32 C
Vicenza
8 Agosto 2020
SPORTvicentino
Golf

Golf, l’Alps Tour Colli Berici all’inglese Alexander Christie

alexander_christie_12_thumb300Nino Bertasio ha chiuso al secondo posto con 206 colpi (68 71 67, -7) l’Alps Tour Colli Berici – prima tappa dell’Italian Pro Tour – terminando a un solo colpo dall’inglese Alexander Christie, vittorioso con 205 colpi (70 68 67, -8). E’ il primo successo nell’Alps Tour per il ventinovenne britannico, bravo ad interpretare con profitto il performante percorso vicentino del Golf Club Colli Berici (par 71). In terza posizione lo spagnolo BorjaEtchart con 207 (67 69 71, -6).

Hanno disputato un buon torneo anche il toscano Alessio Bruschi, quarto con 209 (66 70 73 -4) in compagnia dell’inglese Matt Wallace e dell’irlandese Brendan Mc Carroll, e il veneto JoonKim, settimo con 210 (66 74 70, -3). Dodicesima posizione per Andrea Signor con 212 (68 71 73, -1), un colpo davanti a Andrea Romano, 15° con 213 (73 72 68, par). Nota di merito per Philip Geerts, 21enne tesserato per l’Olgiata GC, che classificandosi 19° con 214 (+1), al pari con Marco Bernardini e con Federico Elli, ha ricevuto il premio di miglior dilettante italiano. Al 24° posto con 215 (+2) Aron Zemmer e Pietro Ricci, al 28° con 216 (+3) Gregory Molteni, al 31° con 217 (+4) Nicolò Gaggero, al 33° con 218 (+5) Giacomo Tonelli e Cristiano Terragni, al 36° con 219 (+6) Edoardo Torrieri con 219 (+6) e al 44° Francesco Bonaga con 223 (+10).

Tra i giocatori che non hanno superato il taglio, caduto a 145 (+3): Nunzio Lombardi, 60° con 148 (+6), Paolo Terreni, 64° con 149 (+7), Andrea Zanini, 71° con 150 (+8), Federico Colombo, 78° con 151 (+9), e Andrea Maestroni, 86° con 152 (+10).

La manifestazione, inserita nel calendario dell’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali allestite dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG, è stata sostenuta da Solid Works come sponsor, da Sky come media partner, da Frosecchi e John Deere quali fornitori ufficiali, Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica onlus come charity partner. Inoltre, hanno dato il loro contributo all’evento gli Sponsor: Eismann, Fiamm, Hotel De La Ville, Kiton, Morato Pane, Riello, Roberto Coin, Sorelle Ramonda, Trivellato Concessionaria Mercedes, Vini Santa Margherita, Xacus, Zelger-Tirapelle.

Alexander Christie, che ha ricevuto un assegno di 5.800 euro su un montepremi di 40.000 euro, nelle ultime diciotto buche ha spinto sull’acceleratore, riuscendo a firmare ben cinque birdie consecutivi fra la buca 7 e la 11. Un break decisivo, che ha comportato un calo di tensione nel finale, palesatosi con il bogey nell’ultima buca: «Appena ho preso contatto con questo percorso ho avuto la sensazione che potesse essere congeniale al mio stile di gioco. Buca dopo buca ho avuto segnali sempre più confortanti e nell’ultimo giro ho trovato la giusta continuità realizzativa. Sono veramente felice per la mia prima vittoria in questo circuito».

Degno di nota anche il round conclusivo di Nino Bertasio, capace di realizzare un eagle alla prima buca, mettendo a segno la palla da 130 metri. Ha poi completato il 67 (-4) con quattro birdie e due bogey: «Sono partito come meglio non avrei potuto e ho anche terminato bene con due birdie alla 16sima e alla 17sima buca. Purtroppo, a metà gara sono incappato in due bogey che hanno rallentato la mia rincorsa. Peccato non esser riuscito ad agguantare il playoff per un solo colpo, ma va dato atto a Christie di aver disputato un giro di grande spessore».

