Lake Garda Cycling Maraton

Sul Lago di Garda per correre e divertirsi

18 marzo è la data scelta per la terza edizione della Lake Garda Cycling Marathon, la prova di Torbole (TN) che regalerà una giornata indimenticabile a tutti coloro che accetteranno il suo invito non solo a partecipare, ma soprattutto a “vivere” un weekend del tutto particolare in un contesto incantato come solo il Lago di Garda sa essere. L’appuntamento è per le 8:30 al Campeggio Maroadi, nuova location che ospiterà tutti i servizi pre e post gara e che sarà anche a disposizione per il parcheggio di roulotte e camper a 20 euro al giorno fino a domenica sera senza limite di orario. I percorsi di gara sono stati rivisti nei primi giorni di febbraio a dispetto del maltempo: il lungo misura 113 km, il medio 65 km confermando la scelta già annunciata di evitare per quanto possibile la Gardesana, mezzo di collegamento irrinunciabile per la circolazione stradale, attraverso un disegno che pur costeggiando buona parte della costa gardesana trentina e veronese va a interessare maggiormente l’entroterra e i laghi limitrofi come quello di Tenno. Ma d’altronde il lago di Garda è più bello viverlo nella vigilia e nel dopo evento piuttosto che vederlo a 50 km/h nella “pancia” del gruppo.
Il numero degli iscritti sta lievitando giorno dopo giorno, ma è ancora possibile aderire versando 40 euro fino al termine di febbraio per non incorrere in ulteriori aumenti. L’adesione può essere effettuata online attraverso il sito del C.O. Ricordiamo che partecipando si fa anche della solidarietà infatti, parte del ricavato andrà alla sezione locale della Fondazione Veronesi per finanziare un progetto di ricerca. A tutti gli iscritti andrà un ricco pacco gara ancora in via di completamento ma che comprenderà sicuramente una T-shirt personalizzata, un buff della Scott e confezioni di integratori Diavita.
Archivio Lake GardaPensando proprio a fare della Lake Garda Cycling Marathon un’occasione di vacanza, gli organizzatori hanno attivato numerose iniziative a contorno della prova ciclistica, come la convenzione con Garda Thermae che metterà a disposizione di ciclisti e accompagnatori piscine riscaldate, zona wellness, ambulatori medici e cabine estetiche; oppure come l’ingresso al Museo d’Arte Moderna e al centro ludico Giga Joy, senza dimenticare uno spazio particolare da Carpentari Bike, struttura intitolata a Gianni Carpentari, ciclista dilettante che ai suoi tempi seppe battere anche Felice Gimondi e al quale la Granfondo è intitolata.