu (21′ st Sommavilla), Antoniol, De Checchi, Slongo, Solagna (31′ st Savi), Tomasi, Ponik, Gjoshi, Tibolla (41′ st Sinameta). All. Parteli.
ARBITRO: Nehrir di Cagliari.
RETI: st 3′ Malacarne (UR), 18′ rigore Trinchieri (AC), 34′ st Marchetti (AC).
NOTE: 12′ st espulso per doppia ammonizione Draghetti (AC). Ammoniti Antoniol, Tibolla, Frangu, Gjoshi (UR). Recuperi 1′, 5′. Angoli 3 (AC), 4 (UR).

fonte: arzignanovalchiampo.it

Ti potrebbe interessare:

In Coppa Italia cinquina del Vicenza calcio femminile all’Isera

Redazione

“La differenza tra Terluzzi e Van Basten”: non solo calcio nel libro che aiuta Vicenza for Children

Redazione

IL LR Vicenza conferma la fiducia a Di Carlo: da giovedì squadra in ritiro

Redazione

Lascia un commento