16 C
Vicenza
5 Ottobre 2022
SPORTvicentino
Hockey

Mondiali U20 Hockey, Lettonia – Italia 2-4: azzurri non retrocedono

lettonia-italia-hockey-mondiali-u20_okIeri giornata di verdetti: la Bielorussia accede alla Top Division, la Slovenia retrocede mentre l’Italia vince e resta in Prima Divisione Gruppo A

Gara decisiva per l’Italia che con questo successo conquista con un turno d’anticipo la permanenza in Prima Divisione Gruppo A. L’inizio gara si fa subito difficile per il gruppo di coach Erwin Kostner che al 3’20’’ subisce la prima rete a firma del lettone, Locans. Gli italiani non mollano e al 10’, con l’aiuto del compagno di squadra Pace, segna l’asiaghese Magnabosco davanti al pubblico amico e alla famiglia al palaghiaccio per vederlo in maglia azzurra.

Da qui la Lettonia fa sentire la sua presenza con un tiro di Abols e due di Razgals; bravo il portiere azzurro Armand Pilon a non far passare nulla. Al 2’ della seconda frazione arrivano una penalità partita a Bindulis (per carica su De Zanna) e 5’ di superiorità per l’Italia. Ne consegue il gol dell’azzurro Ramoser (1-2). Al 7’ 41’’ lo stesso attaccante finisce in panca puntiti per ostruzione; non fa in tempo a rientrare sul ghiaccio che Lambacher prende il suo posto per sgambetto e poco dopo lo segue Cordiano per gancio con bastone. L’Italia si trova in 3 contro 5, ma regge il colpo e non solo, al 17’ – con l’assistenza di capitan Morini – segna Lacedelli: una bella marcatura che spiazza Mitens e fa esultare il pubblico sugli spalti.

All’8’ del terzo tempo rialza la testa la Lettonia con Dzierkals che segna la rete del 2-3 in power play; un Ramoser in grande spolvero sbaglia di poco la rete a una manciata di minuti dalla fine del tempo, ma pochi secondi dopo la rete la trova uno scatenato Marco Magnabosco che firma la doppietta tra i festeggiamenti azzurri: 2-4. Nel frattempo lascia la panca per cattiva condotta Jaks: fuori per 10’.

A 43’’ dalla fine esce per gancio con bastone a Ploner, ma per gli azzurri sono solo secondi che li separano dai festeggiamenti perché con questi tre punti importanti la squadra del tecnico Kostner assicura la sua presenza in Prima Divisione Gruppo A anche il prossimo anno. Domani riposo; poi gli azzurri scenderanno in pista sabato alle 20.30 per l’ultima gara di questo Mondiale under 20. Avversaria la Slovenia, oggi “piallata” dalla formazione austriaca e già matematicamente retrocessa.

Questo il tabellino della gara:
LETTONIA -ITALIA 2-4
 
LETTONIA: Mitens, Kivlenieks; Cukste, Rubins; Batna, Locans, Dzierkals; Grinbergs, Zile; Sprukts, Birzitis, Ignatovics, Bindulis, Jaks; Maslovskis, Abols, Egle; Ponomarenko, Nekludovs; Razgals, Balcers, Homjakovs. All. Ankipans.
ITALIA: Armand Pilon, Morandell; Tauferer, Ploner; Ramoser, Dantone, Lambacher; Costa, Cordiano; Morini G., Morini P., Lacedelli; Seeber Beber; Conci, De Zanna, Barnabò; Lanziner; Pace, Magnabosco, Olivero, Cordin. All. Kostner.
 
Arbitri: Pajula (Fin), Hagerstrom (Fin) e Haurum (Den)
Reti. Pt: 3’20” Locans (L), 9’51” Magnabosco (I). St: 2’48” Ramoser (I), 17’31” Lacedelli (I). Tt: 7’35” Dzierkals (L), 16’07” Magnabosco (I).


AUSTRIA – SLOVENIA 7-3

La prima partita della giornata vede sul ghiaccio Austria e Slovenia con la prima che vince con un perentorio 7-3 (3-0, 3-1, 1-2) e guadagna la permanenza nella Prima Divisione Gruppo A con una giornata di anticipo. Infortunato durante la gara l’austriaco Schaurhofer, per lui una lussazione a una clavicola; esce in barella anche lo sloveno Jezovsek, ma per lui non dovrebbe esserci nulla di grave.

È la formazione d’Otrebrennero di coach Bader
a trovare per prima la rete con Lindner con un tiro dalla linea blu. Il team sloveno non riesce a concretizzare una situazione di power play (al 6’ penalità per Jakubitzka), seguono invece altre due marcature dell’Austria a breve distanza verso il 15’ di gioco: la prima porta la firma del capitano Richter, la seconda di Reisinger (3-0).

Nella seconda frazione, in power play al 2’ e al 4’, l’Austria trova la quarta e la quinta rete con una doppietta di Vallant: 5-0. Al 10’, con una Slovenia ormai demoralizzata e fiacca, trova la doppietta anche Reisinger: 6-0. Al 12’ 47’’ la compagine di Drinovec riesce ad alzare la testa e ad espugnare la porta austriaca con un gol di Jeklic. Nell’ultimo tempo, al 7’, Haudum firma la settima rete, poi il resto del tempo è tutto di marca slovena con le marcature di Simsic e Vincec, ma a nulla serve la reazione perché la partita è già compromessa.

BIELORUSSIA – NORVEGIA 5-1

I riflettori del Mondiale sono tutti puntati sulla seconda partita tra Bielorussia e Norvegia. E infatti la competizione iridata ha già il suo vincitore al termine dell’incontro: il team bielorusso che, con un successo per 5-1 (3-0, 1-0, 1-1), si qualifica per la Top Division del prossimo anno.

Fin dall’inizio dell’incontro
è proprio la formazione dell’Est a ingranare la giusta marcia: spettacolare doppietta di Fadeyev (alla fine premiato come mvp dei suoi) che trova la rete al 13’ e al 16’. Allo scadere del tempo arriva anche il 3-0 con Buinitski (Artur), mentre esce zoppicando il compagno di squadra Dyukov. Nella ripresa è ancora la formazione di Perepekhin ad andare a segno al 10’ con Misnikov; si arriva alla terza frazione con la Bielorussia che trova il quinto gol con Buinitski (Dmitri) e la Norvegia che salva l’onore con Klavestad. Poi è festa per i ragazzi di Perepekhin davanti al presidente della federazione bielorussa Igor Rachkovski.

CLASSIFICA: Bielorussia 12, Norvegia 8, Lettonia 6, Italia 5, Austria 4, Slovenia 1.

PROGRAMMA ULTIMA GIORNATA

Sabato 20 dicembre
Ore 13.30 Norvegia-Lettonia
Ore 17 Bielorussia-Austria
Ore 20.30 Slovenia-Italia

Ti potrebbe interessare:

Venerdì 30 settembre trasferta difficile in Ungheria per la Migross Asiago

Redazione

Supercoppa ancora tabù per i Diavoli Vicenza battuti da Milano 6-4

Redazione

Diavoli “on fire”: sabato c’è Ferrara e domenica la Supercoppa con Milano

Redazione