25.4 C
Vicenza
16 Agosto 2022
SPORTvicentino
Hockey

Mondiali Hockey U20, ad Asiago Italia – Austria

Marco Magnabosco (foto Max Pattis)
Marco Magnabosco (foto Max Pattis)
In programma oggi la terza giornata di gare del Mondiale under 20 Prima Divisione Gruppo A. Azzurri in campo alle 20.30

Nonostante le due sconfitte
nelle prime due giornate di gara, rispettivamente contro Norvegia (3-0) e Bielorussia (4-2), l’Italia ha ben poco da recriminare. Gli azzurri di coach Erwin Kostner hanno infatti dimostrato di avere tutte le carte in regola per ottenere non solo la salvezza, ma anche qualcosina in più. Sul ghiaccio il team tricolore, guidato da un capitan Giovanni Morini in grande spolvero, si è infatti distinto per carattere e tecnica: due elementi fondamentali che serviranno nella gara di stasera contro l’Austria (appuntamento al Pala Hodegart alle 20.30).

La compagine d’Oltrebrennero, che ha come obiettivo la permanenza nella Prima Divisione Gruppo A, ha alcuni “giocatori chiave” che l’Italia dovrà tenere d’occhio: il terzino Thomas Vallant, gli attaccanti Stefan Gaffal (leader della classifica marcatori nella EBEL Junior Stars League con la maglia del Linz), Mario Huber e Lukas Haudum.

Tornando alla compagine del tecnico Kostner, a fare il punto della situazione è l’attaccante Marco Magnabosco, in forza al locale club dell’Asiago Hockey. L’azzurro ha ben figurato nella gara di lunedì, tanto da farsi notare anche da qualche scout NHL degli oltre trenta accreditati alla manifestazione iridata. «È un buon momento per me, anche in serie A, per cui sapevo di arrivare a questo Mondiale preparato fisicamente e mentalmente – spiega Magnabosco -. Alla fine della gara contro la Bielorussia coach Kostner ci ha fatto i complimenti: alla squadra ha riconosciuto il un buon gioco messo in campo, soprattutto in vista dei prossimi incontri con le compagini che puntiamo a battere, e a me ha detto che ho giocato una bella partita».

Magnabosco, che lunedì sera è sceso sul ghiaccio in terza linea con i compagni dell’Asiago Hockey Simone Olivero e Fabrizio Pace, fa poi il punto della situazione in vista della gara contro l’Austria: «Stiamo studiando gli austriaci e in modo particolare il loro capitano e attaccante Marco Richter, un buon giocatore. L’Austria è una squadra molto compatta e veloce sulle ripartenze che ha però dimostrato fragilità nella difesa visto il numero di gol subiti nelle prime due partite; l’obiettivo è non sottovalutarla perché, anche se sulla carta possiamo essere più forti noi, non bisogna dare nulla per scontato. Il messaggio più significativo ricevuto ieri sera dopo la partita? Quello del mio allenatore John Parco, il suo appoggio per me è importante. Ma anche vedere sugli spalti la mia famiglia e la mia ragazza Camilla mi strappato un bel sorriso».

Oggi (mercoledì 17 dicembre) la terza giornata di gare del Mondiale under 20 Prima Divisione Gruppo A vedrà in campo: alle 13 Lettonia-Bielorussia, alle 17 Norvegia-Slovenia e alle 20.30 Italia-Austria.
 
CLASSIFICA.
Norvegia, Lettonia, Bielorussia 6, Italia, Slovenia e Austria 0.

Ti potrebbe interessare:

Giovedì 18 agosto all’Odegar di Asiago “la partita per la vita”

Redazione

Rosa ed Oliviero salutano l’hockey e diventano allenatori delle giovanili dell’Asiago

Redazione

Tre giovani promesse ancora in Giallorosso

Redazione