2.4 C
Vicenza
22 Gennaio 2022
SPORTvicentino
Volley, Obiettivo Risarcimento Vicenza batte il Lardini Filottrano
Pallavolo

Pallavolo, Obiettivo Risarcimento fuori dalla Coppa Italia

obbiettivo_risarcimento_vicenzaL’Obiettivo Risarcimento non riesce a ribaltare il risultato dell’andata e saluta così la Coppa Italia, tornando a concentrarsi esclusivamente sul campionato, che vedrà le biancoblu ospitare domenica alle 18.00 Monza per il big match di giornata.

Rossetto, come anticipato alla vigilia, ha dato ampio spazio a chi gioca meno, con le biancoblu che avevano iniziato bene la gara, staccando poi completamente la spina nel secondo e tornando a lottare nel terzo, dove a fare la differenza sono stati però gli errori nel testa a testa finale, errori che hanno permesso alla Beng di chiudere sul 28-30 e conquistare così la semifinale. Rovigo è poi andato a vincere anche la partita, con le biancoblu che non sono più riuscite a trovare le giuste motivazioni e determinazione per respingere i colpi delle avversarie.

L’Obiettivo Risarcimento scende in campo con Cialfi al palleggio in diagonale con Kapturska, Baggi e Smirnova in banda, Pastorello e Fronza al centro, Fiori libero. L’avvio e tutto delle biancoblu, con Cialfi che mette subito in difficoltà la ricezione della Beng, Kapturska che va a segno in contrattacco e Smirnova e Fronza a muro: 7-2. Le rodigine però non ci stanno ed accorciano fino al 10-8, poi Baggi e Pastorello riallungano per il +5 ed ancora sul turno al servizio di Cilafi che le biancoblu riprendo il largo: 19-12. La Beng accorcia pian piano con un ace, un muro e qualche errore delle biancoblu, sfruttando poi un giro a vuoto delle vicentine per portarsi fino al 22-20. Kapturska toglie palla, Smirnova conquista il ventiquattresimo punto e Patorello chiude a muro: 25-20.

Al ritorno in campo è subito la Beng a premere sull’acceleratore, con l’Obiettivo Risarcimento che prima soffre in attacco e poi in ricezione: 3-12. Le biancoblu non riescono a cambiare marcia le avversarie fanno che vogliono e vanno a chiudere sul 13-25 direttamente su un errore al servizio.

Rossetto manda in campo
Cella al posto di Smirnova e Strobbe per Fronza e gli scambi tornano a farsi equilibrati, con entrambe le squadre che sfoderano una grandissima intensità in difesa. La Beng prova in un paio di occasioni ad allungare, sempre ripresa dalle biancoblu che tengono il ritmo fino al 14-14. Un fallo al palleggio, un errore in attacco e un muro di Rovigo costringono Rossetto al time out sul 16-19 e al rientro in campo si torna in parità con Cialfi che mura e Strobbe che sfrutta il rigore sul servizio di Baggi. Le giallonere ci riprovano per il 21-23, ma l’Obiettivo Risarcimento impatta ancora e Cella conquista la prima palla set. Rovigo ne annulla due, la terza se le auto-annullano le vicentine che poi regalano alla Beng la palla-semifinale. Cialfi a muro ribalta ma sono ancora un errore al servizio e uno in attacco a rimandare avanti Rovigo che stavolta va a chiudere sul 28-30.

Per il quarto set tornano in campo Smirnova e Fronza e l’equilibrio visto nel parziale precedente continua per i primi scambi, poi la Beng conquista il primo break sul 7-9 e prosegue spedita la sua corsa con l’Obiettivo Risarcimento che commette troppi errori e Rovigo che cresce a muro: 17-25.

Obiettivo Risarcimento Vicenza – Beng Rovigo 1-3 (25-20, 13-25, 28-30, 17-25)

Obiettivo Risarcimento: Strobbe 5, Cialfi 2, Lanzini (L2), Kapturska 18, Cella 7, Baggi 9, Fiori (L1), Smirnova 13, Pastorello 8, Ghisellini ne, Fronza 5. All. Rossetto
Beng Rovigo: Norgini, Zardo (L), Guatelli 24, Lotti ne, M’Bra 3, Brusegan 9, Musti De Gennaro 11, Crepaldi 9, Pincerato 1, Manfredini 12, Coan ne, Lisandri 3. All. Flisi
Arbitri: Rolla di Perugia e Merli di Terni

Ti potrebbe interessare:

Nuovo stop anche per la serie B di Anthea Vicenza Volley: la ripresa fissata per il 6 febbraio

Redazione

Terzo rinvio per Anthea Vicenza Volley: salta anche la sfida di sabato con Albese Volley Como

Redazione

Nuovo rinvio per Anthea Vicenza Volley: salta anche la trasferta di domenica a Mondovì

Redazione

Lascia un commento