Nell’Alps Tour Colli Berici è iniziata la Charity partnership dell’Italian Pro Tour con la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus, Agenzia Italiana della Ricerca in FC riconosciuta ufficialmente dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) come Ente promotore dell’attività di ricerca scientifica, nonché una delle poche Onlus certificate dall’Istituto della Donazione. Nata nel 1997, la Onlus ha attivato una rete di 500 ricercatori selezionati, coinvolgendo 170 Gruppi e Istituti di Ricerca. Il progetto solidale per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus accompagnerà l’Italian Pro Tour con iniziative ad hoc per ciascun evento.

Fra le novità di questa stagione vi è anche il servizio di fisioterapia Physio Team con due fisioterapisti a disposizione degli atleti per tutta la durata del torneo. Inoltre, sul sito www.italianprotour.com sarà consultabile una sezione con previsioni meteorologiche dettagliate con aggiornamenti in tempo reale durante la gara a cura di Golfmeteo.

Le informazioni meteo rilevate vengono comunicate da una sequenza di immagini in alta risoluzione trasmesse attraverso uno o più monitor posizionati all’interno o all’esterno del Golf Club.

Italian Pro Tour – Il prossimo evento dell’Italian Pro Tour sarà l’Alps Tour Asiago (Asiago Golf Club 5-6-7 giugno). Le restanti tappe italiane dell’Alps Tour sono: Servizi Italia Open 2014 (Asolo GC 16-18 luglio), Alps Tour Memorial Giorgio Bordoni (La Pinetina GC 3-5 settembre), Alps Tour Miglianico (Miglianico Golf & Country Club 17-19 ottobre). Dal 27 al 29 giugno il Golf Club Perugia ospiterà il Ladies Italian Open. Il circolo umbro farà da cornice alla ventiquattresima edizione dell’open femminile, che torna nel calendario del Ladies European Tour dopo tre anni di assenza. L’attesissimo 71° Open d’Italia, con la partecipazione dei top player italiani e di esponenti di rilievo dell’European Tour, sarà nuovamente ospitato dal Circolo Golf Torino dal 28 al 31 agosto. L’Italian Pro Tour vivrà anche una tappa del Challenge Tour con l’EMC Golf Challenge 2014 sul percorso dell’Olgiata (2-5 ottobre). Come da tradizione, il circuito delle gare nazionali si chiuderà con il Campionato Nazionale Open, in programma al San Domenico Golf dal 27 al 30 novembre.

Il percorso – Con l’Alps Tour Colli Berici il circolo vicentino è entrato per la prima volta nel circuito professionistico. Disegnato dall’Architetto Marco Croze, il percorso è stato inaugurato nel 1988. Le sue caratteristiche principali sono le differenze di quota e le ondulazioni. Campo ad elevato contenuto tecnico, ha una configurazione molto vivace e dinamica: precisione e strategia di gioco prevalgono sulla distanza. Di solito par 70, suddiviso in 6 par 3, 8 par 4 e 4 par 5, è stato variato per l’occasione, allungando di un colpo la buca 7 divenuta così un par 5, in modo da ottenere un percorso par 71. Le 18 buche si sviluppano su una superficie di 58 ettari per una lunghezza complessiva di 5438 metri, con 36 bunker di sabbia e 4 specchi d’acqua. L’altezza di 300 metri sul livello del mare regala ai giocatori panorami mozzafiato che variano dalle Prealpi e le Piccole Dolomiti alla Pianura Padana verso Verona, passando per i Colli Berici e la suggestiva Rocca di Brendola.

Web e social network – Tutte le informazioni sull’Alps Tour Colli Berici sono reperibili sul sito www.italianprotour.com e sul sito www.golfclubcolliberici.it. Inoltre, attraverso i profili facebook, twitter e instagram dell’Italian Pro Tour e del Golf Club Colli Berici è stato possibile interagire e seguire gli aggiornamenti live del torneo, anche attraverso gli hashtag ufficiali #OpenYourFuture #ItalianProTour #AlpsTour14.

Ti potrebbe interessare:

50 Golf Club della penisola a Padova per il futuro del Golf Italiano

Redazione

Al Panathlon il golf diventa protagonista nei racconti e in… buca

Redazione

Golf, ad Asolo la prima edizione del “Trofeo del Veterano Sportivo”

Redazione

Lascia un commento