I Pulcini del Molina crescono e vincono con una panchina… rosa

Pulcini Molina
Pulcini Molina
Tra le squadre che hanno vinto il torneo autunnale ci sono anche i Pulcini misti del Molina.

La squadra si è imposta nel suo girone, ma è stata esclusa dalla Champions che avrebbe di diritto meritato a causa dell’ultima partita giocata oltre il termine ultimo per l’elaborazione delle classifiche finali fissato dagli organizzatori della manifestazione.
Una delusione per i piccoli maladensi, che parteciperanno comunque alla sfilata al Menti del prossimo 14 aprile in occasione della gara casalinga del LR Vicenza con il Gubbio, che non offusca però i meriti della formazione allenata da Giada Bernardelle insieme con Nicole Fongaro per una panchina tutta in rosa.
“I ragazzi si sono impegnati e ci hanno creduto veramente considerando che le prime partite non erano andate benissimo – racconta Giada Bernardelle – Poi, invece, la crescita compiuta è stata evidente sia dal punto di vista del gioco sia dal punto di vista caratteriale. E, soprattutto, il campionato che abbiamo disputato è stato dei “misti”, ma abbiamo sempre giocato con soli due 2008 e tutti gli altri 2009, quindi il risultato finale è stato inaspettato e ancora di più gratificante”.
Come detto a guidare la squadra è una coppia tutta al femminile: “Io è ormai da quattro o anni che alleno ed è da quando ho iniziato che continuo ad insistere con Nicole per poter fare quest’esperienza assieme a lei – ci spiega Bernardelle – Dopo tanti anni finalmente quest’anno sono riuscita a convincerla. Noi giocavamo insieme nello Schio femminile, siamo sempre state legate fuori e dentro al campo grazie al pallone che ci ha permesso di farci conoscere e diventare amiche. Allenare con lei era uno dei miei obiettivi perché vediamo il calcio allo stesso modo e, soprattutto, perché, lasciatemelo dire, le donne sono un passo avanti rispetto agli uomini. Quando c’è una passione in comune e quando si è unite da un amicizia si può fare qualsiasi cosa insieme senza che sia un peso e, poi, i bambini aiutano in tutto”.

Una società davvero all’avanguardia

“Il messaggio che vogliamo trasmettere è che il calcio può essere anche visto in “rosa” tant’é che proprio quest’anno nella nostra squadra è arrivata anche una ragazzina, Asia, che in pochi mesi sa già farsi riconoscere in campo. Devo ammettere che, inizialmente, tutti erano un po’ titubanti sul fatto di avere due ragazze come allenatrici: le prime partite non avevano dato gli esiti che speravamo, non solo dal punto di vista del risultato, però con il tempo c’è stata una crescita e il successo finale ne è la prova”.
Un gruppo davvero unito quello del Molina: “Vorrei ringraziare i genitori dei nostri ragazzi per il supporto e la fiducia che danno a noi allenatrici e ai loro figli”.